Turismo, il 21 maggio all’Istituto degli Innocenti presentazione di ‘Itinerari d’Autore’

FIRENZE - Un progetto che si compone di tre guide di viaggio sulle orme dei grandi artisti, dei grandi personaggi storici e dei grandi viaggiatori. Si tratta di ‘Itinerari d'Autore', ideato e promosso da Toscana Promozione Turistica e pensato per accompagnare il visitatore nelle storie che hanno reso unica la Toscana.

Lunedì prossimo, a partire dalle ore 9.30 all'Istituto degli Innocenti a Firenze, verrà presentato il primo volume ‘Alla scoperta della bellezza attraverso i grandi artisti' e illustrato il progetto complessivo.

Intervengono l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini, il coordinatore scientifico del progetto Mario Carniani del Centro Guide Turismo Firenze e Toscana e Roberta Masselli di Librì Progetti Educativi. Ci saranno anche tre autori che illustreranno alcuni percorsi.

Herit-Data, la Toscana capofila di un progetto sul turismo sostenibile

FIRENZE – Nel 2018, stima l'Irpet (Istituto per la programmazione economica in Toscana), i turisti potrebbero superare in Toscana le 100 mila presenze  e la Regione, assieme ad altre città e territori del Mediterraneo, studia e riflette sul turismo sostenibile. Del progetto, di cui la Toscana è capofila, si è discusso nel corso di un incontro di partenariato a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza. Gli altri partner sono la Fondazione per la ricerca e l'innovazione (Italia), la Fondazione Santa Maria la Real del patrimonio storico (Spagna), l'agenzia per lo sviluppo della città di Dubrovnik (Croazia), l'agenzia delle città e dei territori mediterranei sostenibili (Francia), la facoltà di scienza e tecnologia della Nuova università di Lisbona (Portogallo), la fondazione per la ricerca, la promozione e gli studi sul commercio della regione di Valencia (Spagna), la regione Occitanie/Pyrenees-Mediterranean (Francia), la CRPM (Francia), l'Agenzia per il turismo di Valencia (Spagna), la regione della Grecia occidentale (Grecia), il Centro di ricerca sullo spazio (Bosnia Erzegovina).

Il turismo, è la riflessione di partenza, porta sicuramente ricchezza e sviluppo economico. Con conseguenze non sempre positive, però: il turismo di massa comporta anche aggravi significativi - per l'ambiente, la sicurezza, le risorse - per i centri storici e per i siti di particolare interesse culturale o archeologico, numerosissimi in Toscana. Da qui l'idea di una gestione sostenibile dei flussi turistici, con l'aiuto delle tecnologie e valorizzando tutto il patrimonio culturale presente. Si sta iniziando raccogliendo dati e testando modelli e strategie.

Il progetto, Herit-Data, ha una durata di quattro anni e si inserisce nell'ambito del programma di cooperazione transnazionale Interreg Med. La Regione Toscana è capofila. Il budget a disposizione è di 4,2 milioni di euro, per l'85 per cento coperto da finanziamento comunitario. Sono previste cinque azioni pilota: in Toscana appunto, in Occitania, in Grecia occidentale, nella città vecchia di Dubrovnik in Croazia e a Valencia, in Spagna, per il turismo crocieristico.

"Per un territorio a vocazione turistica come la Toscana è fondamentale fare ricerca e applicare gli strumenti tecnologici anche al turismo – sottolinea l'assessore alla presidenza della Toscana, Vittorio Bugli - . La nostra regione attrae ogni anno quasi 100 milioni di turisti, con carichi che sono a volte insostenibili per le città". "Le piattaforme tecnologiche - prosegue - in certi casi hanno acuito questo carico, ma non dobbiamo essere vittime dell'innovazione. Anzi, l'innovazione può essere utile per gestire meglio questo fenomeno. Per gestire il turismo servono infatti dati e velocità e siamo felici di lavorare come capofila a questo progetto". 

Record di crociere in un giorno per il porto di Livorno il 18 maggio

Record di crociere in un giorno per il porto di Livorno il 18 maggio

Saranno 6 le navi da crociera che scaleranno venerdì 18 maggio prossimo trasportando un totale di 9.000 passeggeri e circa 3000 persone degli equipaggi. Delle 6 navi, 4 navi appartengono alla categoria lusso e 2 di queste faranno overnight al porto livorno.

La mappatura di ormeggi a Livorno prevede lo scalo della Silver Whisper alla Banchina 75, di Sovereign al Molo Italia Nord, Ventura alle Banchine 46/47, Seabourn Encore alle Banchine 43,44,45, Crystal Serenity al Molo Italia lato sud, Azamara Quest Molo Capitaneria.
Ai numeri di passeggeri e di equipaggio si aggiungono quelli derivanti dalla movimentazione di mezzi e servizi a terra programmati per l’intera giornata: saranno 20 gli shuttle-bus che ogni 15 minuti partiranno dalle banchine verso il centro città e oltre 100 saranno i bus impegnati per le escursioni programmate sul territorio.
C’è poi l’indotto relativo a guide turistiche, autisti di Ncc, taxi. La società Porto di Livorno 2000 ha potenziato tutti i servizi alle navi, con l’impiego di un maggior numero di addetti tra personale hostess, operai e security in banchina.
“Si tratta di una giornata speciale”, commenta il presidente di Porto di Livorno 2000, Luciano Guerrieri, “in quanto Livorno esprime tutte le sue potenzialità non solo in termini numerici ma anche in relazione alla qualità dei servizi che, in particolare in questo giorno, sono rivolti a linee di alto profilo con passeggeri che rappresentano un target superiore e che può avere delle ottime ripercussioni sull’economia della Regione e anche della città”.
La società segnala poi che in questi giorni è partito un servizio speciale per i passeggeri che hanno problemi di mobilità, con mezzi e personale specializzato per questo tipo di servizio e trasporto.
Riguardo infine al traffico passeggeri proveniente dai traghetti, sempre venerdì sono previste 8 partenze alle banchine della Stazione Marittima e del Porto Mediceo per Sardegna e Corsica operate da Moby e Forship e la linea per Capraia di Toremar.

L'articolo Record di crociere in un giorno per il porto di Livorno il 18 maggio proviene da www.controradio.it.

Turismo, 100 milioni di presenze in Toscana nel 2017

Turismo, 100 milioni di presenze in Toscana nel 2017

Lo affermano Irpet e la società SL&A turismo e territorio, per conto di Toscana promozione turistica, che hanno presentato i dati all’ Auditorium del Consiglio regionale a Firenze.

“Un vero e proprio record che rischia di essere subito superato nell’anno in corso se verranno rispettate le proiezioni che parlano di ulteriori 2 milioni in più”.

In particolare, si spiega in una nota, nel 2017 gli arrivi in strutture ufficiali aumentano del 6,2% e le presenze del 3,8% rispetto al 2016, crescita quasi equamente determinata dalla componente straniera (+4% le presenze, + 6.2% gli arrivi) e da quella italiana (+3.6% le presenze, + 6.3% gli arrivi).

Ancora, sono state 46,3 milioni le presenze in strutture ufficiali, a cui aggiungerne circa 48 stimate da Irpet in alloggi non ufficiali trainate dal vero e proprio boom di presenze in case e appartamenti di privati prenotabili online, e ulteriori 3,9 milioni in strutture ricettive inadempienti l’obbligo di comunicazione delle presenze.

La componente extraeuropea è quella più dinamica in termini di crescita e rappresentata in particolare da Russia (+40.2%), Argentina (+18.9%), Brasile (+19.9%) e Cina (+13.8%); nazionalità che costituiscono il 10% delle presenze ma che in dieci anni hanno determinato circa il 60% della crescita complessiva straniera, a favore soprattutto delle città d’arte e delle strutture ricettive alberghiere di fascia più elevata.

Nel triennio 2015-2017 i settori caratteristici del turismo hanno creato in Toscana circa 15 mila posizioni lavorative in più con contratti standard di lavoro e oltre 23 mila dal 2009.

Nel periodo 2009-2017 il saldo tra le entrate valutarie dal turismo internazionale, al netto delle spese dei turisti toscani all’estero, passa da 2 a 3 miliardi di euro. Nell’ultimo biennio aumenta del 9%.

L'articolo Turismo, 100 milioni di presenze in Toscana nel 2017 proviene da www.controradio.it.