Livorno dedica parco pubblico a Ilaria Alpi

Livorno dedica parco pubblico a Ilaria Alpi

In memoria della giornalista Ilaria Alpi sarà dedicato il parco pubblico di fronte alla caserma dei paracadutisti Vannucci di Livorno.

Lo ha deciso la giunta del sindaco Filippo Nogarin che ha approvato l’intitolazione di sette aree verdi comunali a donne passate alla storia per il loro valore civile, sociale o professionale, dando seguito all’indirizzo di una mozione votata all’unanimità dalla Commissione pari opportunità (e al percorso analogo promosso dalla Consigliera di parità della Provincia di Livorno Cristina Cerrai) sulla riduzione dello squilibrio attuale della toponomastica cittadina.

Il 94% delle strade, vie e piazze di Livorno, intitolate a persone – si spiega dal Comune – è infatti dedicato a uomini. Tre delle nuove attribuzioni saranno decise dagli studenti delle scuole Carducci, mentre la giunta ha già stabilito di intitolare oltre al parco in memoria di Alpi, all’attivista Lgtb Sylvia Rivera l’area verde in piazza del Luogo Pio e alle storiche direttrici d’orchestra livornesi, Irene Morburgo e Palmira Orso, i due spazi alberati di piazza Magenta.

Per le altre tre donne illustri indicate nell’atto di giunta – la martire del libero pensiero Ipazia di Alessandria, le pittrici Frida Kahlo e Artemisia Gentileschi – i ragazzi delle scuole Carducci, promotori del progetto sulla tassonomia femminile, dovranno decidere la relativa intitolazione scegliendo tra tre aree verdi indicate dall’amministrazione

L'articolo Livorno dedica parco pubblico a Ilaria Alpi proviene da www.controradio.it.

Viadotto E45: Codacons lancia class action per risarcimenti

Viadotto E45: Codacons lancia class action per risarcimenti

Una class action “per far ottenere il giusto risarcimento dei danni a tutti i soggetti danneggiati dal provvedimento” di chiusura del viadotto Puleto dell’E45. Lo annuncia il Codacons.

“I residenti dei comuni interessati dalla chiusura del viadotto, al pari di imprese, negozi e attività varie che hanno subito danni economici – spiega il Codacons in una nota -, possono costituirsi parte offesa dinanzi la procura di Arezzo e avviare così l’iter per ottenere nelle successive fasi un risarcimento monetario, costituendosi in una class action”.

Per l’associazione dei consumatori “è di tutta evidenza il diritto dei cittadini coinvolti nella vicenda e delle attività commerciali lese di agire dinanzi la magistratura per ottenere il giusto risarcimento nei confronti dell’Anas e di tutti i soggetti che saranno ritenuti responsabili di irregolarità od omissioni.”

Erano le 14 di mercoledì quando Anas ha dispostoil sequestro e la conseguente chiusura della strada statale 3bis “Tiberina” (E45), in entrambe le direzioni, tra gli svincoli di Canili e Valsavignone, in corrispondenza del confine tra le province di Arezzo e Forlì Cesena, a seguito del sequestro preventivo del viadotto “Puleto” nel comune di Pieve Santo Stefano, che era stato disposto su ordine della Procura della Repubblica di Arezzo.

L'articolo Viadotto E45: Codacons lancia class action per risarcimenti proviene da www.controradio.it.

Firenze: scontro auto-bus, tre persone in ospedale

Firenze: scontro auto-bus, tre persone in ospedale

Un mancato rispetto della precedenza. Sarebbe questa la causa dell’incidente che oggi pomeriggio è avvenuto in via Datini e che ha visto il coinvolgimento di una vettura e un bus Ataf.

Secondo quanto ricostruito, spiega la polizia municipale in un comunicato, l’auto, una Honda Jazz proveniente da via Traversari, non avrebbe rispettato la precedenza al momento di attraversare via Datini per proseguire in direzione di viale Giannotti. Avrebbe quindi urtato contro il bus della linea 23 in transito sulla corsia preferenziale di via Datini in direzione via Gualfredotto.

La 25enne alla guida dell’auto è stata estratta dai vigili del fuoco e portata all’ospedale di Ponte a Niccheri, dove sono stati trasportati anche il conducente del bus, un 40enne, e una passeggera di 47 anni, tutti in codice verde. Medicati sul posto cinque passeggeri di età compresa tra i 32 e i 67 anni.

Per consentire i soccorsi e i rilievi via Datini è stata chiusa nei due sensi da via Traversari a piazza Gualfredotto. Divieto di transito anche in via Traversari. Le strade sono state riaperte intorno alle 18.15.

Sempre in via Datini il 15 gennaio scorso si è verificato un incidente a seguito del quale è morto un 78enne, caduto sbattendo la testa dopo essere stato urtato da un bus in transito mentre camminava lungo la carreggiata.

 

L'articolo Firenze: scontro auto-bus, tre persone in ospedale proviene da www.controradio.it.

Viadotto E45, assessore Ceccarelli: “Rischio isolamento per zona”

Viadotto E45, assessore Ceccarelli: “Rischio isolamento per zona”

Sulla chiusura del viadotto E45 disposto da Anas, oggi mercoledì 16 gennaio, in seguito alla possbilità di crollo, è intervenuto anche l’assessore toscano alla viabilità e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli.

“La notizia del sequestro e della chiusura del viadotto Puleto sulla E 45 è preoccupante – afferma l’assessore Ceccarelli -, prima di tutto perché è il segnale che l’arteria necessita di interventi di manutenzione non più rinviabili per la sicurezza di chi, quotidianamente, percorre questo asse viario, uno dei più importanti del nostro Paese.”

“Ma preoccupa anche perché se non vengono messi in atto interventi immediati si rischia l’isolamento di tutta la Valtiberina, con grave danno per i residenti e per i molti utenti di questa infrastruttura che rappresenta un’alternativa all’Autostrada del Sole lungo la dorsale nord-sud”, prosegue l’assessore.

“Occorrono interventi urgenti di Anas – aggiunge Ceccarelli in una nota – che consentano almeno la parziale riapertura della E 45. In più, come sosteniamo da anni, è necessario che Anas si faccia carico della riqualificazione della vecchia Statale 3bis della Valtiberina, che diventa un’imprescindibile alternativa nei casi in cui la E45 venga chiusa al traffico, come richiesto dalla Regione nell’ambito del progetto di riqualificazione e messa in sicurezza della stessa E45 – conclude Ceccarelli -, finanziato dal precedente Governo.”

Situazione al momento regolare sull’E45, dopo la chiusura al traffico scattata attorno alle 14.

L'articolo Viadotto E45, assessore Ceccarelli: “Rischio isolamento per zona” proviene da www.controradio.it.

Comuni, Nardella: “Al via lavori per completare bypass Mantignano-Ugnano”

Comuni, Nardella: “Al via lavori per completare bypass Mantignano-Ugnano”

“Cominciano oggi i lavori per completare il secondo lotto, dunque tutta la variante che porterà un vantaggio in termini di traffico a favore di tutta la comunità di Mantignano e Ugnano. L’investimento è di 1,3 milioni. La variante sarà completata a ottobre di quest’anno”.Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un sopralluogo in periferia, nella zona di Ugnano, a Firenze.

Questo mese, ha continuato il primo cittadino di Firenze, “servirà a fare la bonifica dell’area dove prima vi era un’attività di rottamazione auto”, poi inizieranno “i lavori. Si tratta di un intervento tecnologicamente molto impegnativo, perché di fatto si tratterà di una sorta di diga”.

Tre gli obiettivi, come ha spiegato Nardella: “Mettere in sicurezza dal punto di vista idrogeologico tutta l’area, favorire ulteriormente la viabilità e ridurre il traffico nelle zone abitate e bonificare quest’area da tutte le sostanze inquinanti che abbiamo trovato a causa dell’attività di rottamazione pre-esistente”. Per l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Firenze Stefano Giorgetti si tratta di “un’opera importante e attesa”.

L'articolo Comuni, Nardella: “Al via lavori per completare bypass Mantignano-Ugnano” proviene da www.controradio.it.