Inaugurati due treni ‘Jazz’ sull’Arezzo-Stia

Inaugurati due treni ‘Jazz’ sull’Arezzo-Stia

Taglio del nastro e viaggio inaugurale del primo dei due nuovi treni ‘Jazz’, composti da 5 carrozze ciascuno, avvolti nella nuova livrea grigia e blu di TFT che possono offrire fino a 290 posti.

I treni ‘Jazz’ sono prodotti da Alstom e sono capaci di raggiungere una velocità di 160 km orari e rappresentano una grande innovazione ed un significativo balzo di qualità per TFT, gestore del servizio ferroviario lungo l’unica linea ferroviaria di proprietà della Regione Toscana.

“Oggi è una giornata di festa perché andiamo ad inaugurare due nuovi treni che rappresentano il grande impegno che la Toscana ha messo nel migliorare il servizio ferroviario in questi ultimi anni. Ne abbiamo fatta di strada da quando io e l’assessore salivamo sui treni del mattino insieme ai pendolari ed ai comitati per protestare”.

Così il presidente della Toscana Enrico Rossi ha salutato l’entrata in servizio dei nuovi treni Jazz dtft sulla linea regionale Sinalunga Arezzo stia. Rossi ha partecipato al taglio del nastro ed al viaggio inaugurale del primo dei nuovi convogli, insieme all’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, ai rappresentanti delle istituzioni aretine ed a numerosi sindaci della Valdichiana e del Casentino.

“Legambiente – ha concluso Rossi – colloca la Toscana in cima alle graduatorie relative al trasporto su ferro e questo avviene perché la nostra attenzione a questo tema è reale. Viaggiare in treno, infatti, è anche un tipo di ‘salario indiretto’, in quanto costa meno del viaggiare in auto e aumenta la sicurezza, oltre ad inquinare di meno”.

Rispondendo alle domande dei giornalisti il presidente ha inoltre ricordato che la Toscana è tra le poche Regioni a non aver chiuso linee ferroviarie minori e che, al contrario, durante le sue legislature ben tre tratte chiuse sono state riaperte: la Cecina-Saline di Volterra, la Grosseto-Siena e la Porrettana.

Soddisfatto anche l’assessore Ceccarelli. “I nuovi treni Jazz presentati oggi – ha detto – sono due, gemelli. Sono treni moderni, attrezzati in modo da facilitare il viaggio per chi ha ridotta mobilità, ma anche per trasportare più bici rispetto agli standard, una caratteristica che riteniamo possa esser utile anche per il turismo. Con questi treni sarà effettuato anche il servizio diretto per Firenze che verrà avviato a partire dal prossimo 11 dicembre”.

L'articolo Inaugurati due treni ‘Jazz’ sull’Arezzo-Stia proviene da www.controradio.it.

Tramvia: lavori “mangiano” 300 mq parco villa Vittoria

Tramvia: lavori “mangiano” 300 mq parco villa Vittoria

Tagliati anche decine di alberi, servono per sede tramviaria zona stazione.

Iniziati da oggi, nell’ambito dei lavori per la realizzazione delle nuove linee tramviarie a Firenze, gli interventi per “ridurre” il parco di villa Vittoria, in zona stazione a Firenze. L’operazione, prevista da anni nei piani per la costruzione dell’infrastruttura, prevede l’arretramento dell’area a verde lungo via Valfonda, in modo da garantire lo spazio per la sede della tramvia e per il passaggio dei mezzi di soccorso: complessivamente, il giardino perderà circa 300 metri quadrati.
Verranno inoltre tagliate alcune decine di alberi presenti da molti anni nello spazio ora interessato dai lavori: non verrà però toccato il grande cedro secolare del parco, vincolato dalla Sovrintendenza.
L’intervento durerà fino al termine previsto dal programma per la conclusione delle nuove linee, individuato dal Comune entro la fine di febbraio. Villa Vittoria è un edificio ottocentesco, collocato tra la stazione ferroviaria e la fortezza da Basso, attualmente sede di Firenze Fiera, del Palazzo degli Affari e del Palazzo dei Congressi.

L'articolo Tramvia: lavori “mangiano” 300 mq parco villa Vittoria proviene da www.controradio.it.