Toscana lancia carta unica per lo studio universitario

Toscana lancia carta unica per lo studio universitario

Una carta unica per consentire l’accesso a tutti i servizi del diritto allo studio, indipendentemente dall’Ateneo.

Una carta unica regionale per gli studenti universitari è l’iniziativa presentata oggi a Firenze dalla vicepresidente della Regione Toscana, ed assessore a cultura, università e ricerca, Monica Barni.

“Questa intesa ha lo scopo di rendere più facile la mobilità all’interno del sistema universitario toscano – ha affermato il presidente della Regione, Enrico Rossi, in un saluto inviato all’iniziativa -. L’obiettivo è promuovere l’accesso alla cultura e ai servizi favorendo il confronto fra tutti gli studenti degli Atenei toscani. Anche questo faceva parte dei venticinque punti del mandato ed anche questo, ormai, può dirsi concretizzato”.

“La Toscana è la prima regione a realizzare un’iniziativa del genere. – ha dichiarato la Barni -. Questa carta è stata per noi una priorità per il potenziamento del diritto allo studio universitario, a prescindere all’ateneo di appartenenza. Essa garantirà l’accesso ai diversi luoghi dedicati agli studenti universitari e le funzioni legate alla didattica. Ma soprattutto andrà progressivamente ad integrare al suo interno ulteriori servizi offerti alle università come le agevolazioni per accedere ai luoghi della cultura, musei, teatri, biblioteche e molto altro”.

L'articolo Toscana lancia carta unica per lo studio universitario proviene da www.controradio.it.

Università di Firenze: gli appuntamenti dal 13 al 15 Dicembre

Giornate di studio: “Alienati, internati, tardivi e nervosi.”
Giornate di studio sulle fonti archivistiche toscane per la storia del disagio mentale dall’Unità d’Italia ad oggi.

13 Dicembre 2017 – 14 Dicembre 2017 – ore 10-17
Sede: Archivio di Stato di Firenze, viale Giovine Italia, 6 Firenze – Auditorium
Organizzazione: Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo, Direzione Generale Archivi – Archivio di Stato di Firenze- Sovrintendenza Archivistica e Bibliografia per la Toscana.
Per informazioni: patrizia.guarnieri@unifi.it
https://www.sagas.unifi.it/cmpro-v-p-642.html

Convegno: “Giacomo Becattini: attualità della lezione di un economista ‘completo'”
14 Dicembre 2017 – 15 Dicembre 2017 – dalle ore 9,30 del 14/12
Sede: Sedi varie vedi programma
Organizzazione: Università di Firenze Dipartimento di scienze per l’economia e l’impresa (DISEI), Dipartimento di scienze politiche e sociali (DSPS), Scuola di Economia e Management.
https://www.dsps.unifi.it/art-277-convegno-giacomo-becattini.html

Presentazione del libro: “Il taccuino del Dr.Watson, ovvero dove si nasconde la Fisica nella vita di tutti i giorni”, Apice Libri-Edizioni Caffè-scienza di Franco Bagnoli
14 Dicembre 2017 – ore 15,15-16,15
Sede: Aula Magna Dipartimento di Fisica e Astronomia, via G. Sansone, 1 Sesto Fiorentino (FI)
Organizzazione: Associazione Caffèscienza, Università di Firenze Dipartimento di Fisica e Astronomia
http://www.caffescienza.it/il-taccuino

Convegno: “Rifugiati e richiedenti asilo: riconoscimento delle competenze per un’inclusione attiva”
Dalle policies alle risposte educative per l’integrazione
15 Dicembre 2017 – ore 9
Sede: Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia – via Laura, 48 – Firenze – Aula Magna
Organizzazione: Università degli Studi di Firenze: Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia -SPRAR: Ministero dell’Interno -Officina delle Competenze -CITTALIA: Fondazione ANCI Ricerche
Per informazioni: francesco.demaria@unifi.it glenda.galeotti@unifi.it francesca.torlone@unifi.it giovanna.delgobbo@unifi.it
https://www.scifopsi.unifi.it/upload/sub/eventi/Del%20Gobbo/dic%202017/LOCANDONA%2015%20dicembre.pdf

Convegno nazionale: “Giustizia penale e informazione giudiziaria”
15 Dicembre 2017 – ore 9,30
Sede: Rettorato Aula Magna, Piazza S. Marco, 4 Firenze
Organizzazione: Dipartimento Scienze giuridiche, Scuola di Giurisprudenza, Scuola di Scienze Politiche.
https://www.dsg.unifi.it/art-369-convegno-nazionale.html

Firenze cum laude

Firenze cum laude, la città e l’Università danno il benvenuto alle matricole
Stamani cerimonia in Palazzo Vecchio con la vicesindada Giachi e il rettore Dei
«Questi sono gli anni nei quali dovrete acquisire gli strumenti del sapere e maturare la capacità di fare vostra la concezione del potere come capacità di fare le cose, di realizzare il bene comune, oltre che il vostro. Sono sicura che Firenze saprà ispirarvi».

Ecco il benvenuto che questa mattina, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, la vicesindaca e assessora l’università Cristina Giachi ha dato alle matricole dell’ateneo.
«Usate questi anni – ha aggiunto – per godervi il vostro essere cittadini di questa magnifica città in una dimensione di grande impegno ma anche di libertà di organizzazione. Potrete fare molte più cose rispetto a molti di quelli che lavorano o che hanno già finito gli studi. Andate a vedere tutto, visitate i monumenti, frequentate gli eventi, godetevi la città. Siamo una città metropolitana e su questa scala dobbiamo pensare lo sviluppo: i trasporti, la mobilità sostenibile, la città e le sue funzioni oltre il centro».
Dopo i saluti della vicesindaca Giachi e del rettore Luigi Dei le nuove studentesse e studenti hanno assistito alla lezione di Pietro Amedeo Modesti, docente di Medicina interna, su ‘Studenti oggi, cittadini di un mondo unito domani’. Ha chiuso la mattinata un intrattenimento musicale a cura dell’Orchestra dell’Ateneo.
Dalle ore 12 alle 14 la manifestazione continua nell’atrio e nel cortile del rettorato (piazza San Marco, 4): le matricole potranno informarsi presso gli stand dedicati ai servizi offerti dall’ateneo (orientamento, centro linguistico di ateneo, servizi informatici, centro di studio e ricerca per le problematiche della disabilità, sistema bibliotecario, Erasmus, attività artistiche di ateneo) e da altri enti come il Comune di Firenze, DSU-Azienda per il diritto allo studio e CUS-Centro universitario sportivo.
Alle ore 16, nell’aula magna del rettorato la giornata prosegue con il Welcome Meeting, rivolto a tutti gli studenti stranieri dell’ateneo: Giorgia Giovannetti, prorettore alle relazioni internazionali, svolgerà una breve presentazione sul tema ‘L’Ateneo nel mondo’; Isabella Gagliardi, docente di Storia medievale, interverrà su “Florence between the Middle Ages and the Renaissance”.
A seguire gli studenti presenti potranno conoscere e incontrare i tutor multiculturali che l’Università di Firenze ha selezionato per sostenere il percorso formativo degli iscritti provenienti dall’estero. E alcuni studenti stranieri Unifi racconteranno la loro esperienza; in conclusione, un momento musicale, sempre a cura delle attività artistiche di ateneo.

UNIVERSITA’ PISA: CAMPUS UNIVERSITARIO PER STRANIERI A PIETRASANTA

 PIETRASANTA

Un campus dell’Università di Pisa a Pietrasanta  per ospitare gli studenti stranieri che arrivano in Toscana grazie ad accordi e gemellaggi.

Il campus che avrà sede a Pietrasanta è  uno dei progetti futuri che sono stati discussi in un incontro tra il rettore Paolo Mancarella, il sindaco della località versiliese, Massimo Mallegni e il rettore della Troy University di Montgomery in Alabama, Jack Hawkins.                 Lo ha reso noto l’ateneo pisano.

A stimolare l’incontro tra i due rettori è stato Mallegni grazie alla lunga amicizia che lega Pietrasanta a Montgomery, la capitale dell’Alabama, con la quale esiste un gemellaggio dal 2006.

“Abbiamo parlato delle potenziali collaborazioni tra i nostri atenei – ha spiegato Mancarella – in particolare della
possibilità di attivare lauree triennali e magistrali con percorsi congiunti che portino a doppi titoli e a scambi di
studenti sino allo sviluppo di progetti di ricerca comuni. Penso che la dinamicità e l’entusiasmo mostrati dal rettore Hawkins di fronte alle nostre proposte siano sicuramente un punto di forza per portare a termine questo importante accordo internazionale”.

“La partecipazione della Troy University al Festival Internazionale della Danza in corso a Pietrasanta sino al 1
luglio – ha aggiunto Mallegni – è stata l’occasione per tessere nuove relazioni e soprattutto per aprire un dialogo di
collaborazione con l’Università di Pisa: il Comune e il Centro Arti Visive hanno fatto da ponte tra i due atenei favorendo l’internazionalizzazione dei giovani americani e italiani attraverso lo studio e la formazione”.

The post UNIVERSITA’ PISA: CAMPUS UNIVERSITARIO PER STRANIERI A PIETRASANTA appeared first on Controradio.

UNIPI: MOLECOLA DELLA FELICITÀ, PROTEGGE NEURONI

molecola

Scoperta dall’Università di Pisa l’importanza della “molecola della felicità” nel “proteggere” i circuiti neuronali.

Il gruppo di ricerca del professore Massimo Pasqualetti, del dipartimento di Biologia dell’ Università di Pisa, ha scoperto che la Serotonina, terminologia scientifica del neurotrasmettitore conosciuto anche con il nome di “molecola della felicità”, ha anche l’importante funzione di “preservare” i circuiti neuronali sia durante lo sviluppo, notoriamente un periodo in cui il cervello possiede una spiccata plasticità, sia nel corso della vita adulta.

“Abbiamo mostrato per la prima volta – spiegano Marta Pratelli, Sara Migliarini e Barbara Pelosi, le giovani ricercatrice del gruppo del professore Pasqualetti – che inattivando la sintesi di serotonina nel cervello di un individuo adulto, si producono evidenti alterazioni a carico delle fibre dei neuroni serotoninergici che innervano importanti aree cerebrali. Sorprendentemente però, quando la produzione di serotonina viene ripristinata mediante la somministratore di un comune integratore alimentare come il 5-idrossitriptofano,le alterazioni strutturali osservate precedentemente non sono più presenti, ed i normali circuiti cerebrali sono ripristinati”.

“Questa scoperta – prosegue il Professore Massimo Pasqualetti – dimostra per la prima volta che i neuroni serotoninergici possiedono, durante l’intero corso della vita, una straordinaria plasticità che li rende capaci di riadattare la propria struttura in risposta a cambiamenti del livello della serotonina cerebrale. Durante l’arco della nostra vita, fattori genetici, specifici trattamenti farmacologici, oppure molteplici fattori ambientali come lo stress o una dieta povera di triptofano, possono portare ad uno sbilanciamento dei livelli di serotonina nel cervello. Alla luce di queste nuove scoperte, emerge la possibilità che questi fattori possano modificare la struttura anatomica dei neuroni serotoninergici interferendo con il loro normale funzionamento. Questi risultati inoltre contribuiscono a svelare come uno sbilanciamento dei livelli di questo importante neurotrasmettitore possa contribuire all’insorgere di patologie neuropsichiatriche come i disturbi dell’umore”.

In particolare, la scoperta è stata possibile grazie all’utilizzo di raffinate tecniche di genetica molecolare, che hanno consentito di generare topi di laboratorio in cui è stato possibile “spegnere” la produzione della serotonina nel cervello, ed alla possibilità di visualizzare in maniera selettiva i neuroni serotoninergici e le loro fibre nervose, mediante metodiche di microscopia confocale.

La notizia è stata pubblicata anche sulla rivista eNeuro, il giornale open-access della American Society for Neuroscience.

The post UNIPI: MOLECOLA DELLA FELICITÀ, PROTEGGE NEURONI appeared first on Controradio.