🎧 Metastasio Prato: al via la stagione 22/23 nel segno del Teatro popolare d’arte

🎧  Metastasio Prato: al via la stagione 22/23 nel segno del Teatro popolare d’arte

25 gli spettacoli in cartellone, che saranno distribuiti nelle quattro sale del Met – Metastasio, Fabbricone, Magnolfi, Fabbrichino –. Al centro del progetto scenico  la drammaturgia contemporanea,

Spettacoli senza “soglia d’ingresso” aperti e godibili da tutti. Un teatro che idealmente mira a proporre spettacoli che emozionino e divertano sia chi di teatro ne sa molto, sia chi lo frequenta di rado, nella convinzione che la cultura e l’arte, quando provano ad essere veramente tali, siano in grado di parlare a tutti, non lasciando indietro nessuno. E’ la nuova stagione del teatro Metastasio di Prato che parte il 29 settembre con la direzione Massimiliano Civica, impegnato a proporre una stagione pensata e costruita sul concetto di  teatro popolare d’arte.

25 gli spettacoli in cartellone, che saranno distribuiti nelle quattro sale del Met – Metastasio, Fabbricone, Magnolfi, Fabbrichino –. Al centro del progetto scenico  la drammaturgia contemporanea, affiancata da 4 spettacoli di autori classici (De Filippo, Cechov e Rostand) e il ritorno nella stagione del Metastasio di grandi artisti internazionali (Milo Rau con Grief & Beauty, Amir Reza Koohestani con In Transit, Jakop Ahlbom con Lebensraum e Neville Tranter con Babylon): gli spettatori incontreranno le opere di artisti che sono solitamente visibili solo nelle grandi città europee o nelle metropoli italiane (gli spettacoli Lebensraum e Babylon quest’anno, in Italia, faranno solo le date di Prato).

“Abbiamo bisogno di un giorno di festa. Direi che ce lo meritiamo. Perché da qualche tempo stiamo vivendo “al risparmio”: una quotidianità difficile ci sta addosso, ci pesa e ci porta a risparmiare non solo sui soldi, ma anche sulle emozioni. Ce le chiudiamo dentro, non le facciamo uscire e le mettiamo da parte per il futuro. Ci diciamo che non è il momento adatto per “spenderle”: economizziamo la nostra anima” ha dichiarato il neodirettore artistico Massimiliano Civica.

“La festa è un tempo e uno spazio altro rispetto alla vita di tutti i giorni: in un giorno di festa è giusto e legittimo “spendere” tutto quello che abbiamo dentro, “spenderci” nella gioia, nel divertimento e nell’intensità. L’eccezionalità della festa è l’occasione per incontrarci e scambiarci le nostre emozioni, in regime di grazia. A festa finita, come è bene che sia, torneremo alla realtà e alla vita di tutti i giorni, ma arricchiti dalla scoperta che, quando “spendiamo” le nostre emozioni, ne riceviamo in contraccambio in misura doppia. Per la nostra nuova stagione abbiamo preparato dei giorni di festa per i nostri artisti e i nostri spettatori”.

NELL’AUDIO Massimo Bressan, presidente Fiondazione Teatro Metastasio, Cristina Scaletti, presidente Fondazione Toscana Spettacolo

L'articolo 🎧 Metastasio Prato: al via la stagione 22/23 nel segno del Teatro popolare d’arte da www.controradio.it.

Metastasio: un abbraccio di applausi per la nuova stagione teatrale

Metastasio: un abbraccio di applausi per la nuova stagione teatrale

Metastasio (Prato): presentata la Stagione 2021/2022  confermando ormai il MET fra i più importanti teatri italiani. Con 24 spettacoli distribuiti nelle quattro sale – Metastasio, Fabbricone, Magnolfi, Fabbrichino – il cartellone è frutto degli orientamenti del progetto culturale complessivo e pone al  centro la drammaturgia contemporanea. AUDIO Il consulente artistico alla direzione Massimiliano Civica intervistato da Chiara Brilli.

Giorni-felice-foto-Duccio-Burberi

Con 24 spettacoli distribuiti nelle quattro sale del Met – Metastasio, Fabbricone, Magnolfi, Fabbrichino – la Stagione 2021/2022 è frutto degli orientamenti del progetto culturale complessivo e pone al suo centro la drammaturgia contemporanea e il lavoro di alcuni artisti in particolare, facendo tesoro di 19 produzioni/coproduzioni del Met già allestite nelle due annualità scorse ma mai andate in scena a Prato, o addirittura mai debuttate, e di 5 spettacoli in ospitalità.

Amici, compagni di viaggio, vecchie conoscenze e nuove giovani scoperte compongono la rosa dei nomi degli artisti in cartellone: Roberto Latini, Kinkaleri, Monica Demuru, Mimosa Campironi/Alessandro Averone, Biancofango, Carmelo Rifici, Nina’s Drag Queens, Valter Malosti, Massimiliano Civica, Francesco Frangipane, Federico Tiezzi, compagnia OYES, Daria Deflorian/Antonio Tagliarini, Pippo Delbono, Babilonia Teatri, Davide

ABOUT-LOLITA-foto-Lorenzo-Letizia

Grillo, Andrea Paolucci/Teatro dell’Argine, Paola Tintinelli, Antonio Rezza/Flavia Mastrella, Renato Carpentieri, Riccardo Goretti/Massimo Bonechi/Giorgio Rossi, Cristiana Morganti, Roberto Romei.

 

La dichiarazione di Davide Bonazzi, uno degli illustratori italiani più talentuosi e originali a livello nazionale e internazionale che quest’anno ha prodotto l’immagine della stagione, riassume la speranza comune di ‘apertura e accoglienza’: “Lavorando a questo progetto è emersa da subito la necessità di raccontare due storie. La prima è legata alle tribolazioni che hanno condizionato le nostre vite nell’ultimo anno e mezzo; la seconda, alla speranza di poter finalmente lasciarsi alle spalle le difficoltà per costruire una nuova stagione di serenità. Il teatro è fra quei luoghi che hanno maggiormente sperimentato il groviglio di incertezze legate al terribile momento storico, un luogo che per troppo tempo abbiamo visto come distante e inac

Avremo-ancora-loccasione-Foto-Andrea-Pizzalis

accoglienza”.

La Stagione 2021/2022 del Teatro Metastasio è organizzata con il contributo di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Prato e Provincia di Prato e con il sostegno di Unicoop Firenze e Publiacqua.

L'articolo Metastasio: un abbraccio di applausi per la nuova stagione teatrale da www.controradio.it.

Met Ragazzi Estate: nell’Inferno dei Kinkaleri al Fabbricone

Met Ragazzi Estate: nell’Inferno dei Kinkaleri al Fabbricone

Met Ragazzi Estate: all’interno della rassegna  da giovedì 10 a domenica 13 giugno al Teatro Fabbricone alle ore 18 debutta in prima nazionale ‘Inferno’ di Kinkaleri, un lavoro che conduce i più piccoli (è indicato per bambini dagli 8 anni in su) in un viaggio di trasformazione, dalle tenebre alla luce.

La stagione teatro ragazzi del Met continua anche in  estate nello spazio open air adiacente al Teatro Fabbricone/Fabbrichino. In questa area verde dotata di un tappeto erboso ed una bordura coltivata con piante perenni e aromatiche, la compagnia TPO organizza atelier, spettacoli e concerti all’aperto. Il pubblico di bambini e famiglie viene accolto nel foyer della Sala Fabbrichino da cui potrà accedere al prato che si estende al bordo di una ciminiera oramai inattiva ma che simbolicamente rappresenta un trait d’union tra passato e presente della storia della nostra città.

Liberamente tratto da La Divina Commedia di Dante Alighieri, Inferno dei Kinkaleri spettacolo è un affondo nell’essenza del racconto dantesco, un’avventura grandiosa in un universo indescrivibile attraverso gironi infernali e spaventose visioni, fra peccatori e demoni, evocati in scena da Daniele Bonaiuti e Marco Mazzoni.

Prodotto da KLm / Kinkaleri in collaborazione con Fondazione Teatro Metastasio, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, ‘Inferno’ è il risultato di un articolato laboratorio che il collettivo Kinkaleri ha intrapreso per mezzo del live streaming con le scuole cittadine durante la chiusura dei teatri e delle attività ad essi connesse: un lavoro che esplora dei linguaggi della scena come fulcro di un’esperienza da condividere come un film horror, d’avventura, o un romantico melò, tra demoni fatali e angeli svelati senza tempo.

L'articolo Met Ragazzi Estate: nell’Inferno dei Kinkaleri al Fabbricone da www.controradio.it.

Met Ragazzi Estate: nell’Inferno dei Kinkaleri al Fabbricone

Met Ragazzi Estate: nell’Inferno dei Kinkaleri al Fabbricone

Met Ragazzi Estate: all’interno della rassegna  da giovedì 10 a domenica 13 giugno al Teatro Fabbricone alle ore 18 debutta in prima nazionale ‘Inferno’ di Kinkaleri, un lavoro che conduce i più piccoli (è indicato per bambini dagli 8 anni in su) in un viaggio di trasformazione, dalle tenebre alla luce.

La stagione teatro ragazzi del Met continua anche in  estate nello spazio open air adiacente al Teatro Fabbricone/Fabbrichino. In questa area verde dotata di un tappeto erboso ed una bordura coltivata con piante perenni e aromatiche, la compagnia TPO organizza atelier, spettacoli e concerti all’aperto. Il pubblico di bambini e famiglie viene accolto nel foyer della Sala Fabbrichino da cui potrà accedere al prato che si estende al bordo di una ciminiera oramai inattiva ma che simbolicamente rappresenta un trait d’union tra passato e presente della storia della nostra città.

Liberamente tratto da La Divina Commedia di Dante Alighieri, Inferno dei Kinkaleri spettacolo è un affondo nell’essenza del racconto dantesco, un’avventura grandiosa in un universo indescrivibile attraverso gironi infernali e spaventose visioni, fra peccatori e demoni, evocati in scena da Daniele Bonaiuti e Marco Mazzoni.

Prodotto da KLm / Kinkaleri in collaborazione con Fondazione Teatro Metastasio, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, ‘Inferno’ è il risultato di un articolato laboratorio che il collettivo Kinkaleri ha intrapreso per mezzo del live streaming con le scuole cittadine durante la chiusura dei teatri e delle attività ad essi connesse: un lavoro che esplora dei linguaggi della scena come fulcro di un’esperienza da condividere come un film horror, d’avventura, o un romantico melò, tra demoni fatali e angeli svelati senza tempo.

L'articolo Met Ragazzi Estate: nell’Inferno dei Kinkaleri al Fabbricone da www.controradio.it.

Al via School of MET, il nuovo progetto del Teatro Metastasio

Al via School of MET, il nuovo progetto del Teatro Metastasio

Da venerdì 12 marzo School of MET, il nuovo progetto digitale del Teatro Metastasio di Prato, prenderà il via sul sito del teatro.

Sul sito del Teatro Metastasio di Prato il 12 marzo inizia School of Met. Si tratta di uno spazio di condivisione in teatro proposto alle nuove generazioni per affrontare temi spesso esclusi dai programmi scolastici ministeriali.

Ispirata alla School of Resistance di Milo Rau, una serie di incontri online proposto durante la prima chiusura dei teatri, School of MET offre un’analoga azione politica e sociale a 10 studenti di 4 scuole secondarie superiori della zona: il liceo Copernico, il liceo Livi, il liceo Cicognini e il convitto Cicognini Rodari.

Dopo l’incontro con il regista Milo Rau a settembre a Contemporanea Festival, da ottobre 2020 a gennaio 2021 i dieci studenti selezionati sono stati accompagnati dallo scrittore e giornalista Graziano Graziani in un programma che li ha visti dialogare con antropologi, giornalisti e attivisti su argomenti politico sociali per loro sensibili, scelti dopo la lettura di “Realismo capitalista” di Mark Fisher.

Tra i temi identificati ci sono la salute mentale, la discriminazione razziale e la lotta al cambiamento climatico. Su questi temi, i ragazzi hanno aperto un dialogo con l’antropologo, scrittore, saggista e poeta Matteo Meschiari, il giornalista Wlodek Goldkorn, l’insegnante, giornalista e scrittore Christian Raimo, la sociologa e ricercatrice Francesca Coin, la giornalista Annalisa Camilli, la dottoressa Marilena Umuhoza Delli, l’antropologo, docente e ricercatore Andrea Staid, la ricercatrice indipendente e giornalista freelance Sarah Gainsforth, la performer, attivista e ricercatrice Ilenia Caleo, la docente giornalista e scrittrice Veronica Raimo, il detenuto, attore e scrittore Aniello Arena, la referente per la Regione Toscana dell’associazione politico-culturale Antigone Chiara Babetto.

Oltre al blog, online da venerdì 12, School of MET ambisce a restituisce al Teatro il suo ruolo di spazio pubblico anche in questo periodo di restrizioni.

L'articolo Al via School of MET, il nuovo progetto del Teatro Metastasio proviene da www.controradio.it.