Tramvia Bagno a Ripoli: lunedì Nardella incontra soprintendente Pessina

Tramvia Bagno a Ripoli: lunedì Nardella incontra soprintendente Pessina

“Stiamo lavorando col soprintendente Pessina, con cui ci vedremo lunedì, proprio per mettere a punto tutte le migliore possibili sulla linea” della tramvia “che collegherà piazza della Libertà a Bagno a Ripoli”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenuto a ‘Pronto sindaco?’, su Italia 7. “Intanto – ha continuato – realizzeremo un ponte nuovo, all’altezza di via Villamagna da un lato e Lungarno Colombo dall’altro”.
Si tratta di “un ponte che faciliterà anche il traffico privato. Inoltre stiamo studiando qualche sottoattraversamento sulla linea tramviaria, lo vedremo nelle prossime settimane. Sono allo studio dei sottoattraversamenti sulla linea nuova, quella per Bagno a Ripoli, per il traffico viario in modo da isolare il percorso delle auto col percorso della tramvia. Questo darebbe ottimi risultati al traffico”.
“Se invece – ha concluso – si parla di metropolitana sotterranea più volte abbiamo detto che Firenze non è una città da 1, 2 o 3 milioni di abitanti da poter sostenere, sia come costi che come infrastruttura, una metropolitana”.

L'articolo Tramvia Bagno a Ripoli: lunedì Nardella incontra soprintendente Pessina proviene da www.controradio.it.

Bettarini: al via piano di rischio aeroporto Firenze

Bettarini: al via piano di rischio aeroporto Firenze

Via libera al piano di rischio dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze. Lo ha deciso la giunta di Palazzo Vecchio nel corso dell’ultima seduta, su proposta dell’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini, adottando il piano di rischio aeroportuale dopo il parere favorevole dell’Enac.

Viene adottata anche la variante semplificata al regolamento urbanistico e il piano strutturale che consente di adeguare gli strumenti comunali inserendo le modifiche e integrazioni relative alle zone di tutela individuate. Con la variante semplificata vengono inserite nel piano strutturale le regole per le diverse aree di tutela.
Il piano di rischio aeroportuale è stato elaborato congiuntamente dal Comune di Firenze e dal Comune di Sesto Fiorentino sui quali ricade lo scalo. La delibera dovrà ora passare all’esame del Consiglio comunale.
Per Bettarini si tratta di “un altro passo importante per stabilire regole urbanistiche certe nelle zone di tutela. Con questa variante, adeguiamo gli strumenti comunali alle prescrizioni dell’Enac inserendo le attività compatibili nelle diverse aree di tutela”.

L'articolo Bettarini: al via piano di rischio aeroporto Firenze proviene da www.controradio.it.