Regionali, Sì Toscana: si voti con proporzionale puro

Regionali, Sì Toscana: si voti con proporzionale puro

Sì Toscana a sinistra ha richiesto che “la Toscana voti con proporzionale puro”. I consiglieri regionali Tommaso Fattori e Paolo Sarti hanno depositato una proposta di legge elettorale regionale di tipo proporzionale, in sostituzione del cosiddetto ‘Toscanellum’ attualmente in vigore. La legge entrerebbe in funzione per il prossimo rinnovo del Consiglio regionale e per l’elezione del presidente della Giunta.

Alla legge elettorale  vera e propria, si legge in una nota del Consiglio della toscana, che delinea un sistema proporzionale puro per l’elezione dell’Assemblea legislativa regionale, è affiancata una proposta di legge di modifica statutaria. Tale proposta prevede l’elezione indiretta del presidente della Regione da parte del Parlamento regionale, riaffermando la centralità dell’assemblea elettiva, similmente a quanto avviene a livello nazionale.

La proposta di Sì Toscana a sinistra introduce anche la mozione di sfiducia costruttiva, a garanzia della stabilità del governo regionale. “E’ tempo di scelte nette – sottolineano i due consiglieri -, siamo da sempre coerentemente proporzionalisti e ci auguriamo che oggi siano in molti a vedere il rischio di meccanismi elettorali maggioritari che consegnano la maggioranza dei seggi a chi è minoranza nella società. I sistemi elettorali devono essere valutati indipendentemente dalle contingenze ma è evidente che se c’è un voto utile contro la Lega di Salvini è proprio quello a favore di una legge elettorale proporzionale che rappresenti le forze politiche secondo il loro reale peso nella società. Sarà inutile – concludono i due consiglieri – piangere poi sul latte versato”.

L'articolo Regionali, Sì Toscana: si voti con proporzionale puro proviene da www.controradio.it.