Bocci: il tavolo con Siri su TAV lo doveva chiedere Nardella

Bocci: il tavolo con Siri su TAV lo doveva chiedere Nardella

Lo ha affermato Ubaldo Bocci, candidato sindaco del centrodestra a Firenze, che oggi a Roma incontrerà il sottosegretario alle Infrastrutture. Bocci ha anche commentato l’ordinanza del prefetto Lega “Il prefetto è il prefetto, non si discute: quello che dice il prefetto è legge”.

“La meraviglia non deve essere se un cittadino candidato sindaco chiede e pretende di sapere a che punto siamo” sulle infrastrutture, ma “è perché chi dovrebbe interessarsi giornalmente di questo problema evidentemente si distrae pensando ad altre cose”.

“Credo che prima che un candidato sindaco faccia delle proposte alla cittadinanza debba capire esattamente il tema di cui si sta parlando”, ha spiegato Bocci accennando alle polemiche sollevate nei gorni scorsi sull’incontro dal sindaco che lo ha ritenuto inopportuno. “Mi viene da sorridere – ha aggiunto, riferendosi alle polemiche per l’incontro – per il fatto che qualcuno si lamenti, e chieda come faccia un qualsiasi cittadino, senza avere autorità, ad andare a chiedere allo stato dell’arte. La domanda è un’altra: come mai il sindaco, il presidente della Regione, non hanno detto al ministro e al sottosegretario che volevano fare un tavolo permanente, perché è impossibile e inammissibile che cisia questo stato di stallo in tante grandi opere?”.

Inoltre Bocci, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di commentare la nuova ordinanza antidegrado adottata ieri dal prefetto fiorentino Laura Lega, e citata come esempio positivo dal ministro degli Interni Matteo Salvini, ha affermato: “Il prefetto è il prefetto, non si discute: quello che dice il prefetto è legge”. Questa dichiarazione arriva a margine di una iniziativa elettorale in piazza dell’Isolotto, dove il candidato ha incontrato i commercianti del mercato rionale e i cittadini degli imminenti lavori di riqualificazione della piazza annunciati dal Comune, raccogliendo la preoccupazione di alcuni esercizi commerciali (un’edicola e un negozio di fiori) che potrebbero essere penalizzati dal nuovo assetto della piazza stessa.

L'articolo Bocci: il tavolo con Siri su TAV lo doveva chiedere Nardella proviene da www.controradio.it.

Bundu su Tav, “unica posizione credibile è quella della sinistra unita”

Bundu su Tav, “unica posizione credibile è quella della sinistra unita”

“Sul futuro del nodo ferroviario fiorentino l’unica posizione credibile e coerente è quella della coalizione di sinistra unita. Il candidato della Lega Ubaldo Bocci è riuscito nell’impresa di contraddirsi nel giro di un paio di giorni”. È quanto ha affermato oggi la candidata sindaca della sinistra unita Antonella Bundu.

Bundu spiega che “venerdì scorso, in una dichiarazione riportata dall’Ansa, Bocci ha detto che la stazione Foster va fatta a tutti i costi. Sui giornali di questa settimana sostiene invece che preferirebbe vedere un campo di cricket al posto della stazione Foster e che il tunnel Tav è inutile. È sorprendente vedere una tale approssimazione su un tema centrale per il futuro delle infrastrutture cittadine”.

“Da anni – prosegue Bundu – i partiti e le realtà della sinistra cittadina sostengono che il nodo ferroviario fiorentino possa essere potenziato aggiungendo due binari in superficie da Campo Marte a Rifredi e aumentando la capacità dei binari con le moderne tecnologie, senza ricorrere ai costosi tunnel sotto la città che comporterebbero l’alterazione della falda e gravi rischi per la stabilità di centinaia di edifici. Firenze ha già cinque stazioni (Santa Maria Novella, Rifredi, Campo Marte, Statuto, Castello) e quindi non ha bisogno di un’apposita stazione per l’Alta Velocità. Occorre piuttosto collegare bene l’attività delle stazioni esistenti per offrire un raccordo funzionale tra treni veloci, treni di lunga percorrenza, treni regionali e metropolitani, e trasporto pubblico locale”.

“La soluzione di superficie – conclude la candidata sindaca della sinistra unita – costa molto meno (400 milioni) rispetto ai 1,5 miliardi previsti per il progetto del sottoattraversamento e consentirebbe di liberare le risorse necessarie per migliorare il servizio regionale e metropolitano. Peraltro la realtà dei cantieri Tav di Firenze è eloquente: sono praticamente fermi senza alcuna certezza per i lavoratori in termini di salario e di prospettiva”.

L'articolo Bundu su Tav, “unica posizione credibile è quella della sinistra unita” proviene da www.controradio.it.

La Ztl estiva torna di notte a Firenze

La Ztl estiva torna di notte a Firenze

Anche la Ztl entra nel confronto elettorale in vista delle amministrative di Firenze. Oggi torna la versione notturna estiva mentre Forza Italia attacca Nardella strizzando l’occhio ai commercianti.

La Ztl estiva di Firenze sarà quella “classica, ormai entrata nelle abitudini dei fiorentini: quella cioè che inizia alle 23 di giovedì, venerdì e sabato e si conclude alle 3 del giorno

successivo. Niente orari lunghi o non stop, al contrario la consueta finestra dalle 20 alle 23, e nessun cambiamento per quanto riguarda l’area interessata”. bucheLo ha detto l’assessore alla mobilità del Comune di Firenze Stefano Giorgetti, replicando alle dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana (e coordinatore fiorentino di Forza Italia) Marco Stella. Giorgetti ribadisce le parole di Nardella di pochi giorni fa ovvero che da mesi è in corso un approfondimento su una complessiva revisione della disciplina della ztl che vede il coinvolgimento dei vari soggetti interessati. Nelle prossime settimane gli incontri continueranno sia con le categorie economiche sia con i residenti.

Quasi come un mantra ormai l’amministrazione ripete  che non c’è niente di nuovo al momento sotto il sole d’aprile, ma è solo il ritorno ormai ventennale della stessa ricetta con l’aggiunta, questa sì, delle due nuove linee tranviarie con i relativi parcheggi scambiatori e dunque una marcia in più per disincentivare l’uso del mezzo privato per accedere in città.

Ma il centrodestra non ci sente e mira a raccogliere consensi tra quelle categorie che si sentono penalizzate dal provvedimento. “La ztl notturna – osserva Stella – serve soltanto a riempire i parcheggi di prossimità, quelli della Firenze Parcheggi. Ed è grave che non venga prevista neppure una sola staffa di penetrazione per consentire la sosta breve, quella di cui potrebbe avere bisogno un genitore per riprendere un figlio in centro, ad esempio”. 

Ubaldo Bocci

E il candidato della coalizione che ne pensa? Dopo la bocciatura della stazione Foster per l’alta velocità a cui preferirebbe un campo da cricket, cosa proporrà Ubaldo Bocci per il controllo dell’ingresso a Firenze? Se prendesse esempio dal capogruppo leghista di Palermo e responsabile regionale enti locali del partito siciliano Igor Gelarda lo giudicherebbe un provvedimento assassino per l’economia del centro storico.

Intanto in base ai dati in possesso di Palazzo Vecchio sull’indice di gradimento della Ztl questa sarebbe un elemento positivo non solo per i residenti ma anche per quei fiorentini che non risiedono in centro. E in attesa di nuove versioni, strong, h24, o di altro tipo la certezza è che da stasera le porte telematiche torneranno attive dalle 23.

Chiara Brilli

L'articolo La Ztl estiva torna di notte a Firenze proviene da www.controradio.it.

Comunali Firenze, Lega: “entro settimana ufficialità candidatura Bocci”

Comunali Firenze, Lega: “entro settimana ufficialità candidatura Bocci”

Susanna Ceccardi, coordinatore Lega in Toscana, “buone chance in tutti i 3 capoluoghi toscani al voto”.

Per Ubaldo Bocci a candidato sindaco di Firenze “manca ancora l’ufficialità che arriverà entro la fine della prossima settimana”. Lo ha detto il coordinatore della Lega in Toscana, e sindaco di Cascina (Pisa), Susanna Ceccardi parlando ai microfoni di Radio Toscana.

“In Toscana, come in altre regioni rosse, la Lega si sta affermando nei quartieri più rossi – ha osservato Ceccardi – e dove la sinistra radicale aveva maggiori consensi. Questo è un dato sicuramente da osservare: significa che la sinistra ha lasciato uno spazio elettorale e ha abbandonato alcuni temi. Credo che in particolare nelle regioni rosse abbiamo una grande opportunità di svoltare il governo del territorio perché la Lega si occupa di temi sociali che la sinistra ha abbandonato. Su questo punteremo anche a queste amministrative”.

Rispondendo alle domande del cronista sui tre capoluoghi toscani che andranno al voto, Firenze, Prato e Livorno, Ceccardi ha sottolineato che “i sondaggi ci dicono che maggiori chance le abbiamo a Prato, che è in pole per il centrodestra, ma secondo me abbiamo chance in tutte e tre le città toscane al voto, proprio sui temi sociali” e “sulla sicurezza”.

L'articolo Comunali Firenze, Lega: “entro settimana ufficialità candidatura Bocci” proviene da www.controradio.it.

Comunali: Bocci, grato a chi mi ha indicato come sindaco

Comunali: Bocci, grato a chi mi ha indicato come sindaco

Lo ha detto, in una nota, Ubaldo Bocci, candidato proposto dalla Lega al tavolo del centrodestra

“Sono grato alle forze politiche che hanno indicato il mio nome quale candidato sindaco di
Firenze, individuando me, figura di sintesi del mondo civico ed estraneo alle vecchie logiche, per la svolta che merita la nostra città”.

Lo ha detto, in una nota, Ubaldo Bocci, candidato proposto dalla Lega al tavolo del centrodestra.

“Mettermi al servizio dei fiorentini mi onora e mi fa sentire di fronte a una importante responsabilità. Adesso inizia la fase di ascolto”, ha concluso.

L'articolo Comunali: Bocci, grato a chi mi ha indicato come sindaco proviene da www.controradio.it.