Firenze, prima Festa della Passerella all’Isolotto

Firenze, prima Festa della Passerella all’Isolotto

Pulizia delle rive dell’Arno, laboratori, gastronomia, mostre, culture diverse, una grande cena sabato sera e, domenica, la passeggiata storica per le vie dell’Isolotto: saranno questi alcuni degli appuntamenti che, tra 22 e 23 settembre, coinvolgeranno il cuore del popoloso quartiere fiorentino nella prima Festa della Passerella, organizzata dall’Associazione La Passerella insieme ad altre realtà del territorio e al Quartiere 4.

Sabato 22 settembre, dalle 15 alle 16, partecipazione alla pulizia della sponda dell’Arno, organizzata da Quartiere 4, Consorzio di Bonifica e Anci Toscana, nell’ambito del progetto Insieme Bonificatori. Ritrovo presso la casetta degli Scout Agesti Firenze 2, in via dell’Isolotto. Dalle 16.30 alle 19, mostra dell’artista Filippo Zoi, giochi scout, laboratorio di costruzione del Presepio, animazioni presentate dalle comunità di migranti, degustazione di pani arabi ed ebraici, trucco e parrucco. Dalle 20 alle 22, cena di comunità in piazza. Contributo: 15 euro adulti, 10 euro bambini. Informazioni e prenotazioni: 329 4932305, 335 5237618.

Domenica 23 settembre, alle 17, passeggiata tra la storia del Quartiere 4 (punto di ritrovo in piazza dell’Isolotto all’inizio del viale dei Bambini), per concludere aperitivo di saluto presso Arci Isolotto in via Maccari, 104

L’iniziativa è frutto della collaborazione dell’Associazione La Passerella, del Quartiere 4 Comune di Firenze, e poi Parrocchia B.M.V. Madre delle Grazie, Parrocchia SS. Nome di Gesù ai Bassi, Arci Isolotto, Agesci, Upd Isolotto, Impronte di un altro genere, Biblioteca di Pace, Associazione Italiana Amici del Presepio, Circolo Pensionati Isolotto, Comunità Cingalese, Viva Perù, I love Isolotto, Contesta Rock Hair, associazioni, commercianti e cittadini del Quartiere 4.

“Grazie all’Associazione La Passerella e alla ricchezza di iniziative e di cuore del nostro territorio – spiega il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – da quest’anno un nuovo grande evento occuperà piazze e vie del quartiere di iniziative, creatività, incontri e conoscenze, mettendo al centro il bellissimo capitale umano di cui fortunatamente disponiamo. Noi parteciperemo con passione agli appuntamenti in programma. È una festa, una nuova festa, un momento per stare insieme in maniera divertente e consapevole, un abbraccio al quale spero che i cittadini risponderanno con entusiasmo”.

“L’Associazione La Passerella – aggiunge il presidente Tommaso Lastrucci – nasce dalla volontà di favorire la crescita di una rete formata da cittadini, gruppi e associazioni del Quartiere 4 e animata dall’esigenza di promuovere la cultura democratica attraverso momenti di incontro, socialità e scambi di esperienze. Il modo migliore per farlo ci sembrava quello di organizzare una festa nella piazza simbolo del nostro quartiere, la Piazza dell’Isolotto”.

L'articolo Firenze, prima Festa della Passerella all’Isolotto proviene da www.controradio.it.

Firenze: M5S e Lega divisi su aeroporto

Firenze: M5S e Lega divisi su aeroporto

Aeroporto Firenze, “Al governo Lega e M5S hanno posizioni completamente diverse sulle opere pubbliche che è assai difficile conciliare,” afferma Dario Nardella, i progetti “non si possono bloccare per l’incapacità delle due forze di governo di trovare” un accordo.

“Al governo Lega e M5S hanno posizioni completamente diverse sulle opere pubbliche che è assai difficile conciliare. A Firenze abbiamo il progetto di realizzare la nuova pista dell’aeroporto e siamo ormai in dirittura d’arrivo: il M5S sono totalmente contrari ad un progetto di sviluppo che riguarda anche la messa in sicurezza di questa opera pubblica, mentre la Lega, imbarazzata, è in silenzio e non sa come rispondere, perchè nel corpo della Lega c’è anche la parte produttiva del paese come gli imprenditori”. Lo ha detto, oggi a Omnibus su La Sette, il sindaco di Firenze Dario Nardella.

“Allora come fa un governo a dire da un lato che non si possono fare le opere pubbliche, e dall’altro parlare agli imprenditori sulla necessità di sviluppare il paese e dargli infrastrutture?”, è andato avanti il sindaco di Firenze “Sono due punti davvero opposti e inconciliabili. Io credo che sia necessario puntare sullo sviluppo sostenibile. Ci sono alcune opere che si possono rivedere ma la stragrande maggioranza sono necessarie, alcune sono già partite e non si possono bloccare per l’incapacità delle due forze di governo di trovare una sintesi su un aspetto centrale per il futuro dell’Italia”.

L'articolo Firenze: M5S e Lega divisi su aeroporto proviene da www.controradio.it.

Fallimento Creaf: citazione a giudizio per Biffoni a Prato, “certo di avere agito per collettività”

Fallimento Creaf: citazione a giudizio per Biffoni a Prato, “certo di avere agito per collettività”

Citazione a giudizio, in relazione al suo incarico di presidente della Provincia di Prato, per Matteo Biffoni (Pd), sindaco della città toscana. A citarlo la procura pratese, con l’accusa di bancarotta semplice, in relazione al fallimento del Creaf, il Centro di ricerca e alta formazione mai nato per cui sarebbero stati spesi negli anni oltre 20 milioni di euro di fondi pubblici. Il processo davanti al giudice monocratico si aprirà il prossimo 18 giugno, cioè dopo le elezioni amministrative comunali, a cui il sindaco non ha ancora deciso se ricandidarsi.

Con Biffoni citati a giudizio per bancarotta semplice ex amministratori del Creaf ed ex membri del cda, Luca Rinfreschi, Laura Calciolari, Lamberto Gestri, Veronica Melani, Gianmario Bacca, oltre ai tre componenti del collegio sindacale, Massimo Longini, Massimo Picchi e Marco Bini. Il sostituto procuratore Lorenzo Boscagli, titolare delle indagini, ha chiesto invece l’archiviazione dell”ex vice presidente della Provincia Daniele Panerati.

“Mi difenderò, sono certo di aver agito per il meglio della collettività”. Queste le parole del sindaco di Prato Matteo Biffoni che spiega di “essere molto tranquillo”, perché ritiene di “aver agito nella massima correttezza”. “Mi difenderò in giudizio – aggiunge -, non sono spaventato per questo vicenda in relazione a una mia eventuale ricandidatura a sindaco nelle prossime elezioni amministrative”.

“A nome del Partito democratico di Prato confermo piena fiducia nel sindaco Matteo Biffoni”. Così in una nota il segretario del Pd pratese Stefano Bosi in relazione alal citazione a giudizio di Biffoni per il fallimento di Creaf. “Oltre ad aver gestito come presidente della Provincia solo l’ultimissima fase di una vicenda che viene da molto lontano – aggiunge Bosi -, Biffoni ha sempre agito in piena trasparenza ed è proprio alla luce di questo che siamo più che convinti che potrà dimostrare agevolmente la propria estraneità al reato che gli è stato contestato. Siamo certi che tutto sarà chiarito poiché al primo posto c’è, e c’è sempre stato da parte sua, il rispetto dell’interesse pubblico”.

L'articolo Fallimento Creaf: citazione a giudizio per Biffoni a Prato, “certo di avere agito per collettività” proviene da www.controradio.it.

Tramvia: da 40 a 61mila passeggeri in 2 mesi

Tramvia: da 40 a 61mila passeggeri in 2 mesi

Lo ha dichiarato il sindaco Dario Nardella. Sulla nuova linea Nardella ha ricordato che “dopo il blocco per la crisi di una delle ditte appaltatrici, i lavori sono ripartiti”.

“Le Tramvie per noi sono il progetto più difficile ma forse proprio per questo il più apprezzato dai fiorentini. La tramvia non è una conquista di Dario Nardella ma dei fiorentini”. Lo ha detto il sindaco di Firenze chiudendo questa sera la festa dell’Unità al parco delle Cascine. “Lunedì 16 luglio abbiamo inaugurato la linea Leonardo: in 2 mesi da una media di 40mila passeggeri al giorno siamo passati a 61mila, nel periodo estivo” ha aggiunto.

E sulla nuova linea Nardella ha ricordato che “dopo il blocco per la crisi di una delle ditte appaltatrici, i lavori sono ripartiti. Entro pochi giorni potremo fare il primo viaggio tecnico: le ditte hanno firmato l’impegno per finire entro la fine dell’anno, mentre stiamo anche terminando il primo lotto del parcheggio scambiatore a Peretola”, ha concluso il sindaco.

L'articolo Tramvia: da 40 a 61mila passeggeri in 2 mesi proviene da www.controradio.it.

Nuovo bando per il recupero di Sant’Orsola

Nuovo bando per il recupero di Sant’Orsola

Firenze, il Consiglio della Città Metropolitana, su proposta di Benedetta Albanese, consigliera delegata al Patrimonio, ha approvato una delibera per un nuovo bando finalizzato al recupero dell’ex convento di Sant’Orsola, nel centrale quartiere di San Lorenzo.

Il termine ultimo, stabilito per la presentazione delle proposte per riportare a nuova vita il complesso di Sant’Orsola, restituendolo alla città, è stato fissato per il 30 novembre 2018.

Il Consiglio dell’ente, spiega una nota, ha dato mandato alla Direzione Patrimonio di predisporre un nuovo avviso per l’individuazione di un operatore economico, singolo o in raggruppamento con altri, con cui avviare una trattativa privata finalizzata all’affidamento in concessione della valorizzazione di Sant’Orsola, stabilendo il termine del 30 novembre 2018 per la presentazione delle proposte.

“Ci siamo riservati, operando nell’ambito di una trattativa privata, la facoltà di richiedere variazioni progettuali, come anche integrazioni alla proposta selezionata – spiega Albanese – L’operatore che avrà presentato la migliore proposta dovrà presentare il Piano economico finanziario a supporto della stessa, nonché dimostrare l’effettiva e immediata disponibilità di almeno un terzo dell’importo indicato nella proposta come necessario per la realizzazione dell’intervento”.

Negli ultimi anni, sono stati emessi svariati bandi per il recupero del complesso (un tempo proprietà della Provincia, ora della Città metropolitana) ma finora nessuno ha dato il risultato auspicato.

L'articolo Nuovo bando per il recupero di Sant’Orsola proviene da www.controradio.it.