Da Firenze Oxfam promuove corso per propri operatori su abusi di genere

Da Firenze Oxfam promuove corso per propri operatori su abusi di genere
Eleonora Pinzuti

Dopo lo scandalo sessuale di Haiti che ha coinvolto Oxfam Gran Bretagna e reso noto dal Times questa estate, in Italia l’Ong dà vita dal primo ottobre ad un corso che si terrà a Firenze di formazione e ascolto dei propri collaboratori come deterrente agli abusi di genere, per l’attivazione di relazioni paritarie.

Oxfam ha deciso di iniziare dunque a Firenze un percorso  di 3 corsi di 3 incontri ciascuno per un totale di circa 80 collaboratrici/collaboratori.

Il corso è pensato e condotto da Eleonora Pinzuti che Chiara Brilli ha intervistato.

“La violenza contro le donne, economica, sociale, funzionale, è un dato strutturale dei rapporti egemonici del nostro pianeta e del nostro tempo. La presenza ‘endemica’ della gender violence (in forme differenti per luoghi e culture) rappresenta una ‘prevedibilità’ che, di contro, deve rendere altrettanto sistemiche le modalità reattive e contrastive del fenomeno – spiega la dott.ssa Pinzuti – Questo percorso rappresenta un impegno concreto contro l’harrassement, il raping e le molteplici declinazioni degli abusi di genere (dalla violenza fisica, a quella psicologica, da quella economica, a quella sessuale, da quella sociale a quella funzionale), prevede dunque una formazione lifelonglearning che da un lato decostruisca l’introiezione delle forme tacite e socialmente costituite di violenza, e dall’altro attivi un agire paritario, un sentire paritario, un pensare paritario: una vigilanza di genere come deterrente all’introiezione del disvalore femminile, per uomini e donne”.

L'articolo Da Firenze Oxfam promuove corso per propri operatori su abusi di genere proviene da www.controradio.it.

Presidio agenti polizia penitenziaria del Sappe a Sollicciano

Presidio agenti polizia penitenziaria del Sappe a Sollicciano

Firenze, protesa degli agenti di polizia penitenziaria del Sappe, che hanno dato vita ad un presidio davanti al carcere di Sollicciano.

Gli agenti hanno protestato, si legge in un comunicato del sindacato Sappe, “per la mancanza di personale, il non rispetto dei diritti soggettivi, un’organizzazione dei servizi assolutamente fallimentari e fatiscente ed una situazione di precaria sicurezza”.

“La situazione interna alle carceri toscane e’ diventata invivibile – dice Pasquale Salemme, segretario del Sappe per la Toscana – Da mesi, inascoltati, chiediamo inoltre un’ispezione ministeriale nelle carceri toscane per verificare le molte anomalie che si registrano sistematicamente sull’organizzazione del lavoro”, aggiunge.

Al sit-in era presente anche Donato Capace, segretario generale del sindacato, che chiede al ministero di giustizia di dotare di pistola taser e spray al peperoncino anche le guardie carcerarie: “Ogni giorno – spiega Capece – giungono notizie di aggressioni. E allora è mai possibile che nessuno, al ministero della Giustizia e ai dipartimenti di amministrazione penitenziaria, della giustizia minorile e di comunita’, abbia pensato di introdurre anche per la polizia penitenziaria strumenti come quelli dati in uso a Polizia e Carabinieri, come la pistola taser e lo spray al peperoncino?”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Donato Capace, segretario generale del Sappe.

L'articolo Presidio agenti polizia penitenziaria del Sappe a Sollicciano proviene da www.controradio.it.

Fiorentina Women’s qualificata agli ottavi Champions

Fiorentina Women’s qualificata agli ottavi Champions

La Fiorentina Women’s si è qualificata agli ottavi di Champions League vincendo in casa delle danesi del Fortuna HJorring.

La Fiorentina Women’s si è qualificata agli ottavi di Champions League vincendo in casa delle danesi del Fortuna Hjorring per 2-0: a segno, al 15′ e al 25′ del primo tempo, la scozzese Lana Clelland.

La squadra viola, vittoriosa all’andata con lo stesso risultato, aveva eliminato il Fortuna ai sedicesimi anche la scorsa stagione.

Gimmy Tranquillo ha raccolto il commento e la soddisfazione del presidente Sandro Mencucci.

L'articolo Fiorentina Women’s qualificata agli ottavi Champions proviene da www.controradio.it.

A fuoco deposito rifiuti speciali nel Pisano. Verifiche di Arpat e Asl

A fuoco deposito rifiuti speciali nel Pisano. Verifiche di Arpat e Asl

Un deposito di rifiuti speciali di un azienda di Santa Croce sull’Arno (Pisa) è andato a fuoco la scorsa notte ma l’intervento dei vigili del fuoco ha permesso di domare in fretta l’incendio impedendo che le fiamme si propagassero al resto dello stabilimento.

L’allarme è scattato intorno alle 23.30 e alle due i pompieri avevano completamente estinto il rogo. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici di Arpat e Asl per valutare eventuali conseguenze ambientali e per la salute dovute all’incendio.

L’incendio nel deposito di rifiuti speciali è avvenuto in un capannone dell’azienda Waste Recycling e ha provocato danni contenuti all”immobile: le pareti sono state annerite dal fumo e il calore ha provocato lo scoppio delle finestre ma le strutture portanti sono rimaste intatte. Lo ha reso noto l’azienda precisando che “il rogo non ha prodotto fumi o esalazioni pericolose per la salute pubblica”. “Le fiamme – aggiunge la Waste – sono state innescate da una scintilla incandescente dopo i lavori di triturazione dei rifiuti stoccati nel deposito, ovvero materie plastiche e imballaggi. L’incendio è stato spento rapidamente e l”azienda ha ripreso regolarmente la sua attività”.

L'articolo A fuoco deposito rifiuti speciali nel Pisano. Verifiche di Arpat e Asl proviene da www.controradio.it.

Fiamme alte a Vicopisano. Nuovamente attivati i mezzi aerei

Fiamme alte a Vicopisano. Nuovamente attivati i mezzi aerei

L’incendio del Monte Serra nel Pisano non è ancora spento anzi nella zona di Lugnano, nel comune di Vicopisano c’è stata una ripresa sul crinale sopra la località Noce e le fiamme sono alte e ben visibili anche a grande distanza.

Sul posto stanno già operando le squadre vigili del fuoco e i volontari della protezione: sono stati attivati i mezzi aerei per un rapido intervento. Sul resto del monte, sul territorio del comune di Calci, il rogo è praticamente spento.

La procura intanto procede con la sua inchiesta per incendio doloso. Il fascicolo è sempre contro ignoti, nessuna pista è trascurata. Sono state acquisite immagini dalle telecamere di sorveglianza presenti nella zona ma, secondo quanto si apprende, al momento non darebbero contributi decisivi. Il comandante provinciale dei carabinieri, Nicola Bellafante, ha precisato che “non esiste una lista di sospettati: raccogliamo informazioni e facciamo domande senza tralasciare alcuna ipotesi. Al momento non ci sono particolari sospetti su qualcuno”.

A Montemagno, frazione di Calci sopra la celebre Certosa, monumento più visitato dopo la Torre pendente nella provincia pisana, ci sarebbe almeno una decina di case andate completamente o parzialmente distrutte. Ma soprattutto è sparito il bosco: migliaia di pini marittimi e olivi sono inceneriti. I danni sono ingentissimi. Oltre all’emergenza dei 430 sfollati. Gran parte ha trovato ospitalità temporanea da parenti e amici.

 

L'articolo Fiamme alte a Vicopisano. Nuovamente attivati i mezzi aerei proviene da www.controradio.it.