Alberi Firenze: “Stop tagli e comunicazione ufficiale dell’ass. Bettini”

Alberi Firenze: “Stop tagli e comunicazione ufficiale dell’ass. Bettini”

Conferenza stampa oggi dei gruppi consiliari presenti, Silvia Noferi per il Movimento 5 Stelle, Tommaso Grassi per Firenze riparte a sinistra e Miriam Amato per Alternativa Libera. I consiglieri hanno confermato i dubbi espressi finora sulla gestione del verde pubblico da parte del Comune di Firenze che nel mese di agosto “ha effettuato tagli indiscriminati in varie parti della città”.

Alla conferenza ha preso parte anche l’associazione ambientalista Italia Nostra che ha chiesto lo stop immediato dei tagli tramite una lettera aperta inviata al sindaco. Tutti i gruppi consiliari presenti – proseguono Amato, Grassi e Noferi – hanno ribadito nella conferenza dei capigruppo di oggi la necessità di una comunicazione ufficiale dell’assessora Bettini in Consiglio comunale”.

“Il paesaggio – spiega Silvia Noferi del Movimento 5 Stelle – è tutelato anche dalla Costituzione ma questa amministrazione fin da come ha redatto il Regolamento del Patrimonio Arboreo, per finire con le relazioni tecniche allegate alle delibere, dimostra di non averne cura e procedere ai tagli di alberi sani adducendo la motivazione di ricreare una impossibile nuova “percezione spaziale di maestosità”. Anche gli alberi, come i monumenti, sono testimoni viventi della memoria collettiva e ogni intervento dovrebbe essere fatto in modo scalare nel tempo preservando gli esemplari sani. Abbiamo anche inviato a UNESCO Parigi una richiesta di informazioni per capire se sono stati informati. Attendiamo di ricevere gli ultimi documenti per capire se tutto è stato fatto in maniera formalmente corretta e procederemo di conseguenza, anche se rimane il problema politico della mancata tutela del nostro patrimonio e del danno arrecato all’ambiente urbano”.
“Non abbiamo condiviso l’azione dell’amministrazione di preferire il taglio indiscriminato di tutte le alberature in piazze e strade, piuttosto che dedicare attenzione e forze sulla tutela delle piante. L’abbattimento delle piante malate – prosegue Tommaso Grassi di Firenze Riparte a Sinistra – è senza dubbio un dovere del Comune così come sarebbe la manutenzione degli alberi che negli ultimi anni tra capitozzature e potature mal realizzate possono aver compromesso la stabilità e la salute delle piante. Indipendentemente dai risvolti giudiziari che la vicenda potrebbe assumere, a noi preoccupa l’aspetto politico: si preferisce il risparmio economico all’impegno sul monitoraggio, si preferisce tagliare e ripiantare che conservare le alberature sane con la paura che possano creare danni. Sorprende che una amministrazione capace di comunicare come quella di Nardella abbia preferito operare senza informare preventivamente e adeguatamente la cittadinanza”.
“Questo modo di operare da parte dell’amministrazione – conclude Miriam Amato di Alternativa Libera – non può che inclinare il rapporto di fiducia con i cittadini. E’ inaccettabile apprendere che chi ha difeso il patrimonio pubblico sia stato denunciato, considerato che le informazioni da parte dell’amministrazione sono state carenti, sia per quanto concerne lo stato di salute degli alberi che gli stessi criteri adottati. Se c’è un progetto per il verde pubblico deve essere presentato e condiviso con la cittadinanza, come richiesto dai comitati cittadini e da una mia mozione”.

L'articolo Alberi Firenze: “Stop tagli e comunicazione ufficiale dell’ass. Bettini” proviene da www.controradio.it.

A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA

Firenze mappa artisti di strada

Oltre ad una mappa per valorizzare arti di strada e combattere abusivismo, sarà previsto un nuovo regolamento: tra georeferenziazione e via tassa per postazioni fuori centro.

Esenzione dal canone per l’occupazione del suolo pubblico fuori dall’area Unesco, georeferenziazione e promozione online con una mappa per valorizzare le arti di strada. È quanto prevede il nuovo regolamento per l’esercizio delle arti di strada che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re. Il regolamento andrà a sostituire quello precedente. Tra le novità, la georeferenziazione delle postazioni. “All’interno della sezione eventi della rete civica del Comune di Firenze – ha spiegato l’assessore Del Re – sarà attiva una mappa che consentirà di visualizzare gli artisti di strada presenti in ogni momento in ciascuna postazione.

Uno strumento per promuovere gli artisti di strada e rendere più facili i controlli sugli abusivi. Sempre per contrastare l’abusivismo, a ciascun artista sarà fornito un cartello da esporre con l’indicazione del numero della concessione”. Nella nuova norma c’è anche la  possibilità per gli artisti di essere accompagnati da un ospite nelle proprie performance. Confermato il meccanismo della rotazione degli spazi previsto dal precedente regolamento. La concessione avrà durata biennale o carattere temporaneo; per quest’ultimaci sarà sistema di prenotazione online. Il nuovo quadro delle postazioni dentro e fuori dall’area Unesco e il bando di assegnazione saranno approvati dalla giunta dopo l’ok al regolamento da parte del Consiglio comunale.

“Vogliamo ampliare le opportunità per le arti di strada ‘allargandole’ ai quartieri e alle zone periferiche della città – ha poi spiegato Del Re – Un modo anche per rivitalizzare determinate zone e rendere i quartieri sempre più protagonisti della città, individuando insieme a loro una serie di luoghi e giardini molto frequentati dalle famiglie che potranno accogliere le nuove postazioni. Proprio per incentivare questo sviluppo – ha proseguito Del Re – abbiamo previsto l’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico per tutte le postazioni fuori dall’area Unesco”.

The post A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA appeared first on Controradio.

A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA

Firenze mappa artisti di strada

Oltre ad una mappa per valorizzare arti di strada e combattere abusivismo, sarà previsto un nuovo regolamento: tra georeferenziazione e via tassa per postazioni fuori centro.

Esenzione dal canone per l’occupazione del suolo pubblico fuori dall’area Unesco, georeferenziazione e promozione online con una mappa per valorizzare le arti di strada. È quanto prevede il nuovo regolamento per l’esercizio delle arti di strada che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re. Il regolamento andrà a sostituire quello precedente. Tra le novità, la georeferenziazione delle postazioni. “All’interno della sezione eventi della rete civica del Comune di Firenze – ha spiegato l’assessore Del Re – sarà attiva una mappa che consentirà di visualizzare gli artisti di strada presenti in ogni momento in ciascuna postazione.

Uno strumento per promuovere gli artisti di strada e rendere più facili i controlli sugli abusivi. Sempre per contrastare l’abusivismo, a ciascun artista sarà fornito un cartello da esporre con l’indicazione del numero della concessione”. Nella nuova norma c’è anche la  possibilità per gli artisti di essere accompagnati da un ospite nelle proprie performance. Confermato il meccanismo della rotazione degli spazi previsto dal precedente regolamento. La concessione avrà durata biennale o carattere temporaneo; per quest’ultimaci sarà sistema di prenotazione online. Il nuovo quadro delle postazioni dentro e fuori dall’area Unesco e il bando di assegnazione saranno approvati dalla giunta dopo l’ok al regolamento da parte del Consiglio comunale.

“Vogliamo ampliare le opportunità per le arti di strada ‘allargandole’ ai quartieri e alle zone periferiche della città – ha poi spiegato Del Re – Un modo anche per rivitalizzare determinate zone e rendere i quartieri sempre più protagonisti della città, individuando insieme a loro una serie di luoghi e giardini molto frequentati dalle famiglie che potranno accogliere le nuove postazioni. Proprio per incentivare questo sviluppo – ha proseguito Del Re – abbiamo previsto l’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico per tutte le postazioni fuori dall’area Unesco”.

The post A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA appeared first on Controradio.

Il recupero dell’arte. Proteggere la cultura

Lunedì 27 marzo h17, conferenza in Sala d’Arme, Palazzo Vecchio

Negli ultimi anni il patrimonio culturale del mondo ha subito forti attacchi da parte dell’uomo e della natura: basti ricordare i recenti sismi in Italia centrale, che hanno gravemente danneggiato incredibili tesori artistici, e le violente distruzioni di simboli della cultura mondiale da parte di estremisti. Eventi inspiegabili che lasciano sconcerto, paura, rabbia, timore, ma che possono anche essere il via per rafforzare una comune “identità culturale” da proteggere, custodire e difendere, grazie alla quale l’umanità ritrova la sua storia e il suo senso di esistere. L’incontro in sala d’Arme, organizzato lunedì 27 marzo alle h17 dal Comune di Firenze – Musei Civici Fiorentini e Ufficio UNESCO – e dall’Associazione MUS.E in occasione del G7 della Cultura a Firenze, offre alla città l’opportunità di radunarsi intorno al Patrimonio Mondiale – di cui fa parte il centro storico fiorentino, tanto apprezzato dai turisti ma ancor più amato dai residenti – e di approfondire gli aspetti principali relativi ai rischi, ai traffici, ai pericoli ma anche alle difese della cultura e dell’arte.

L’iniziativa è quindi rivolta alla cittadinanza e intende portare all’attenzione del largo pubblico i temi portanti del G7 Cultura che si terrà nei giorni immediatamente successivi.

Il pomeriggio, alla presenza della Vicesindaca Cristina Giachi, vedrà la presentazione di casi emblematici e la condivisione di riflessioni di assoluta attualità: gli interventi saranno tenuti da: Alexy Karenowska, Direttore Tecnologia di The Institute of Digital Archaeology dell’Università di Oxford, protagonista insieme a TorArt della riproposizione dell’Arco di Palmira (che proprio dalla mattina del 27 sarà possibile ammirare in Piazza Signoria); Stefano Valentini, archeologo e condirettore del Center for Ancient Mediterranean and Near Eastern Studies (CAMNES) sui temi dell’archeologia militante in Iraq e Siria; Alesia Koush, storica dell’arte e studiosa del traffico illecito di opere d’arte e di beni archeologici e della protezione del patrimonio internazionale; Paolo Canuti, geologo e docente UNESCO presso l’Università degli Studi di Firenze della prevenzione e della gestione sostenibile del rischio idrogeologico per la conservazione del patrimonio; Carlo Francini, responsabile Ufficio Unesco Comune di Firenze, cui si deve anche il progetto Firenze per Bene.

 

Dove: Sala d’Arme, Museo di Palazzo Vecchio
Per chi: per giovani e adulti
Quando: Lunedì 27 marzo h17.00
Costi: partecipazione gratuita (è escluso l’accesso al museo)

Non è necessaria la prenotazione. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Forum Internazionale UNESCO

In occasione del Forum Internazionale UNESCO sulla cultura e le industrie culturali che si sta svolgendo a Firenze nei primi giorni di ottobre e che è dedicato a Cultura, Creatività e Sviluppo Sostenibile, l’Amministrazione Comunale – in collaborazione con le eccellenze politiche, accademiche e imprenditoriali del territorio – propone un ricco programma di iniziative e attività rivolte alla cittadinanza e a tutti gli interessati. Le esperienze intendono stimolare opportune riflessioni affinché la cultura sia parte integrante delle strategie e delle politiche internazionali di sviluppo, riconoscendo altresì alla cultura il ruolo di facilitatore e motore delle dimensioni economiche, sociali e ambientali dello sviluppo sostenibile.
Per seguire tutte le iniziative #firenzecreativa.

Il programma si apre giovedì 2 ottobre alle h11.00 presso il Cenacolo di Santa Croce con un incontro aperto al pubblico con l’architetto Vittorio Gregotti, speaker ufficiale del Forum, il Sindaco di Firenze Dario Nardella e Saverio Mecca Direttore del Dipartimento di Architettura dell’Università degli studi di Firenze sul tema Città, Cultura, Creatività declinando i temi del Forum, in particolare il concetto di sviluppo sostenibile applicato alla città storica. Durante le giornate del Forum UNESCO diversi spazi legati alla cultura e alla creatività, nel campo della formazione, dell’impresa, dell’innovazione sociale, saranno inoltre aperti per accogliere i cittadini che vorranno conoscere meglio queste realtà. Questi gli appuntamenti a partire da giovedì 2 fino a domenica 5 ottobre, che sarà la giornata conclusiva degli eventi con Open Day al Forte Belvedere. Sarà inoltre predisposta in città un’illuminazione scenografica speciale, dedicata al Forum UNESCO, per Piazza Signoria e Torre San Niccolò a cura di SILFI spa.

APPUNTAMENTI:

CNA Firenze
CNA Firenze organizza un convegno dei restauratori giovedì 2 ottobre alle 17 presso la propria sede centrale nella Sala Varlecchi in Via Alamanni 31 sul tema: La produzione artigianale, come la grande arte, parte integrante della fiorentinità.Il riconoscimento della qualifica, prevista dal Codice dei Beni Culturali: il bando pubblico per la qualifica di collaboratore restauratore di beni culturali – tecnico del restauro. Interveranno: Angela Matteuzzi – Presidente Unione Artistico e Tradizionale CNA Firenze; Andrea Gironi – Avvocato; Fabrizio Fallani – Coordinatore Servizio Iscrizioni CNA Firenze; Franco Vichi – Direttore Generale di CNA Firenze.

British Institute, Firenze
Il cinquecentesco Palazzo Lanfredini sul Lungarno Guicciardini ospita la biblioteca inglese più vasta dell’Europa continentale, la Harold Acton Library dell’Istituto Britannico di Firenze, con circa 50000 volumi. Per accogliere gli speaker e gli ospiti del terzo Forum mondiale UNESCO sulla cultura e le industrie culturali, il British Institute è lieto di offrire delle visite guidate della biblioteca in italiano, inglese, francese e bulgaro. Una selezione dei libri più interessanti della collezione (edizioni firmate e di pregio, manoscritti) sarà in mostra. I tour si faranno giovedi 2 ottobre dalle 10.00 alle 18.30. Per prenotare di prega di chiamare al 055 26778270. Per informazioni sul British Institute, si prega di consultare www.britishinstitute.it.

Consolato onorario del Messico, Firenze
Venerdi 3 ottobre dalle ore 18 alle ore 20 il Consolato Onorario del Messico di Firenze e Toscana organizza nel Salone Brunelleschi di Palagio di Parte Guelfa, La divina delizia. Xocol-atl. La storia del cioccolato dai Maya alla Toscana dei Medici. Al termine della proiezione, avrà luogo un breve dibattito ed un assaggio di pregiati cioccolatini di produzione toscana.

Consolato Onorario della Repubblica delle Filippine, Firenze
Giovedi 2 ottobre dalle ore 15 alle ore 16 il Consolato Onorario della Repubblica delle Filippine organizza nel Salone Brunelleschi di Palagio di Parte Guelfa, l’esibizione del Coro Filippino della Comunità Cattolica di San Barnaba.

Associazione Via Maggio
Sabato 4 ottobre l’associazione via Maggio in collaborazione con padre Antonio Baldoni rettore della basilica e Bianchi di Santo Spirito e con il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Cambiano organizza l’evento Santo Spirito inedito (http://viamaggio.blogspot.it/p/news.html). Sarà possibile visitare il Chiostro dei Morti, il Refettorio e la Basilica nella quale sono stati appena ricollocati il crocifisso ligneo di Michelangelo, l’Annunciazione di Pietro del Donzello e due storici paliotti settecenteschi restaurati. Visite guidate gratuite fino ad esaurimento posti al Complesso di Santo Spirito alle ore 11.00, 12.00, 13.00, 15.00 e 16.00. Ingresso da Piazza Santo Spirito 30. Consigliata la prenotazione. Visite a ingresso libero alle gallerie dalle ore 10.00 alle 19.00. Per info e prenotazioni: ass.viamaggio@libero.it

APERTURE STRAORDINARIE:

FabLab Firenze
Sarà possibile visitare il Fablab di Firenze in via Panciatichi,14 (edificio E) nei giorni 2 e 3 ottobre; per maggiori informazioni scrivere a info@fablabfirenze.org

Impact Hub
Sarà possibile visitare Hub in via Panciatichi,14 (edificio E) nei giorni 2 e 3 ottobre dalle ore 9 alle ore 19. In quei giorni lo staff di Impact Hub sarà a disposizione per mostrare l’Hub e per raccontare il progetto Impact Hub a chiunque fosse interessato. Per maggiori informazioni scrivere a vieri.calogero@impacthub.net

IED Firenze
L’istituto sarà aperto al pubblico nei giorni 2 e 3 ottobre dalle ore 9 alle ore 19 e sabato 4 ottobre dalle ore 10 alle ore 18. Per maggiori informazioni scrivere a infofirenze@ied.it Lofoio E’ possibile visitare Lofoio nel cuore del quartiere artigianale di Santo Spirito in via del Campuccio 23R nei giorni 2 e 3 ottobre dalle ore 15 alle ore 19. Per maggiori informazioni scrivere a ancheio@lofo.io.

Polimoda Firenze
Sarà possibile visitare la sede di Villa Favard nei giorni 2 e 3 Ottobre dalle ore 9 alle ore 16 su appuntamento scrivendo a info@polimoda.com.

Fondazione Romualdo Del Bianco – Istituto Internazionale Life Beyond Tourism Palazzo Coppini, sede della Fondazione Romualdo Del Bianco e del suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism, si colloca in Via del Giglio 10, intessuto con la trama della storia urbana di Firenze. Nel Maggio 2013 è stato completamente ristrutturato, diventando il monumento alle relazioni internazionali che la Fondazione dal 1991 ha costruito in oltre 79 paesi nei 5 continenti, con più di 500 istituzioni, specialmente di alta formazione per favorire il dialogo interculturale, con la cultura per i giovani, in un mondo che va oltre i 10 miliardi di abitanti. Durante le giornate del Forum Mondiale UNESCO sulla Cultura e le Industrie Culturali, la Fondazione Romualdo Del Bianco ed il suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism sono lieti di offrire visite guidate del Palazzo. Per l’occasione sarà descritta la storia della Fondazione e verranno presentati a video nelle sale l’iniziativa Life Beyond Tourism con il suo Portale Culturale – Heritage Community (www.lifebeyondtourism.org) ed il suo affiliato portale di prenotazioni no-profit per il territorio www.vivafirenze.it.Il Palazzo sarà aperto giovedi 2 e venerdi 3 ottobre dalle ore 9 alle 16:30. Per prenotare la visita guidata si prega di chiamare al 055216066. Per ulteriori informazioni si prega di consultare il sito www.palazzocoppini.org.

Sempre all’interno di Palazzo Coppini – Centri Studi e Incontri Internazionali dal 29 settembre al 10 ottobre sarà presente una mostra dedicata alla cupola del Brunelleschi, uno dei simboli di Firenze. L’evento dal titolo Dalle cupole nel mondo alla cupola del Brunelleschi è a cura del professor Roberto Corazzi, uno dei massimi esperti internazionali in materia, con la collaborazione di Barbara Corazzi.

Open Day Forte Belvedere 5 ottobre 2014
In occasione del Forum Internazionale UNESCO sulla cultura e le industrie culturali e della chiusura della mostra temporanea Giuseppe Penone. Prospettiva vegetale domenica 5 ottobre il Comune di Firenze con l’Associazione MUS.E e Once Events organizza una giornata aperta alla cittadinanza dedicata ai temi di Firenze Patrimonio Mondiale e della Creatività, argomento principe dei lavori del Forum. La giornata si svolgerà presso il Forte Belvedere e prevede l’accesso gratuito al Forte e alla mostra Giuseppe Penone. Prospettiva vegetale per tutti dalle h10 alle h20. Sono inoltre in programma le seguenti iniziative: – visite guidate alla mostra – per adulti alle h10, alle h11 e alle h12 a cura dell’Associazione MUS.E (partecipazione gratuita, prenotazione obbligatoria info@muse.comune.fi.it); – laboratorio artistico Firenze, la mia città – per famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni alle h15 e alle h16 a cura dell’Associazione MUS.E (partecipazione gratuita, prenotazione obbligatoria info@muse.comune.fi.it); – evento-performance di giovani artisti dalle h10 alle h17 con rielaborazione creativa delle silhouettes dei principali monumenti cittadini, in collaborazione con Accademia delle Arti del Disegno e Accademia di Belle Arti; – incontro con l’artista Giuseppe Penone alle h17, in dialogo con il pubblico; – presentazione delle eccellenze fiorentine dalle h10 alle h19 nel campo dell’architettura, della moda, del design e del patrimonio culturale con installazioni, progetti e prodotti innovativi presentati al pubblico da Centrica, Cooperativa Archeologia, El.En, Dida, FabLab Firenze, Fondazione per la ricerca e l’innovazione, IED Firenze, Impact Hub Firenze, ISIA Firenze, Lofoio, Mathema, Polimoda, Polis, Source Associazione altrove

Per informazioni e prenotazioni: Tel 055-2768224 055-2768558, Mail info@muse.comune.fi.it