CONCERTI A FIRENZE E LUCCA: SCATTANO DIVIETI E CONTROLLI

Concerti divieti

Da bombolette a tablet, dagli zaini alle bottiglie: questi e molti altri i divieti in occasione concerti di Green Day a Lucca, Radiohead a Firenze, Ariana Grande a Roma. Zona Cascine Firenze off limits alle auto.

Niente bombolette spray (nemmeno anti zanzare, creme solari, deodoranti), vietati borse e zaini, no pure a lattine e bottiglie anche di plastica, tablet e computer: sono alcuni dei divieti previsti in occasione dei maxiconcerti di domani a Lucca con i Green Day e Rancid che aprono il Summer festival, alle Cascine di Firenze con i Radiohead e giovedì a Roma di Ariana Grande, al Palalottomatica. Le misure di sicurezza al live dei Radiohead prevedono varchi multipli di controlli per accedere all’area concerto, con metal detector a mano e una ‘centrale operativa mobile’ di agenti delle forze dell’ordine sul posto per presidiare l’evento.

In occasione della data, che richiamerà a Firenze circa 50mila persone, la zona del parco delle Cascine sarà off limits alle auto dalle 9; il servizio tranvia, che ha un’apposita fermata nell’area, sarà prolungato fino alle 2 di notte per servire gli spettatori. A Lucca, gli accessi saranno regolati da tornelli come negli anni precedenti. L’organizzazione ha poi previsto anche elementi in new jersey e panettoni per sbarrare la strada. I controlli saranno affidati a steward e forze dell’ordine. Stretta poi sugli alcolici: in piazza Napoleone, dove i Greenday si esibiranno, divieto di vendita di alcolici, così come di alimenti e bevande in contenitori di vetro o metallo.

Lungo e analogo l’elenco di cosa non si potrà portare all’interno del Palalottomatica per il concerto di Ariana Grande: comprende come per Firenze e Lucca anche biciclette, armi, droga, puntatori laser e molto altro.

The post CONCERTI A FIRENZE E LUCCA: SCATTANO DIVIETI E CONTROLLI appeared first on Controradio.

TRAFFICO FIRENZE, NARDELLA: “PER SAN GIOVANNI SARA’ BOLLINO ROSSO”

traffico Nardella

“C’è il rischio che Firenze si blocchi per i troppi eventi.” mette in guardia il sindaco Nardella. Rischio blocco circolazione per giornata di manifestazioni.

Il 24 giugno, giorno del santo patrono di Firenze San Giovanni, “sarà giornata da bollino rosso per il traffico” in città, dove già i cantieri della tramvia pongono da lungo tempo la circolazione in uno stato critico. Il rischio è che il capoluogo toscano possa letteralmente “bloccarsi per il traffico” per una concomitanza di eventi pur trattandosi di un giorno festivo. L’avvertimento del sindaco Dario Nardella è di usare l’auto il meno possibile.

“Il 24 giugno – ha detto Nardella oggi in Palazzo Vecchio – sarà un giorno da bollino rosso, dato che oltre ai Fochi ci saranno altri importanti appuntamenti in città, dal concerto di Eddie Vedder al parco delle Cascine alla finale del Calcio storico. Chiediamo a tutti, non solo ai fiorentini, di collaborare al massimo usando per quanto possibile i mezzi pubblici per spostarsi. C’è il rischio reale che la città possa bloccarsi per il traffico e stiamo predisponendo un piano straordinario per la mobilità e i mezzi pubblici”.

La prossima settimana Firenze ospiterà Pitti Immagine Uomo alla Fortezza da Basso, degli incontri dei Play Off della Lega pro di calcio in programma allo stadio Franchi e del concerto dei Radiohead al Parco delle Cascine, il primo appuntamento di un ricco programma di eventi ospiti al Visarno. Eventi che, sicuramente, avranno ripercussioni sulla circolazione cittadini. Per consentire lo svolgimento delle manifestazioni gli uffici della Mobilità di concerto con Polizia Municipale e Cosp hanno predisposto una serie di provvedimenti oltre ad anticipare l’esortazione del sindaco ad usare il meno possibile i mezzi pubblici. “Raccomandiamo ai cittadini di porre attenzione alle modifiche e alla segnaletica – dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti -. E come già per i Mondiali di Ciclismo di utilizzare i mezzi pubblici e la mobilità alternativa, iniziando dalle biciclette.”

The post TRAFFICO FIRENZE, NARDELLA: “PER SAN GIOVANNI SARA’ BOLLINO ROSSO” appeared first on Controradio.

FIRENZE, ZTL NO STOP: PER COMITATI BUONA LA PRIMA

Giugno Ztl

A tutela delle esigenze di vivibilità dei residenti il comitato Manoiquandosidorme ha dato l’ok a Ztl 24h: “primi giorni Ztl di Sant’Ambrogio efficaci ma sia una Ztl efficiente e non colabrodo.”

Il comitato Manoiquandosidorme ha fatto sapere in un comunicato che sostiene con forza la richiesta di Ztl 24h per tutto il centro storico di Firenze “al fine di soddisfare basilari esigenze di vivibilità per i residenti”. Tra questi si annoverano “la tutela della salute minacciata dall’inquinamento acustico e ambientale, diritto a tenere il proprio autoveicolo non lontano dalla propria abitazione, tutela della mobilità pedonale, soprattutto per le fasce più deboli, come disabili, bambini e vecchi”.

Per il comitato la particolare struttura urbanistica della città “con le sue stradine strette, la fragilità dei suoi monumenti e il pregio architettonico di tutti i suoi edifici ed arredi antichi”, non sarebbero  in grado di accogliere il massiccio assalto degli autoveicoli privati dei numerosissimi visitatori. I primi giorni dell’attuale ZTL a fascia oraria lunga nella zona di Sant’Ambrogio avrebbero “confermato che quando applicata con rigore (la notte del giovedì, venerdì e sabato, con la presenza della polizia Municipale) i risultati sono straordinariamente positivi”.

Un via libera, dunque, da parte del comitato che, tuttavia, mette in luce la “mancanza di una telecamera all’inizio di via dell’Agnolo rende invece ancora più critica questa zona durante tutti gli altri giorni”. Si fa notare anche che “per il buon funzionamento della Ztl 24h per tutto il centro storico è necessario che  da parte dell’Amministrazione Comunale se ne garantisca la tenuta attraverso deterrenti efficaci”. Insomma “non può essere una ZTL colabrodo”.

Si chiede, inoltre, l’attivazione di “mezzi di trasporto sostitutivi, in particolare bussini elettrici per far sì che tutti possano entrare in centro pur non usando il loro autoveicolo”. Ecco perché “i parcheggi collocati fuori della città devono essere resi economicamente più accessibili”. Il no secco arriva alla possibilità di aprire la Ztl ai veicoli del car sharing: “stanno diventando sempre di più e vengono abbandonate dove capita, riteniamo che i diritti non si debbano poter comprare.”

“Ricordando che le vie pedonalizzate, a suo tempo tanto osteggiate dai commercianti sono risultate alla prova dei fatti le più favorevoli al commercio” conclude il comunicato “i Comitati si dichiarano disponibili a mettere a disposizione la loro capillare esperienza sul territorio affinché la ZTL24h possa attuarsi”.

The post FIRENZE, ZTL NO STOP: PER COMITATI BUONA LA PRIMA appeared first on Controradio.

EVENTI ESTATE FIORENTINA, RIUNITO COMITATO PER ORDINE E SICUREZZA

eventi estate fiorentina comitato ordine sicurezza

La riunione, convocata dal Prefetto di Firenze Giuffrida, ha passato in rassegna concerti Visarno, il calcio storico, show, manifestazioni sportive e di moda previsti per l’Estate fiorentina. “Non blinderemo le piazze ma prenderemo misure adeguate.”

Bonifica delle aree, zone di prefiltraggio e controllo, piani di evacuazione, di emergenza e soccorso, impiego di steward, provvedimenti antialcol e antivetro, centri di coordinamento e monitoraggio sicurezza per ogni evento. Questi gli aspetti principali esaminati oggi alla riunione che il prefetto Alessio Giuffrida ha avuto con il sindaco Dario Nardella, i responsabili provinciali dell’ordine pubblico e dei vigili del Fuoco, la direttrice del Servizio Emergenze 118 dell’Asl fiorentina e gli organizzatori delle numerose manifestazioni che si terranno a Firenze nelle prossime settimane.

Sono stati analizzati i singoli piani per ciascun evento ed è stato  deciso un irrobustimento generale del dispositivo di sicurezza già in atto, con l’assunzione anche di provvedimenti antialcol/vetro/lattine/materiali esplodenti e sul consumo e asporto di bevande, che saranno adottati via via prima di ogni spettacolo. “La nostra idea non è quella di blindare le piazze, ha spiegato Giuffrida,  ma di definire misure adeguate a garantire un sereno svolgimento delle manifestazioni estive. Oggi abbiamo fatto una radiografia a ciascun evento. Non è cresciuto il livello di allarme, si deve solo imparare a convivere con un sistema sicurezza  rafforzato per la tranquillità di tutti”.

Sono stati esaminati in particolare gli eventi di maggior richiamo di pubblico, a partire da Pitti Uomo che si svolgerà alla Fortezza da Basso dal 13 al 16 giugno, al  quale sono attesi 10mila espositori e 35mila visitatori. Prima di questa kermesse, il 12 giugno in piazza Pitti alle 22 si terrà uno spettacolo acrobatico, organizzato dal Centro Moda, per il quale è prevista la partecipazione di circa 10mila persone.

L’attenzione si è poi spostata sul Calcio Storico, le cui tribune in piazza Santa Croce accolgono complessivamente 4300 spettatori. Per la finale del 24 giugno e per le altre partite, oltre a specifici provvedimenti antialcol e antivetro, sono stati analizzati i varchi d’ingresso, dove saranno utilizzati metal detector su borse e zaini, la doppia cerchia di transenne per un miglior controllo del pubblico, il numero di addetti ai servizi di accoglienza, le operazioni di bonifica per mettere in sicurezza tutta l’area, il piano sanitario.

Si è poi passati ai concerti in programma al Visarno il 14, 23, 24 e 25 giugno, per i quali si aspetta da un minimo di 40 mila a un massimo di 50 mila spettatori per ciascun evento. Ogni serata inizia alle 17 e si conclude a mezzanotte; il parco delle Cascine sarà chiuso al traffico veicolare dalle ore 9 a un’ora dopo la fine del deflusso del pubblico (indicativamente le due di mattina). Circa un migliaio sono gli addetti ai servizi di controllo, protezione civile e servizio sanitario, muniti di appositi pass e facilmente identificabili. Saranno usati metal detector e non saranno ammessi all’interno dell’ippodromo né contenitori di vetro, né lattine, né alcol.  Sarà allestito un GOS collegato in ponte radio con i vari operatori per garantire interventi tempestivi. Gli organizzatori hanno predisposto anche un’apposita App, denominata “Firenze Rock”, che sui concerti fornisce informazioni di ogni genere. Già 27mila persone l’hanno scaricata sul proprio telefonino.

Sul fronte della viabilità è intervenuto il sindaco Dario Nardella. “Come amministrazione dobbiamo affrontare innanzitutto le criticità legate al traffico, già messo a dura prova dai lavori della tramvia. Avremo un giugno di fuoco” ha detto, “appello ai fiorentini: utilizzate il meno possibile il mezzo privato per questi eventi. Verrà predisposto un piano straordinario di mobilità, informeremo dettagliatamente la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici. Chiedo ai fiorentini uno sforzo in più di pazienza e disponibilità”.

 

The post EVENTI ESTATE FIORENTINA, RIUNITO COMITATO PER ORDINE E SICUREZZA appeared first on Controradio.

A PONTEDERA PADRE E FIGLIO TENTANO DI INVESTIRE STRANIERO DOPO LITIGIO

polizia Pisano padre e figlio investire straniero

La scintilla sarebbe scoccata dopo un banale litigio per viabilità nel centro di Pontedera e un pugno sferrato dallo straniero. Padre e figlio denunciati.

Padre e figlio, entrambi di Pontedera (Pisa) di 52 e 27 anni, sono stati denunciati ieri sera per lesioni personali aggravate e minacce dopo avere tentato di investire volontariamente uno straniero che sitrovava sull’argine del torrente Era e nonostante fossero presenti gli agenti della polizia.  L’episodio, secondo quanto ricostruito dai poliziotti, sarebbe scaturito in seguito a un presunto diverbio per motivi di viabilità avvenuto il giorno prima tra il pontederese e tre stranieri.

Era stato proprio il ventisettenne a riferire agli agenti, intervenuti in una piazza del centro di Pontedera per un litigio avvenuto fuori da un circolo, che la contesa era nata proprio dal litigio per la viabilità. Il giovane italiano, in compagnia della figlia piccola, era stato invitato a uscire e subito dopo ha detto di essere stato colpito con un pugno al volto al quale non ha reagito per non mettere in pericolo la bambina.

I tre presunti aggressori si sono poi allontanati. Poco dopo mentre la polizia stava accertando i fatti, l’uomo ha ricevuto una telefonata dal padre che riferiva della presenza di uno dei tre aggressori sull’argine del fiume. Giunti sul posto e preso in consegna lo straniero, la pattuglia ha visto arrivare a forte velocità un’auto che ha provato a investirlo, colpendolo di striscio.

Operazione tentata nuovamente dopo avere arrestato la marcia e colpendo il malcapitato, per fortuna procurandogli solo ferite lievi, che riusciva a mettersi al sicuro all’interno della Volante. Alla fine la polizia è riuscita a fermare la macchina scoprendo che all’interno c’erano il ventisettenne e suo padre che continuavano a inveire e minacciare di morte lo straniero.

The post A PONTEDERA PADRE E FIGLIO TENTANO DI INVESTIRE STRANIERO DOPO LITIGIO appeared first on Controradio.