EVENTI ESTATE FIORENTINA, RIUNITO COMITATO PER ORDINE E SICUREZZA

eventi estate fiorentina comitato ordine sicurezza

La riunione, convocata dal Prefetto di Firenze Giuffrida, ha passato in rassegna concerti Visarno, il calcio storico, show, manifestazioni sportive e di moda previsti per l’Estate fiorentina. “Non blinderemo le piazze ma prenderemo misure adeguate.”

Bonifica delle aree, zone di prefiltraggio e controllo, piani di evacuazione, di emergenza e soccorso, impiego di steward, provvedimenti antialcol e antivetro, centri di coordinamento e monitoraggio sicurezza per ogni evento. Questi gli aspetti principali esaminati oggi alla riunione che il prefetto Alessio Giuffrida ha avuto con il sindaco Dario Nardella, i responsabili provinciali dell’ordine pubblico e dei vigili del Fuoco, la direttrice del Servizio Emergenze 118 dell’Asl fiorentina e gli organizzatori delle numerose manifestazioni che si terranno a Firenze nelle prossime settimane.

Sono stati analizzati i singoli piani per ciascun evento ed è stato  deciso un irrobustimento generale del dispositivo di sicurezza già in atto, con l’assunzione anche di provvedimenti antialcol/vetro/lattine/materiali esplodenti e sul consumo e asporto di bevande, che saranno adottati via via prima di ogni spettacolo. “La nostra idea non è quella di blindare le piazze, ha spiegato Giuffrida,  ma di definire misure adeguate a garantire un sereno svolgimento delle manifestazioni estive. Oggi abbiamo fatto una radiografia a ciascun evento. Non è cresciuto il livello di allarme, si deve solo imparare a convivere con un sistema sicurezza  rafforzato per la tranquillità di tutti”.

Sono stati esaminati in particolare gli eventi di maggior richiamo di pubblico, a partire da Pitti Uomo che si svolgerà alla Fortezza da Basso dal 13 al 16 giugno, al  quale sono attesi 10mila espositori e 35mila visitatori. Prima di questa kermesse, il 12 giugno in piazza Pitti alle 22 si terrà uno spettacolo acrobatico, organizzato dal Centro Moda, per il quale è prevista la partecipazione di circa 10mila persone.

L’attenzione si è poi spostata sul Calcio Storico, le cui tribune in piazza Santa Croce accolgono complessivamente 4300 spettatori. Per la finale del 24 giugno e per le altre partite, oltre a specifici provvedimenti antialcol e antivetro, sono stati analizzati i varchi d’ingresso, dove saranno utilizzati metal detector su borse e zaini, la doppia cerchia di transenne per un miglior controllo del pubblico, il numero di addetti ai servizi di accoglienza, le operazioni di bonifica per mettere in sicurezza tutta l’area, il piano sanitario.

Si è poi passati ai concerti in programma al Visarno il 14, 23, 24 e 25 giugno, per i quali si aspetta da un minimo di 40 mila a un massimo di 50 mila spettatori per ciascun evento. Ogni serata inizia alle 17 e si conclude a mezzanotte; il parco delle Cascine sarà chiuso al traffico veicolare dalle ore 9 a un’ora dopo la fine del deflusso del pubblico (indicativamente le due di mattina). Circa un migliaio sono gli addetti ai servizi di controllo, protezione civile e servizio sanitario, muniti di appositi pass e facilmente identificabili. Saranno usati metal detector e non saranno ammessi all’interno dell’ippodromo né contenitori di vetro, né lattine, né alcol.  Sarà allestito un GOS collegato in ponte radio con i vari operatori per garantire interventi tempestivi. Gli organizzatori hanno predisposto anche un’apposita App, denominata “Firenze Rock”, che sui concerti fornisce informazioni di ogni genere. Già 27mila persone l’hanno scaricata sul proprio telefonino.

Sul fronte della viabilità è intervenuto il sindaco Dario Nardella. “Come amministrazione dobbiamo affrontare innanzitutto le criticità legate al traffico, già messo a dura prova dai lavori della tramvia. Avremo un giugno di fuoco” ha detto, “appello ai fiorentini: utilizzate il meno possibile il mezzo privato per questi eventi. Verrà predisposto un piano straordinario di mobilità, informeremo dettagliatamente la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici. Chiedo ai fiorentini uno sforzo in più di pazienza e disponibilità”.

 

The post EVENTI ESTATE FIORENTINA, RIUNITO COMITATO PER ORDINE E SICUREZZA appeared first on Controradio.

A PONTEDERA PADRE E FIGLIO TENTANO DI INVESTIRE STRANIERO DOPO LITIGIO

polizia Pisano padre e figlio investire straniero

La scintilla sarebbe scoccata dopo un banale litigio per viabilità nel centro di Pontedera e un pugno sferrato dallo straniero. Padre e figlio denunciati.

Padre e figlio, entrambi di Pontedera (Pisa) di 52 e 27 anni, sono stati denunciati ieri sera per lesioni personali aggravate e minacce dopo avere tentato di investire volontariamente uno straniero che sitrovava sull’argine del torrente Era e nonostante fossero presenti gli agenti della polizia.  L’episodio, secondo quanto ricostruito dai poliziotti, sarebbe scaturito in seguito a un presunto diverbio per motivi di viabilità avvenuto il giorno prima tra il pontederese e tre stranieri.

Era stato proprio il ventisettenne a riferire agli agenti, intervenuti in una piazza del centro di Pontedera per un litigio avvenuto fuori da un circolo, che la contesa era nata proprio dal litigio per la viabilità. Il giovane italiano, in compagnia della figlia piccola, era stato invitato a uscire e subito dopo ha detto di essere stato colpito con un pugno al volto al quale non ha reagito per non mettere in pericolo la bambina.

I tre presunti aggressori si sono poi allontanati. Poco dopo mentre la polizia stava accertando i fatti, l’uomo ha ricevuto una telefonata dal padre che riferiva della presenza di uno dei tre aggressori sull’argine del fiume. Giunti sul posto e preso in consegna lo straniero, la pattuglia ha visto arrivare a forte velocità un’auto che ha provato a investirlo, colpendolo di striscio.

Operazione tentata nuovamente dopo avere arrestato la marcia e colpendo il malcapitato, per fortuna procurandogli solo ferite lievi, che riusciva a mettersi al sicuro all’interno della Volante. Alla fine la polizia è riuscita a fermare la macchina scoprendo che all’interno c’erano il ventisettenne e suo padre che continuavano a inveire e minacciare di morte lo straniero.

The post A PONTEDERA PADRE E FIGLIO TENTANO DI INVESTIRE STRANIERO DOPO LITIGIO appeared first on Controradio.

BIKE SHARING A FLUSSO LIBERO, PUBBLICATO L’AVVISO PUBBLICO PER INDIVIDUARE IL GESTORE DEL SERVIZIO

A seguito della delibera approvata ieri dalla giunta comunale, oggi gli uffici della mobilità hanno pubblicato l’avviso per le manifestazione d’interesse per l’individuazione dei gestori.
“Il nostro obiettivo – spiega l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti – è attivare questo nuovo servizio quanto prima. E visto che la commissione di valutazione delle proposte si riunisce la prima volta a metà luglio e che gli operatori hanno 90 giorni di tempo per avviare l’attività a partire dal via libera degli uffici comunali, entro l’anno potremmo avere le prime 500 biciclette del bike sharing free flow sulle strade fiorentine”.

Risultati immagini per bike sharing
In dettaglio l’avviso, che resterà aperto un anno, prevede la durata del servizio fino al 30 giugno 2022 con un parco mezzi che inizialmente non potrà superare le 8.000 unità complessive. Il 15 di ogni mese la commissione di valutazione si riunirà per esaminare le proposte arrivate anche da diversi operatori fino al raggiungimento della quota prevista. Nel bando vengono specificate le caratteristiche tecniche del sistema di gestione: tutto sarà automatizzato e l’utente attraverso un’APP per smartphone potrà visualizzare le bici disponibili, prenotarle, sbloccarle a inizio utilizzo e bloccarle al termine, e ancora pagare, segnalare guasti e malfunzionamenti. Messe nero su bianco anche le caratteristiche dei mezzi: prima di tutto dovranno essere dotati di sistema GPS per localizzazione sia per l’utilizzo ordinario che in caso di furto. Fondamentale anche che abbiamo un telaio realizzato in materiale ad alta resistenza e solidità e con finiture tali da garantire la protezione da atti vandalici. Previsto anche un sistema di bloccaggio elettronico sbloccabile tramite l’APP per smartphone, concepito in modo tale che la bicicletta possa essere parcheggiata senza essere necessariamente legata a una rastrelliera.
Tra gli standard minimi del servizio richiesti ai partecipanti che il funzionamento sia per tutti i giorni dell’anno e h24 e garantito per tutto il periodo autorizzato, che la flotta utilizzata da ciascun gestore sia composta da un numero di veicoli compreso tra 1.000 e 4.000 mezzi, che il perimetro operativo del servizio sia almeno 10 chilometri quadrati del territorio comunale. E ancora che l’utente possa utilizzare la bicicletta senza alcun limite di tempo e di percorrenza. Prevista anche la copertura assicurativa per responsabilità civile verso terzi e la riconoscibilità dei mezzi. Il soggetto gestore dovrà avviare il servizio entro 90 giorni dalla comunicazione dell’Amministrazione dell’avvenuta selezione con l’impiego di bici nuove che, per i primi sei mesi, dovranno essere almeno 500.
Il bando resta aperto un anno (prorogabile di un ulteriore anno) fino al raggiungimento del numero dei mezzi previsti. Le manifestazioni di interesse dovranno quindi pervenire al Comune di Firenze entro le 12 del 31 maggio 2018.
L’avviso è pubblicato presso l’Albo pretorio e in rete civica.

BYPASS GALLUZZO: SPOSTATO STOP. SINDACI: COSI’ VIA IMBUTO

Bypass del Galluzzo

Via all’adeguamento dell’area del Bypass del Galluzzo per favorire il traffico. Metrocittà e Comuni con Anas e Autostrade per rendere funzionali l’area e segnaletica alla nuova opera.

In occasione dell’inaugurazione del bypass del Galluzzo erano state operate modifiche sulla viabilità e nella segnaletica che regola il traffico nell’area del casello autostradale dell’Impruneta (svincolo Firenze Certosa), tra l’altro con restringimento di carreggiata al termine dell’Autopalio e la determinazione della precedenza in punto della rotonda davanti allo svincolo. Tuttavia già nel pomeriggio di lunedì il Sindaco Metropolitano Dario Nerdella come anche i Sindaci di San Casciano Massimiliano Pescini e di Impruneta Alessio Calamandrei, si sono messi in comunicazione con Anas e Autostrade perchè i provvedimenti adottati venissero aggiornati a fronte delle code che si erano create.

Autostrade e Anas, in particolare, hanno eliminato lo stop in uscita dall’Autopalio Firenze-Siena e così alla fine della superstrada, in corrispondenza della rotonda dove confluiscono anche le auto che arrivano dall’A1, non si crea più un tappo che non consente di superare agevolmente lo svincolo della Certosa. Chi arrivava da Siena, infatti, doveva dare la precedenza rispetto alle vetture che giungono dall’A1, determinando però code per le auto provenienti dall’Autopalio, lungo l’ultimo tratto della superstrada. “In sintesi” hanno fatto sapere “è stato risolto il problema del restringimento dell’Autopalio e si è spostato lo stop sulla rotonda per i veicoli che arrivano da Siena”.

“Il by pass del Galluzzo – spiega Massimiliano Pescini, consigliere delegato alla Viabilità della Città Metropolitana – è un’opera importante e decisiva e come tutte le opere che vengono inaugurate e aperte richiedono la puntualizzazione del loro utilizzo da parte degli utenti, il rilievo di alcune difficoltà e la loro soluzione. Anche nel caso del by pass l’entusiasmo si è accompagnato al rodaggio dell’opera e i problemi che si sono evidenziati sono stati risolti in queste ore”. Adesso il traffico è scorrevole e l’invito è ad utilizzare il by pass e a coglierne i vantaggi per la viabilità e per i trasporti. Le amministrazioni della Città Metropolitana e dei Comuni coinvolti stanno dialogando con gli enti gestori della rotonda, che hanno dato da subito la loro disponibilità, per adeguare l’assetto dell’area e della segnaletica alla funzionalità del bypass.

The post BYPASS GALLUZZO: SPOSTATO STOP. SINDACI: COSI’ VIA IMBUTO appeared first on Controradio.

TRAMVIA, UN NUOVO ATTRAVERSAMENTO PEDONALE

Un nuovo attraversamento pedonale sul percorso tranviario per collegare l’area a nord-ovest del Mugnone a San Jacopino. È quanto prevede una delibera approvata dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, nell’ultima seduta del 2015.
Con questo atto l’Amministrazione, anche su sollecitazione dei cittadini, dà l’input al concessionario Tram SPA di prevedere una variante migliorativa al progetto esecutivo revisionato della linea 2 che garantisca un collegamento pedonale diretto. In sostanza sarà introdotto un passaggio pedonale sui binari in via Gordigiani in modo che i pedoni possano poi riprendere la passerella sul Mugnone e quindi arrivare in viale Redi e San Jacopino.