Turismo, approvati due schemi di accordo Mibact-Regioni per sviluppo Cammini

FIRENZE – Due accordi operativi con il Mibact per lo sviluppo dei Cammini in Toscana. I due accordi sono contenuti in due delibere, approvate nell'ultima seduta della giunta regionale, che si propongono come obiettivo la realizzazione di percorsi di livello nazionale omogenei per qualità del tracciato, unitarietà di immagine e servizi, in modo da poter avviare un'azione mirata di promozione a livello internazionale. I Cammini presi in considerazione dai due accordi, entrambi finanziati dal Mibact, sono la Via Francigena (i firmatari sono il ministero e le Regioni Toscana, Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Molise, Basilicata, Puglia) ed i cammini religiosi di San Francesco, San Benedetto e Santa Scolastica (con firmatari ministero e Regioni Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Marche e Umbria). Se n'è parlato oggi nel corso del briefing di stamani che il presidente Rossi ha tenuto con i giornalisti.

In entrambi i casi il finanziamento per la realizzazione dell'accordo ammonta a 19,5 milioni di euro provenienti dal Fondo Sviluppo e Coesione 2014-20. Il dettaglio sulla ripartizione per Regione sarà oggetto di atto successivo dopo l'approvazione da parte del Mibcat.

"La Toscana – ha detto l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – ha caratteristiche paesaggistiche ed un patrimonio culturale che la rendono un territorio potenzialmente denso di antichi cammini. Alcune di queste vie, come la Francigena, sono molto conosciute e la Regione insieme ai Comuni coinvolti ha già avviato da circa dieci anni un percorso di crescita sia dal putno di vista infrastrutturale che promozionale. Ci sono invece altri cammini, esistenti e in parte praticati, che necessitano di azioni di armonizzazione, progettazione e promozione ancora da condividere attraverso operazioni analoghe condotte con la Francigena. Questi due accordi vanno proprio in questa direzione".

L'accordo definisce ruoli e compiti dei firmatari stabilendo anzitutto che la direzione generale turismo del ministero coordina la programmazione degli interventi mentre alle Regioni spetta il coordinamento degli interventi realizzati direttamente o da enti locali.

Le Regioni, entro un termine massimo di 120 giorni dalla firma, si impegnano a fornire la rappresentazione georeferenziata dei tratti di competenza, compresi quelli alternativi, condivisi con le regioni limitrofe, un documento sullo stato di conservazione, fruizione ed accessibilità, le schede progettuali di intervento ed il piano complessivo regionale delle azioni da effettuarsi nel proprio territorio con le proposte regionali in ordine di priorità. Il Mibact, a sua volta, entro 90 giorni dal ricevimento della documentazione finale, provvede a definire il Piano degli interventi. Entro due mesi dalla definizione di quest'ultimo ogni regione dovrà poi trasmettere i progetti esecutivi. Sempre alle Regioni spetta comunicare e trasmettere al ministero tutti gli atti relativi ai bandi di gara per l'affidamento dei lavori e tutti gli stati di avanzamento e le eventuali modifiche, integrazioni o variazioni dei progetti.

Secondo gli accordi un terzo del finanziamento è destinato al finanziamento di attività di carattere trasversale coordinate dal Mibact, gli altri due terzi saranno utilizzati per le attività da realizzare a livello regionale e locale. Il termine dei lavori è stabilito entro il 31 dicembre 2022.

Turismo, approvati standard minimi prodotto turistico ‘Cammini di Toscana’

FIRENZE – Via libera dalla giunta regionale alla delibera con la quale vengono approvati gli standard minimi per la definizione del prodotto turistico omogeneo ‘Cammini di Toscana', strumento introdotto dalla nuova legge regionale, ed il Vademecum redatto dall'AEVF, l'Associazione Europea delle Vie Francigene, che definisce gli standard europei del percorso Via Francigena. E' stato, questo, uno degli atti illustrati nel corso del briefing del presidente Rossi.

Il primo documento punta a definire la strategia e le regole operative per la definizione, la progettazione, l'attivazione, il coordinamento e la gestione dei Cammini che si sviluppano come Prodotto turistico su percorsi storico/culturali/paesaggistici di riconosciuto valore. Un processo che trova attuazione anzitutto attraverso il coinvolgimento primario e sinergico delle amministrazioni pubbliche locali e, successivamente, delle organizzazioni associative ed imprenditoriali che operano sul territorio su cui si realizza il Cammino.

Il secondo stabilisce gli standard qualitativi comuni e condivisi essenziali per garantire la sicurezza e la fruibilità dell'itinerario, fornendo le linee guida per la fase di progettazione e realizzazione del percorso, manutenzione e posta della segnaletica, per l'organizzazione dell'accoglienza, all'interno di un sistema di programmazione e valorizzazione partecipata, rispettoso del principio di sussidiarietà tra i livelli di responsabilità coinvolti. Il documento è frutto del lavoro congiunto di AEVF con le Regioni europee aderenti al Comitato Europeo di Coordinamento Tecnico Interregionale della Via Francigena, in stretta collaborazione con associazioni nazionali e locali quotidianamente coinvolte nella valorizzazione del percorso europeo.

Qualche dato. Il fenomeno dei cammini esprime la domanda, in forte crescita, di viaggi "green" associati alla mobilità dolce e sostenibile. Secondo l'osservatorio della Borsa Italiana del Turismo la crescita del segmento è stata del 9% annuo e secondo la Fondazione Univerde il 16% degli italiani dichiara di praticare solo turismo sostenibile. Il turismo lento e sostenibile, in Toscana sta diventando un volano di crescita turistica ed economica per quelle aree marginali ai grandi flussi turistici. Sempre più persone scelgono di muoversi anche per lunghi tratti e più giorni, a piedi e in bicicletta (minore è l'impatto dei movimenti a cavallo). Solo nel 2016 "La Via degli Dei", percorso di trekking che collega Bologna a Firenze, è stata percorsa da 6.500 visitatori (+1500 rispetto al 2015). Secondo le ultime rilevazioni effettuate dal AEVF, nel 2017 sono circa 40.000 le persone che hanno percorso la Via Francigena; di questi, due terzi hanno percorso il tratto toscano che risulta essere, grazie agli investimenti promossi dalla Regione per oltre 15 milioni di euro negli anni passati, quello maggiormente strutturato e con una rete di accoglienza diffusa sul territorio. I flussi sono sottostimanti a causa delle metodologie di rilevazione statistica che riguardano i dati dei pernottamenti a cui sfuggono alcune forme di accoglienza particolarmente presenti sui percorso escursionistici.

Ricordiamo che nel 2017 la Regione Toscana insieme a Lazio, Liguria, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Valle D'Aosta hanno presentato la candidatura ufficiale UNESCO della Via Francigena alla "Tentative List" come patrimonio dell'Umanità. Il Mibact ha dichiarato il 2016 Anno dei Cammini, il 2017 Anno dei Borghi, il 2018 Anno del Cibo e indicherà il 2019 l'anno nazionale del turismo lento.

Firenze: sabato 23 open day alla Manifattura Tabacchi

Firenze: sabato 23 open day alla Manifattura Tabacchi

Un’occasione  per conoscere il futuro della Manifattura Tabacchi, proporre idee e spunti, trascorrere una giornata in un luogo unico tra visite guidate, performance artistiche e food&drink.

La Manifattura Tabacchi apre le sue porte ai fiorentini sabato 23 giugno in occasione di un Open Day ricco diappuntamenti e attività a partire dalle visite al complesso guidate dai volontari del FAI Giovani di Firenze. La giornata offrirà inoltreun’anteprima delle proposte culturali che animeranno la Manifattura durante il periodo estivo con musica, performance artistiche,laboratori e nuovo artigianato. I food truck garantiranno ai visitatori di gustare un’ampia scelta di specialità di strada.Coni gelato e caffè in omaggio.

L’intervento di rigenerazione urbana attivato sulla Manifattura Tabacchi si propone di realizzare una piattaforma di crescita, un polo diaggregazione, aperto a tutti, connesso e sostenibile dove formazione, cultura, turismo e artigianato contemporaneodiventeranno nuove opportunità per la città, proiettandola nel futuro. Nel corso della giornata i visitatori avranno la possibilità di informarsisul progetto e contribuire coi loro spunti all’elaborazione di temi che riguardano la vivibilità dei quartieri e delle città di domani.

Alle 11:30 e alle 19:00, negli spazi approntati per ospitare gli eventi temporanei, i responsabili di MTDM – Manifattura TabacchiDevelopment Management presenteranno agli ospiti il progetto di riqualificazione che verrà portato avanti nei prossimi anni.

Questo Open Day è un momento davvero importante per noi – spiega Michelangelo Giombini, Head of product development di MTDMperchè avremo l’opportunità di incontrare quanti hanno a cuore la Manifattura e sono interessati a conoscere il nostro progetto,prendendoci il tempo di rispondere alle domande e ascoltare i loro suggerimenti. Quella di sabato 23 sarà una giornata importante,perché è una sorta di prova generale di quello che la Manifattura Tabacchi vuole essere per Firenze: uno spazio di condivisione e diincontro aperto a tutta la città”.

“Si apre al pubblico – ha commentato Tommaso Sacchi, curatore Estate Fiorentina un nuovo spazio da scoprire e da vivere. LaManifattura Tabacchi, per troppo tempo contenitore dimenticato, è pronta ad essere riqualificata e comincia la sua rigenerazioneproprio dall’estate e dai tanti appuntamenti già previsti che qui hanno trovato una location ideale. Siamo certi che proprio la cultura siauno degli snodi cruciali della valorizzazione di questo imponente e bellissimo luogo, patrimonio di archeologia industriale del Paese”.

 Le visite guidate

Per tutto il giorno saranno attive visite guidate alla scoperta della vasta area dismessa. I ciceroni saranno i volontari del FAI Giovani -Firenze, con il contributo degli ex-dipendenti della Manifattura. In ogni tappa del percorso, oltre a ricevere informazioni sul progetto dirigenerazione che sarà realizzato da qui a pochi anni, i visitatori assisteranno a performance in cui sono coinvolti oltre 50 artisti di realtàfiorentine.

Le visite guidate con performance saranno in totale 12, ciascuna della durata media di 50 minuti. (Partenze ore 10:00 | 10:20 | 10:40 | 11:00 |11:20 | 16:00 | 16:20 | 16:40 | 17:00 | 17:40 | 18:00.) Dati i posti limitati, per motivi organizzativi e di sicurezza, per partecipare è stata richiesta laprenotazione e le richieste sono state tantissime.

In soli due giorni, con la sola comunicazione su social network, i dodici turni delle visite guidate con performance sono al completo.Siamo entusiasti di questa risposta perché vuol dire che la Manifattura Tabacchi è un luogo che i cittadini vogliono scoprire e vivere”commenta Giombini.

Dato il grande interesse, l’organizzazione ha predisposto nuove visite accompagnate, senza performance, (dalle 12:00 alle 16:00). Perregistrarsi, occorre prenotarsi al sito: eventi.manifatturatabacchi.com

Artisti in Residenza

Sei giovani artisti che da settembre a gennaio per cinque mesi lavoreranno nella Manifattura Tabacchi lasciandosi ispirare dal luogo,presenteranno alcuni loro lavori nello spazio degli eventi temporanei. Il progetto delle residenze d’artista della Manifattura Tabacchi cheavrà titolo La Cura è ideato e diretto da Sergio Risaliti, direttore del Museo Novecento Firenze.

 

Per bambini e famiglie

L’Open Day della Manifattura vuole richiamare tutta la cittadinanza, ecco perché ci saranno attività e spazi allestiti per bambini e famiglie:laboratorio digitale a cura di Coder Dojo Firenze (14:30-18:00), laboratorio di costruzioni in legno a cura dell’Associazione CulturaleFantulin (10:30-12:30 e 15:00-19:00), e Area Baby allestita dallo Spazio CO-STANZA (10-13 e 16-22).

 

Dalle 15:00 alle 16:30 ci sarà, nello spazio eventi, l’incontro “L’educazione STEAM a Firenze e dintorni: educare il Genius Loci del futuro”,organizzato dal progetto europeo OpenMaker. Si presenteranno varie realtà che stanno sperimentando approcci innovativi all’educazione STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics) a Firenze e dintorni. Interverranno: Sandra Gualtieri (Centro diriuso creativo di materiale aziendale REMIDA), Valentina Ercolani (H-Farm, organizzatore degli SPARX Summer Camps che si terranno alla Manifattura Tabacchi a luglio 2018), Matteo Mazzoni (Fablab Firenze) e Nicola Madeddu (Paleos s.n.c., vincitore della call del progettoOpenMaker con il progetto di Robotica Educativa attualmente in sviluppo assieme all’azienda Edison Giocattoli).

 

La Piazza Dell’Orologio

Nel corso della giornata il pubblico potrà usufruire di attività e servizi allestiti all’aperto nel cortile della Piazza Dell’Orologio. Oltre al carretto delgelato offerto ai partecipanti, saranno presenti due food truck di Panino Tondo, un food truck di Fuori Posto e il bar a cura di Soul Kitchen.

Inoltre, ci saranno il mercato del nuovo artigianato a cura di Florence Factory e una photo booth a cura di

TAF Trova Allestisce e Fotografa, per un ricordo della giornata.

 

Il Party

Dalle 19:30 CANTE (Autentica) warm up dj set Dalle 21:30 Coma Cose Dj Set + mic

Dalle 23:00 Mirko Casalini (LattexPlus) Dj Set

L'articolo Firenze: sabato 23 open day alla Manifattura Tabacchi proviene da www.controradio.it.

Concorso per ricette salutari, il 18 giugno presentazione II edizione Eubiochef

FIRENZE – II edizione di Eubiochef, il contest organizzato da Fondazione ANT, Associazione Nazionale Tumori, e Vetrina Toscana per sensibilizzare le persone ad una cucina salutare attraverso la presentazione di ricette ‘eubiotiche' (dal greco eu-biotikós, che assicura il buon vivere). Tema di quest'anno sono le ricette di mare.

La presentazione è in programma lunedì prossimo, 18 giugno, alle ore 11 presso la sala stampa di Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze (piazza Duomo 10).

Intervengono l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, il medico nutrizionista nazionale ANT Enrico Ruggeri ed il delegato ANT Massa Carrara e Lucca Maria Grazia Menconi.

Toscana Arcobaleno d’Estate, lunedì 18 alle 12 presentazione dell’edizione 2018

FIRENZE – Torna Toscana Arcobaleno d'Estate, la grande festa di inizio estate organizzata dalla Regione e rivolta ai visitatori della Toscana. La 6a edizione è in programma nel weekend dal 21 al 24 giugno, con decine di eventi tra festival, concerti, degustazioni e mostre che coinvolgeranno tutto il territorio regionale.

La conferenza stampa di presentazione si terrà lunedì 18 giugno alle ore 12 a Palazzo Strozzi Sacrati (Firenze, piazza Duomo 10). Vi prenderanno parte Stefano Ciuoffo, assessore regionale al turismo, Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica, Paolo Chiappini, direttore di Fondazione Sistema Toscana, il direttore de La Nazione Francesco Carrassi e Aldo Cursano, presidente di Fipe-Confcommercio Toscana.

Toscana Arcobaleno d'Estate è organizzata da Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana, Anci, Ebtt-Ente Bilaterale Turismo Toscano e il media partner QN-La Nazione.