Firenze: aperto il collegamento tra via Gui e via Paisiello

Firenze: aperto il collegamento tra via Gui e via Paisiello

Operazione Leopolda, apertura offre importante soluzione di viabilità.

 Proseguono i lavori di completamento delle opere di urbanizzazione della zona Leopolda. Questa mattina è stato aperto il tratto di strada tra via Gui e via Paisiello che consentirà un migliore scorrimento del traffico nella zona. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, il sindaco Dario Nardella, l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti, l’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini e il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci.

“Questa apertura offre una soluzione di viabilità importantissima – ha detto il sindaco Nardella – Un intervento a lungo atteso dai cittadini della zona, che consente di integrare meglio il centro con il Quartiere 5 e in prospettiva di sfruttare le potenzialità offerte dalla linea 2 della tramvia. Un altro mattone che aggiungiamo al progetto di miglioramento della viabilità della città e in particolare di questo quartiere”.

“Un importante contributo al miglioramento della circolazione nella zona – ha detto l’assessore Giorgetti – I veicoli in uscita ed entrata al quartiere possono infatti bypassare viale Fratelli Rosselli utilizzando il collegamento tra piazza Bonsanti e via Paisiello.

L’intervento, oltre a migliorare l’accessibilità del quartiere, garantisce ai residenti un percorso alternativo e più scorrevole rispetto a quello usato dagli autobus. Entro fine anno sarà aperto anche il tratto terminale del collegamento tra viale Michelucci e via Paisiello. Sarà l’occasione per riorganizzare l’intera viabilità del quartiere”.

“Dopo l’abbattimento della palazzina ex Enel – ha detto l’assessore Bettarini – proseguono le opere di urbanizzazione previste per l’area Leopolda. Un’operazione da un milione di euro su viabilità e verde pubblico che consente di realizzare interventi attesi da 15 anni dai cittadini della zona”.

Sono in via di completamento anche gli interventi per la realizzazione dello svincolo da via Michelucci su via Paisiello, che si affiancherà ai lavori per la nuova rotatoria tra via Paisiello e via Mercadante e agli interventi di finitura di piazza Bonsanti.

L'articolo Firenze: aperto il collegamento tra via Gui e via Paisiello proviene da www.controradio.it.

Operazione Leopolda

Operazione Leopolda, aperto il collegamento tra via Gui e via Paisiello
Proseguono i lavori di completamento delle opere di urbanizzazione della zona Leopolda. Questa mattina è stato aperto il tratto di strada tra via Gui e via Paisiello che consentirà un migliore scorrimento del traffico nella zona. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, il sindaco Dario Nardella, l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti, l’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini e il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci.


“Questa apertura offre una soluzione di viabilità importantissima – ha detto il sindaco Nardella – Un intervento a lungo atteso dai cittadini della zona, che consente di integrare meglio il centro con il Quartiere 5 e in prospettiva di sfruttare le potenzialità offerte dalla linea 2 della tramvia. Un altro mattone che aggiungiamo al progetto di miglioramento della viabilità della città e in particolare di questo quartiere”.
“Un importante contributo al miglioramento della circolazione nella zona – ha detto l’assessore Giorgetti – I veicoli in uscita ed entrata al quartiere possono infatti bypassare viale Fratelli Rosselli utilizzando il collegamento tra piazza Bonsanti e via Paisiello. L’intervento, oltre a migliorare l’accessibilità del quartiere, garantisce ai residenti un percorso alternativo e più scorrevole rispetto a quello usato dagli autobus. Entro fine anno sarà aperto anche il tratto terminale del collegamento tra viale Michelucci e via Paisiello. Sarà l’occasione per riorganizzare l’intera viabilità del quartiere”.
“Dopo l’abbattimento della palazzina ex Enel – ha detto l’assessore Bettarini – proseguono le opere di urbanizzazione previste per l’area Leopolda. Un’operazione da un milione di euro su viabilità e verde pubblico che consente di realizzare interventi attesi da 15 anni dai cittadini della zona”.
Sono in via di completamento anche gli interventi per la realizzazione dello svincolo da via Michelucci su via Paisiello, che si affiancherà ai lavori per la nuova rotatoria tra via Paisiello e via Mercadante e agli interventi di finitura di piazza Bonsanti.

Onda Verde

Onda Verde, un piano di riqualificazione di parchi e giardini

Il comune di Firenzee ha presentato il piano ‘Onda Verde’ per la riqualificazione del verde pubblico, che verrà attivato nelle prossime settimane. Si tratta di un pacchetto formato da 14 interventi distribuiti nei cinque quartieri fiorentini, per un investimento complessivo di quasi 3 milioni di euro.

 

 

Questo il dettaglio dei lavori previsti.

Quartiere 1

Parco delle Cascine. L’intervento fa seguito alla demolizione di alcune strutture presenti nell’area vicina al piazzale Vittorio Veneto, come la discoteca Meccanò, con una riqualificazione complessiva dell’impianto arboreo e della sistemazione a verde. Nell’area dell’ex Meccanò saranno disegnati nuovi percorsi e aiuole e verrà allestita una struttura coperta da utilizzare per attività di informazione e sosta riservate ai frequentatori del Parco, con servizi wi-fi, video e servizi igienici. Infine sarà completato l’impianto di illuminazione sia all’interno del Giardino della Catena che nell’area ex Meccanò. Investimento di 990mila euro.
Piazza Santo Spirito. Previsti interventi per la completa riqualificazione delle aiuole verdi (compreso l’impianto di irrigazione). Verranno inoltre adottate nuove ringhiere artistiche. Investimento di circa 100mila euro.
Zona Leopolda. Sarà realizzato un giardino che occuperà le aree tra via Ponte alle Mosse e via Bausi. Investimento di 215mila euro.
Sistemazione a verde lungo la linea 1 del tram nel tratto del Parco delle Cascine. Il progetto riguarda il ripristino di aiuole, cordonati e la sistemazione lungo la linea tranviaria nel tratto viale degli Olmi-viale Stendhal-piazzale Jefferson-piazza Vittorio Veneto. Investimento di 250mila euro.

Quartiere 2

Giardini di via Novelli. Sarà ripristinata e messa in sicurezza l’area giochi esistente, di circa 4.500 mq, ma ne verrà anche realizzata una nuova, di circa 1.500 mq, utilizzando una porzione del giardino tra via Novelli e la scuola elementare. Le due aree saranno messe in comunicazione eliminando il cancello posto all’ingresso di via Novelli. Per l’altra parte del giardino (in tutto 6.000 mq), il progetto prevede: il ripristino di alcuni vialetti asfaltati e dei tavoli da pic-nic esistenti e danneggiati dalle intemperie o da atti vandalici; la sostituzione delle panchine in ferro esistenti con panchine in legno, rendendo uniforme la tipologia con altre panchine installate in alcuni interventi effettuati negli anni passati; la rimozione di alcune ceppaie di alberi abbattuti in precedenti interventi. Investimento di 150mila euro.
Sentiero degli Scalpellini. Questo intervento si inserisce nell’ambito del processo di riqualificazione e recupero della sentieristica dell’Area Naturale di Interesse Locale (ANPIL) del Torrente Mensola. Prevista la riapertura di percorsi non agibili da tempo per la presenza di alberi, cespugli e arbusti spontanei, rovi, vecchie recinzioni e pietre. Contestualmente si procederà anche all’apposizione della segnaletica dei sentieri. Investimento di quasi 120mila euro.
Campo di Marte. Un piccolo parco giochi sarà realizzato ai giardini di Campo di Marte, con possibilità di pieno utilizzo da parte dei bambini diversamente abili. Lo ha donato la Fondazione Niccolò Galli al Comune e sarà caratterizzato dal tema ‘calcio’. Valore donazione 80mila euro.

Quartiere 3

Parco viale Tanini. Verrà realizzato un nuovo impianto di illuminazione lungo uno dei viali pedonali interni, adiacente alla sponda del torrente Ema. In programma anche l’installazione di nuovi giochi. Investimento di 180mila euro.

Quartiere 4

Parco di Ugnano. Saranno sostituiti i giochi, ormai deteriorati. Le nuove attrezzature sono state scelte tenendo conto di fasce di età diverse (da 1 anno a 12-14 anni). Sotto alcune piante di acero verrà inoltre installata una panca con struttura coperta mentre due porte da calcetto saranno installate nel prato adiacente. In programma la piantumazione di nuovi alberi: due lecci, tre roveri, due mandorli e tre noccioli. Completeranno l’intervento la sostituzione di uno dei cinque ponti, ormai deteriorato, e il potenziamento dell’impianto di illuminazione con l’aggiunta di quattro lampioni. Investimento di 150mila euro.
Parco Villa Strozzi. Saranno sostituite le staccionate di protezione dei vialetti nella zona con forte pendenza e riparati i muretti. Il programma di interventi prevede anche il restauro delle strade sterrate che conducono dalla Villa al Teatro della Limonaia e la ricostruzione della pavimentazione asfaltata che dall’ingresso su via Pisana conduce alla Villa. L’area bambini verrà dotata di un nuovo gioco. Investimento di 150mila euro.
Parco di Villa Vogel. Gli interventi serviranno a migliorare sia le condizioni di sicurezza che di custodia del giardino. In particolare si prevede: il ripristino di porzione della recinzione lungo via Canova, con recupero di tutti i cancelli e delle staccionate interne in legno; la sostituzione delle altalene in legno con altalene in acciaio; la sostituzione di panchine in legno e tavoli picnic; l’integrazione e spostamento di alcuni punti luce; la rigenerazione di alcuni punti del manto erboso e l’eliminazione di ceppaie. Investimento di 140mila euro.

Quartiere 5

Piazza della Costituzione. Previsto il recupero delle pavimentazioni esistenti e l’utilizzo della medesima tipologia (lastre spezzate di porfido cementate) per la parte che viene ampliata. In programma anche il potenziamento dell’impianto di illuminazione e l’installazione di quello di irrigazione per i nuovi alberi. Le panchine saranno sostituite con nuovi modelli e sistemate lungo i nuovi spazi di sosta. Lungo la sponda destra del Mugnone si procederà al reintegro dell’alberata di platani, inserendo nuovi esemplari (meli da fiore e maggiociondoli). L’attuale percorso asfaltato sarà ampliato in modo da consentire il passaggio di sedie a rotelle e ripavimentato con un nuovo tappeto di usura drenante. Lungo il percorso saranno installate nuove piazzole con panchine. Investimento 150mila euro.
Giardino Stibbert. In programma il consolidamento e restauro del grande cancello d’ingresso al Parco, della parte di muro vicino alla biglietteria del Museo, su via Stibbert, e di alcuni muri a retta. Si interverrà anche sulla viabilità pedonale e carrabile. Investimento di 250mila euro.
Giardino Officine Galileo. Per assicurare zone d’ombra sarà realizzato un pergolato lungo il lato confinante con l’edificio che ospitava il Meccanotessile. La struttura sarà costituita da elementi metallici, mentre le vasche contenenti le piante verranno prodotte in cls. La zona del pergolato, attualmente a ghiaino, verrà pavimentata in calcestruzzo architettonico come la restante parte. Previsti anche gli allacciamenti alle reti di illuminazione e di irrigazione e all’impianto di smaltimento delle acque meteoriche. Investimento di 28mila euro.

Ferrovie: due nuovi treni su linea Firenze-Pisa

Ferrovie: due nuovi treni su linea Firenze-Pisa

Introdotti con il cambio orario di dicembre, effettueranno tutte le fermate intermedie.

Due nuovi treni in arrivo sulla tratta Firenze-Pisa, uno con partenza da Firenze alle 9.38 e l’altro con partenza da Pisa alle ore 10.01. I nuovi servizi, che fermeranno in tutte le stazioni della tratta, saranno introdotti con il cambio orario di dicembre nella programmazione delle ferrovie regionali ed andranno a coprire due “buchi” nel sistema di partenze cadenzate del Memorario.
“Abbiamo ascoltato le richieste in arrivo dal territorio – ha detto l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli – in particolare quelle dei lavoratori del Polo tecnologico di Navacchio e quelle dei residenti a Montelupo, che chiedevano un potenziamento dei collegamenti ferroviari “lenti”, cioè di quelli che effettuano tutte le fermate intermedie e non sostano solo nelle stazioni principali”.
“La linea Firenze-Pisa – ha aggiunto Ceccarelli – è la più frequentata tra le linee regionali toscane. Ma anche laddove i servizi sono molto frequenti facciamo quanto possibile per dare risposta alle richieste dei cittadini, coerentemente con la scelta di privilegiare il trasporto su ferro rispetto a quello su gomma”.

L'articolo Ferrovie: due nuovi treni su linea Firenze-Pisa proviene da www.controradio.it.

Mobilità sostenibile, Mobike approda a Bagno a Ripoli

Mobilità sostenibile, Mobike approda a Bagno a Ripoli

Approvata dalla giunta una delibera per la sperimentazione di sei mesi del servizio di bike sharing.

Il bike sharing di Mobike approda a Bagno a Ripoli: stamani la giunta comunale ha approvato una delibera che apre le porte a una sperimentazione del servizio con la piattaforma cinese della durata di sei mesi.
Nel giro di alcune settimane le biciclette faranno il loro ingresso sul territorio comunale ripolese. Dopo la fase sperimentale, il Comune aprirà un apposito avviso pubblico per affidare la gestione del servizio.
Nel frattempo l’amministrazione comunale è al lavoro insieme a Mobike per dotare il territorio di una flotta di biciclette anche a pedalata assistita, da impiegare – data la specificità territoriale del comune – su percorsi collinari, con una fruizione turistica ma non solo.

“Con la delibera di oggi  – dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – il nostro Comune fa un grande passo in avanti sulla mobilità sostenibile. Con il nostro sistema di piste ciclabili, che stiamo ampliando e ottimizzando sempre più grazie a numerosi investimenti, non ultimo quello ottenuto grazie al ‘bando periferie’, nel nostro territorio la bicicletta ha le carte in regola per diventare davvero un mezzo di mobilità alternativa all’auto privata. Le biciclette di bike sharing di Mobike già da settimane circolano a Bagno a Ripoli, in arrivo da Firenze. Ma con l’atto della giunta il nostro Comune avrà una flotta propria, che sarà composta indicativamente da alcune centinaia di mezzi a due ruote. Tra queste, una parte sarà a pedalata assistita per consentire di affrontare anche le nostre salite in collina, con percorsi tra olivi e bellezze naturalistiche e artistiche che potranno essere apprezzati tanto dai turisti quanto dalla cittadinanza ripolese”.

L'articolo Mobilità sostenibile, Mobike approda a Bagno a Ripoli proviene da www.controradio.it.