Meningite: due casi a Lucca, grave una donna per tipo C

Meningite: due casi a Lucca, grave una donna per tipo C

Una donna di 56 anni, residente nel comune di Capannori (Lucca), è ricoverata all’ospedale San Luca di Lucca con diagnosi di meningite di tipo C. La donna, attualmente in terapia intensiva con prognosi riservata, è in condizioni gravi ma stabili. Lo comunica, in una nota, l’Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

Il servizio di igiene e sanità pubblica dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, precisa la nota, ha già eseguito tutti i controlli e i necessari interventi di profilassi sui familiari e sui contatti stretti della donna.

E’ ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Lucca anche un paziente di 34 anni, della Valle del Serchio, che si è rivelato – in seguito agli esami di laboratorio – affetto da meningite da pneumococco. La prognosi è riservata ma il quadro clinico è in miglioramento. La meningite da pneumococco, spiega l’Asl, a differenza di altri tipi di meningite, non dà origine a focolai epidemici e per questo motivo non è richiesta in questo caso la profilassi per i contatti stretti. (

L’articolo Meningite: due casi a Lucca, grave una donna per tipo C proviene da www.controradio.it.

Pescia: chiuse indagini su ex sindaco Giurlani

Pescia: chiuse indagini su ex sindaco Giurlani

Secondo quanto accertato dalla finanza, tra il 2005 e il 2016 Giurlani si sarebbe appropriato di denaro appartenente all’Uncem, ‘autoliquidandosi’ oltre 300mila euro senza alcuna giustificazione di spesa e altri 240mila creando giustificazioni contabili fittizie

Chiusa l’inchiesta della procura di Firenze che il primo giugno scorso aveva portato all’arresto, in esecuzione di misura cautelare ai domiciliari, dell’ex sindaco di Pescia ed ex presidente Uncem Oreste Giurlani, accusato dei reati di peculato e traffico di influenze.
L’avviso di conclusione indagini, l’ultimo passo prima della richiesta di rinvio a giudizio, è stato notificato il 18 dicembre scorso a Giurlani e all’altra persona indagata nell’ambito dell’inchiesta, un architetto di Prato, 71enne, accusato di traffico di influenze. Secondo quanto accertato dalla finanza, tra il 2005 e il 2016 Giurlani si sarebbe appropriato di denaro appartenente all’Uncem, ‘autoliquidandosi’ oltre 300mila euro senza alcuna giustificazione di spesa e altri 240mila creando giustificazioni contabili fittizie. Inoltre avrebbe ricevuto dall’Uncem compensi per 143mila euro per consulenze dal lui effettuate a seguito di incarichi autoconferiti.
Per quanto riguarda il reato di traffico di influenze, per Giurlani l’accusa è quella di essersi fatto pagare la cifra di 39mila euro dall’architetto pratese, come prezzo della sua mediazione illecita per l’accreditamento presso enti pubblici di uno strumento informatico da lui creato.

L’articolo Pescia: chiuse indagini su ex sindaco Giurlani proviene da www.controradio.it.

Arte: Uffizi ‘in trasferta’ nel segno delle donne

Arte: Uffizi ‘in trasferta’ nel segno delle donne

 Nel mese di marzo, le Gallerie degli Uffizi porteranno la grande arte fuori da Firenze, nel vicino comune di Bagno a Ripoli con una mostra che metterà al centro le donne artiste e musiciste del Cinquecento e del Seicento, accolta all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote.

Nell’ambito dell’esposizione, curata da Laura Donati e al via l’8 di marzo, giornata della donna, ci saranno, in trasferta dalla celebre galleria vasariana, dipinti, autoritratti, incisioni, documenti e volumi a stampa, riguardanti le maggiori protagoniste del panorama musicale a cavallo tra il XVI e il XVII secolo: musiciste, compositrici ma anche cantanti e illustri rappresentanti di un mecenatismo declinato tutto al femminile. Tra le opere in mostra anche il celebre autoritratto di Marietta Robusti, detta ‘Tintoretta’, figlia prediletta dell’omonimo artista, musicista e lei stessa pittrice; il ritratto della “Cantatrice” dei Medici Checca Costa e quello di Vittoria della Rovere, madre del Granduca Cosimo III e grande amante delle arti e mecenate e testimonianze documentarie su Francesca Caccini, compositrice passata alla storia per essere la prima donna ad aver scritto un’opera (La liberazione di Ruggiero dall’Isola di Alcina, 1625). Ad annunciare l’esposizione, oggi, è stato il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini.
“La connessione al territorio – commenta il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt – è una delle missioni principali delle Gallerie degli Uffizi, come anche scritto nel nostro Statuto. La mostra che apriremo per la festa della donna, insieme al Comune di Bagno a Ripoli nell’Oratorio di Santa Caterina, è dedicata alle donne musiciste tra Cinquecento e Seicento: un argomento sofisticato e raro, che rivela un universo femminile di profondo spessore intellettuale. Le magnifiche opere esposte, i ritratti di queste ‘signore della musica’, i testi rari e i disegni preziosi, prestati dalle Gallerie degli Uffizi, trovano nell’Oratorio di Santa Caterina – dedicato a una santa colta e studiosa – un confronto tematico felicissimo”.

L’articolo Arte: Uffizi ‘in trasferta’ nel segno delle donne proviene da www.controradio.it.

Livorno via a piano straordinario ‘emergenza freddo’

Livorno  via a piano straordinario ‘emergenza freddo’

ll Comune ha attivato la prima parte del piano, offrendo un riparo sicuro per i senza fissa dimora e sono assicurati fino al 28 febbraio 14 posti letto in albergo. L’ospitalità prevede anche la prima colazione.

Misure straordinarie a Livorno per fronteggiare l’emergenza freddo. Il Comune ha attivato la prima parte del piano, offrendo un riparo sicuro per i senza fissa dimora e sono assicurati fino al 28 febbraio 14 posti letto in albergo. L’ospitalità prevede anche la prima colazione. Le persone che usufruiscono del servizio sono seguite dagli operatori del Centro di ascolto.
“Attraverso proprie strutture di uso ordinario (centri di accoglienza) e l’utilizzo di queste misure – ha detto l’assessore al Sociale Ina Dhimgjini – l’amministrazione comunale intende fare tutto il possibile per assicurare, partendo dalle festività Natalizie, un idoneo sostegno a chi ha bisogno di una sistemazione di emergenza dignitosa nella stagione invernale”. Nei prossimi giorni verrà perfezionata anche l’iniziativa dell’ulteriore estensione, per un periodo di circa quattro settimane, dei posti letto garantiti presso il Sefa (Social emergency first aid). Si tratta di altri 10 posti da utilizzare oltre a quelli già garantiti ordinariamente dalla struttura di via Terreni.

L’articolo Livorno via a piano straordinario ‘emergenza freddo’ proviene da www.controradio.it.

Pisa: nasce laboratorio italo-cinese ricerca aerospaziale

Pisa: nasce  laboratorio italo-cinese ricerca aerospaziale

Il Sino-Italian Information Engineering (Siie), inaugurato oggi, è un  laboratorio congiunto tra il dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa e l’Institute of Space Long March Vehicle di Pechino, parte del China Aereospace Science and Technology Corporation.

L’accordo, firmato dai direttori dei due istituti in presenza del rettore dell’Università di Pisa, Paolo Mancarella, e del prorettore alla cooperazione e relazioni internazionali, Francesco Marcelloni, si occuperà di ricerche su elettromagnetismo applicato, elettronica e nanotecnologie.

L’intesa, sottolinea Giuseppe Anastasi, direttore del dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, “è il risultato di una collaborazione tra il nostro istituto e quello cinese, che dura ormai da diversi anni e che è stata avviata da Agostino Monorchio in occasione di diverse visite a Pechino per seminari avanzati sui temi di materiali artificiali con proprietà elettromagnetiche e superfici ‘intelligenti’, in grado di deviare le onde elettromagnetiche in maniera opportuna per realizzare filtri spaziali, invisibilità a microonde e antenne nascoste”. Secondo Anastasi, “formalizzare questa collaborazione faciliterà ulteriormente scambi fruttuosi di ricercatori e conoscenze e ci darà la possibilità di accedere a varie forme di finanziamento alla ricerca”.

La nascita del laboratorio congiunto prevede, oltre ad attività di ricerca congiunta e la possibilità di studiare progetti di frontiera che possono ottenere finanziamenti da varie linee di ricerca, cinesi ed europee, la permanenza a Pisa di due ricercatori all’anno provenienti dall’istituto di Pechino, la visita in Cina di docenti e ricercatori di Ingegneria dell’Informazione e la creazione di corsi di formazione sulle tematiche di ricerca del laboratorio.

L’articolo Pisa: nasce laboratorio italo-cinese ricerca aerospaziale proviene da www.controradio.it.