Fase 2 per la Cultura: Diamanti, “Il Teatro ragazzi in ginocchio. Ripartire dalle compagnie che si raccontano sul web”

Fase 2 per la Cultura: Diamanti, “Il Teatro ragazzi in ginocchio. Ripartire dalle compagnie che si raccontano sul web”

Donatella Diamanti, drammaturga e regista teatrale intervenuta durante  la maratona radiofonica di Controradio “La cultura: il superfluo indispensabile ”.

L'articolo Fase 2 per la Cultura: Diamanti, “Il Teatro ragazzi in ginocchio. Ripartire dalle compagnie che si raccontano sul web” proviene da www.controradio.it.

Fase 2 per la Cultura: Puccini, “Ripartire dai teatri all’aperto”

Fase 2 per la Cultura: Puccini, “Ripartire dai teatri all’aperto”

Intervista a Lorenzo Luzzetti, durante la maratona radiofonica di Controradio “La cultura: il superfluo indispensabile ”.

“Anche solo in Toscana ci sono teatri ed arene che possono adottare questa formula per la stagione estiva, applicando le normative di sicurezza in cui potere inserire ed articolare delle rassegne di qualità. Diamo a loro la precedenza per accendere i riflettori sul settore dello spettacolo e riaprire luoghi di socialità e cultura”.

 

L'articolo Fase 2 per la Cultura: Puccini, “Ripartire dai teatri all’aperto” proviene da www.controradio.it.

“La cultura: il superfluo indispensabile ”, sabato 2 maggio maratona radiofonica

“La cultura: il superfluo indispensabile ”, sabato 2 maggio maratona radiofonica

Sabato 2 maggio dalle ore 10:00 alle 12:30 si svolgerà su Controradio una maratona radiofonica sul tema della sospensione di tutte le attività culturali e di spettacolo a causa dell’emergenza sanitaria, con interviste a personaggi noti della cultura, dell’arte e dello spettacolo, ad amministratori pubblici e a liberi pensatori.

“La cultura è la somma di tutte quelle cognizioni che non rispondono a nessuno scopo pratico, ma che si debbono possedere se si vuole essere degli esseri umani e non delle macchine specializzate. La cultura è il superfluo indispensabile”. Gaetano Salvemini.

Proveremo a confrontarci su come questo momento sospeso non debba essere vissuto come una sterile attesa di una riapertura, ma utilizzato per una riflessione critica e approfondita sulle prospettive di tutti i settori della cultura.

Partendo da ciò che era e non è più, ci interrogheremo su come giungere a una riapertura pensata sulla base di nuove prospettive condivise. Siamo certi che per la ripartenza ci sarà ancora necessità della “prima linea” costituita dal sistema sanitario e scientifico, ma per ricostruire la vita sociale e culturale del nostro paese ci sarà bisogno del contributo creativo di tutti coloro che operano nel settore della cultura. E’ il “superfluo indispensabile” (cit. Gaetano Salvemini), che dovrà trovare nuove strade, nuove idee per quello che sarà un nuovo principio.

La maratona, coordinata da Raffaele Palumbo e dall’attrice  Daniela Morozzi, vedrà i seguenti interventi:

Gaetano Blandini – Direttore generale della SIAE

Massimo Gramigni – PRG organizzazione concerti

Lorenzo Luzzetti – Direttore del Teatro Puccini

Sandro Veronesi – Scrittore

Monica Barni – Assessore alla Cultura e Vice-Presidente Regione Toscana

Cristina Pierattini – SLC (Lavoratori Sport e Spettacolo) – CGIL Area Vasta Toscana

Luca Zannotti – Musiche Metropolitane, portavoce del Coordinamento nazionale di

categoria agenti e agenzie concerti

Donatella Diamanti – Drammaturga e regista teatrale

Mario Lorini – Presidente nazionale esercenti cinematografici

Patrizia Coletta – Direttore Fondazione Toscana Spettacolo onlus

Dominick Luquer – Segretario generale Federazione Internazionali attori

Stefania Ippoliti – Direttrice Toscana Film Commission

Sara Nocentini – Presidente di Tempo Reale

Claudia Sereni – Assessore alla Cultura del Comune di Scandicci

Patrizia Asproni – Presidente nazionale Confcultura e direttrice del Museo Marino Marini

Fulvio Cervini – Docente Università degli Studi di Firenze

Sergio Staino – Fumettista e regista

Maurizio Frittelli – Presidente ORT

Tommaso Sacchi – Assessore alla Cultura del Comune di Firenze

Controradio trasmette su Fm 93.6 – 98.9, in DAB+, e in streaming su www.controradio.it e sull’app Controradio Firenze.

L'articolo “La cultura: il superfluo indispensabile ”, sabato 2 maggio maratona radiofonica proviene da www.controradio.it.

“Dalla torre al cielo” arte e musica il primo maggio ai tempi del lockdown

“Dalla torre al cielo” arte e musica il primo maggio ai tempi del lockdown

Live streaming su social, NoiTv e Controradio. Protagonisti Federico De Robertis, Moneyless, la Torre Guinigi. Venerdì 1 maggio dalle 18 alle 20.

In tempi di emergenza c’è bisogno più che mai di arte e bellezza. “Da qui la scelta di un luogo unico al mondo, la Torre Guinigi con i suoi lecci e l’incredibile vista, commovente soprattutto sul far del giorno. Da qui la proposta di una selezione musicale ‘universale’, oltre il tempo e lo spazio, che Federico De Robertis manderà nell’aria a partire da quel giardino sospeso. Da qui la scelta dell’accostamento di messaggio artistico temporaneo ed estemporaneo, il solido sospeso di Moneyless, a un monumento centenario. Il tutto per segnare un momento della storia del mondo che speriamo irripetibile: quello che stiamo vivendo”.

Così Gian Guido Grassi, ideatore e curatore dell’evento che sarà visibile su NoiTv (canale 10) e sui social di Start, Fondazione Banca del Monte di Lucca e del Palazzo delle Esposizioni, venerdì 1 maggio 2020 dalle 18 alle 20, in diretta dalla Torre Guinigi. (Controradio Fm 93.60/ 98.90 trasmetterà la diretta sulla pagina Facebook

 

La regia di Simone Rabassini e Paolo Marchetti permetterà di vedere la performance da vari punti di vista e immagini panoramiche della città grazie all’ausilio di un drone; Federico De Robertis eseguirà una selezione musicale che attraverserà 300 anni di storia e cinque continenti, mentre lo streetart Moneyless esporrà un solido platonico sospeso formato dai suoi caratteristici fili legati ai rami degli alberi, e uno stendardo di oltre 100 metri quadrati con i suoi tradizionali cerchi a delineare un grande cuore con i colori della città. Fondamentale, per questo allestimento, il supporto del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco: il nucleo S.A.F. (Speleo Alpino Fluviale), squadra specializzata, si è infatti occupata della messa in sicurezza della performance artistica.

Utilizzando  l’#dallatorrealcielo chiunque potrà partecipare al concerto postando, prima dell’evento, un’immagine carina e divertente di vita quotidiana di come ha vissuto la propria quarantena e, durante e dopo l’evento, di come vi ha partecipato.

L'articolo “Dalla torre al cielo” arte e musica il primo maggio ai tempi del lockdown proviene da www.controradio.it.

“Tutti a Casa Morozzi, con l’autocertificazione per motivi di necessità”

“Tutti a Casa Morozzi, con l’autocertificazione per motivi di necessità”

Firenze, parte venerdì 3 aprile alle ore 9.35 su Controradio, la nuova trasmissione “Tutti a Casa Morozzi, con l’autocertificazione per motivi di necessità” con Daniela Morozzi, Raffaele Palumbo ed interventi di Gaia Nanni, Stefano Santomauro e Valerio Nardoni.

Tutti a Casa Morozzi, ha i testi e la regia sono curati da Marco Vicari e Matteo Marsan, già presenti nel pool di “Si fa di Sabato!”, la trasmissione in diretta e dal vivo nei teatri fiorentini che ha avuto molto successo durante la scorsa stagione.

Siamo idealmente in un condominio, dove ad ogni piano c’è un personaggio in quarantena che ritroviamo nella trasmissione fra spunti di riflessione e sketch comici. L’idea di realizzarla nasce dalla constatazione di quanto il mondo del teatro e dello spettacolo in generale sia stato penalizzato dall’emergenza sanitaria. È stato il primo a fermarsi e sarà, probabilmente, l’ultimo a ripartire a causa del contatto ravvicinato che esiste fra gli spettatori.

Come recita il finale della trasmissione “noi ci siamo, ma non ci siamo per esserci, ma perché non possiamo fare a meno di stare insieme a voi. Noi, come artisti, sbocciamo e viviamo e respiriamo nella relazione con voi”. Ed ancora: “voi che ci avete seguiti durante le puntate di “Si fa di Sabato!” di Controradio, a teatro ai nostri spettacoli, al cinema, in tv, voi che come noi siete chiusi in casa ad aspettare che passi pure questa nottata. Non ci manca l’applauso, non ci manca il palco o la telecamera, ci manca di aver paura prima di andare in scena, ci manca la preoccupazione legata ad un testo che prima di salire sul palco non sappiamo mai davvero se funzionerà, ci manca quell’emozione infinita che si prova quando si capisce che si sta tessendo una trama robusta con chi ci sta ascoltando. Ci manca quel senso indescrivibile di riconoscenza che si prova alla fine di uno spettacolo, ci manca tutto quanto realizza fisicamente la nostra relazione con voi, e allora eccoci: noi ci siamo”. Gli attori, gli autori, la radio, nessuno percepisce compensi per l’iniziativa, è un atto di donazione agli ascoltatori, orfani di teatro e di spettacolo, nell’attesa che tutto ricominci.

Il programma va in onda al venerdì alle ore 9.35 e in replica la domenica alle ore 12.00 su Controradio FM 93.6 – 98.9 (tramite la app Controradio Firenze e in streaming su www.controradio.it). La versione video della trasmissione (registrata a distanza, tramite videoconferenza), va in onda su Instagram TV di Controradio e sul sito www.controradio.it, alle ore 21.00 del lunedì successivo alla versione radiofonica.

Esilaranti gli interventi di Gaia Nanni con le “Quarantena Girls, ovvero le amiche della Nanni”, una carrellata di personaggi incontrati ai tempi del coronavirus. Stefano Santomauro è nella sua Livorno e ci racconta ciò che vede da “Il balcone di Santomauro”. Ed ancora “la posta della Dany”: gli ascoltatori scrivono a Daniela Morozzi che conduce la trasmissione con Raffaele Palumbo, impegnato nel racconto dei fatti della settimana (“Sostiene Palumbo”). Valerio Nardoni recita poesie in “Che verso che fa” e la rubrica “Google spòstati!” trasmette consigli di chi le cose le fa davvero! Molti gli interventi degli ascoltatori in trasmissione dal “canta che ti passa” al “come i figli trascorrono la giornata”, alle “storie dalla quarantena”. Le musiche originali sono scritte dal maestro Stefano (Cocco) Cantini e la trasmissione è una produzione Controradio e Lo Stanzone delle Apparizioni.

L'articolo “Tutti a Casa Morozzi, con l’autocertificazione per motivi di necessità” proviene da www.controradio.it.