Pontedera: raid vandalico, 7 minorenni denunciati

Pontedera: raid vandalico, 7 minorenni denunciati

Sette minorenni di Pontedera (Pisa) sono stati denunciati dalla polizia per furto aggravato e danneggiamento in concorso per un raid vandalico commesso nel centro della città della Vespa la notte tra il 16 e il 17 febbraio scorso.

I giovani sono stati individuati grazie alle telecamere di videosorveglianza urbana e alle testimonianze dei residenti. Al culmine del raid, durante il quale hanno danneggiato diversi arredi urbani.
Le indagini di polizia municipale e agenti del commissariato di Pontedera si erano subito concentrate su un gruppo di studenti di alcune scuole superiori cittadine.
Le immagini estrapolate dalle telecamere di sicurezza hanno fatto il resto e così ieri, su disposizione della procura della Repubblica presso il tribunale dei minorenni di Firenze, sono scattate le perquisizioni a casa dei sette giovanissimi che hanno permesso di rintracciare elementi che gli inquirenti ritengono utili alle indagini.

L'articolo Pontedera: raid vandalico, 7 minorenni denunciati proviene da www.controradio.it.

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Minacciano e prendono a botte, con calci e pugni, un papà a passeggio con la bimba che poco prima li aveva rimproverati perchè tiravano sassi per gioco: così 11 ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 17 anni e un 18enne, sono stati denunciati per lesioni e minacce dai carabinieri della stazione di San Giovanni Valdarno (Arezzo).

Le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia di un trentenne che, lo scorso mese di ottobre, mentre accompagnava con il passeggino la figlioletta, passando vicino a un gruppo di undici ragazzi riunito nei pressi di una panchina, li aveva rimproverati perchè lanciavano sassi per gioco, con il rischio che qualche pietra potesse colpire anche la bambina. Dopo un primo diverbio, il gruppo di giovani proferendo minacce di morte, si è scagliato contro il papà trentenne che, a quel punto, ha avuto la peggio: è stato colpito con calci e pugni dalla baby gang. Il trentenne è ricorso alle cure dei sanitari al pronto soccorso, ricevendo otto giorni di prognosi.

Le indagini dei carabinieri, che si sono avvalse anche del contributo di alcuni testimoni, hanno permesso di identificare il gruppo degli 11 ragazzi, che sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Firenze e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo per i reati di lesioni aggravate e minaccia aggravata.

L'articolo Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce proviene da www.controradio.it.

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Minacciano e prendono a botte, con calci e pugni, un papà a passeggio con la bimba che poco prima li aveva rimproverati perchè tiravano sassi per gioco: così 11 ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 17 anni e un 18enne, sono stati denunciati per lesioni e minacce dai carabinieri della stazione di San Giovanni Valdarno (Arezzo).

Le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia di un trentenne che, lo scorso mese di ottobre, mentre accompagnava con il passeggino la figlioletta, passando vicino a un gruppo di undici ragazzi riunito nei pressi di una panchina, li aveva rimproverati perchè lanciavano sassi per gioco, con il rischio che qualche pietra potesse colpire anche la bambina. Dopo un primo diverbio, il gruppo di giovani proferendo minacce di morte, si è scagliato contro il papà trentenne che, a quel punto, ha avuto la peggio: è stato colpito con calci e pugni dalla baby gang. Il trentenne è ricorso alle cure dei sanitari al pronto soccorso, ricevendo otto giorni di prognosi.

Le indagini dei carabinieri, che si sono avvalse anche del contributo di alcuni testimoni, hanno permesso di identificare il gruppo degli 11 ragazzi, che sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Firenze e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo per i reati di lesioni aggravate e minaccia aggravata.

L'articolo Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce proviene da www.controradio.it.

Video con sesso tra minori, aperta inchiesta a Firenze

Video con sesso tra minori, aperta inchiesta a Firenze

Video con scene di sesso tra minori condiviso sui social, la madre di un bambino lo scopre e lo segnala alla scuola

La procura minorile di Firenze ha aperto un’inchiesta, per ora contro ignoti, riguardo a video con scene di sesso che coinvolgono minori condivise anche sui social. Lo riporta il Corriere Fiorentino nell’edizione odierna spiegando che i minori coinvolti sarebbero almeno quattro: una bambina, due ragazzini e chi filmava la scena con lo smartphone.

Secondo la ricostruzione del quotidiano i video sarebbero stati trovati da una madre che, avendo riconosciuto il giro di condivisioni tra alunni di un istituto della provincia di Firenze, li ha segnalati alla preside della scuola che a sua volta, ha fatto la denuncia ai carabinieri.

Sui video la procura presso il tribunale dei Minori di Firenze ha avviato un’inchiesta. Toccherà alla polizia postale bloccare la diffusione del video e, soprattutto, risalire a chi ha messo in rete quel terribile filmato in cui una bambina di non più di 10 anni fa sesso con due ragazzini di forse due, tre anni più grandi di lei.

Sul Corriere Fiorentino è emerso che anche il parroco del paese, rimasto molto scosso dalla vicenda, è pronto ad unirsi all’appello della Procura per i minori e all’identico proposito della dirigente scolastica: “Babbi e mamme devono sempre controllare i cellulari dei figli. Rinnoverò il mio appello durante gli incontri con i catechisti”.

L'articolo Video con sesso tra minori, aperta inchiesta a Firenze proviene da www.controradio.it.

Video con sesso tra minori, aperta inchiesta a Firenze

Video con sesso tra minori, aperta inchiesta a Firenze

Video con scene di sesso tra minori condiviso sui social, la madre di un bambino lo scopre e lo segnala alla scuola

La procura minorile di Firenze ha aperto un’inchiesta, per ora contro ignoti, riguardo a video con scene di sesso che coinvolgono minori condivise anche sui social. Lo riporta il Corriere Fiorentino nell’edizione odierna spiegando che i minori coinvolti sarebbero almeno quattro: una bambina, due ragazzini e chi filmava la scena con lo smartphone.

Secondo la ricostruzione del quotidiano i video sarebbero stati trovati da una madre che, avendo riconosciuto il giro di condivisioni tra alunni di un istituto della provincia di Firenze, li ha segnalati alla preside della scuola che a sua volta, ha fatto la denuncia ai carabinieri.

Sui video la procura presso il tribunale dei Minori di Firenze ha avviato un’inchiesta. Toccherà alla polizia postale bloccare la diffusione del video e, soprattutto, risalire a chi ha messo in rete quel terribile filmato in cui una bambina di non più di 10 anni fa sesso con due ragazzini di forse due, tre anni più grandi di lei.

Sul Corriere Fiorentino è emerso che anche il parroco del paese, rimasto molto scosso dalla vicenda, è pronto ad unirsi all’appello della Procura per i minori e all’identico proposito della dirigente scolastica: “Babbi e mamme devono sempre controllare i cellulari dei figli. Rinnoverò il mio appello durante gli incontri con i catechisti”.

L'articolo Video con sesso tra minori, aperta inchiesta a Firenze proviene da www.controradio.it.