Scoppio in falegnameria, artigiano morto a Empoli

Scoppio in falegnameria, artigiano morto a Empoli

Ferito il figlio poi trasportato in ospedale. Incidente sul lavoro, artigiano morto a Empoli

I vigili del fuoco stanno intervenendo a Empoli, in via Pontorme, per una esplosione in una falegnameria. Coinvolte due persone, padre e figlio. Un ferito è stato preso in carico dal 118, mentre per l’altra, liberata dalla squadra dei vigili del fuoco, il medico ha constatato il decesso. La vittima sarebbe il genitore, Francesco Santiccioli, 68 anni. E’ il quinto decesso sul lavoro in Toscana dal 30 gennaio.

L’esplosione sarebbe stata causata dallo scoppio di un apparecchio con cui l’uomo stava lavorando nel proprio laboratorio. Secondo quanto appreso, all’interno c’erano il falegname rimasto ucciso e il figlio, salvato dall’intervento dei vigili del fuoco e del 118, poi portato in ospedale. Sul posto sono andati i carabinieri insieme all’Ispettorato del Lavoro dell’Asl Toscana Centro. Al momento non ci sono altre informazioni, nè immagini dell’intervento.

Si tratta del quinto incidente mortale sul lavoro in pochi giorni dal 30 gennaio: il 2 febbraio un operaio di 23 anni è morto schiacciato sotto una pressa a Montale. Il giorno precedente in un infortunio avvenuto a Castelfranco di Sotto (Pisa), aveva perso la vita un uomo di 51 anni, titolare di una ditta di termoidraulica, che stava effettuando una manutenzione a una cisterna in una conceria. Il 30 gennaio era morto un ciclofattorino a Montecatini Terme, mentre svolgeva una consegna.

L'articolo Scoppio in falegnameria, artigiano morto a Empoli proviene da www.controradio.it.

Crollo del tetto di una palazzina per un incendio

Crollo del tetto di una palazzina per un incendio

Prato, un incendio sviluppatosi per cause in corso di accertamento nel sottotetto di una palazzina in via Bologna a Prato ha causato il crollo di una parte della copertura.

Due le persone accompagnate in ospedale perché presentavano segni di intossicazione, sono state poi fatte le verifiche dei vigili del fuoco per scongiurare la presenza di qualcuno sotto il crollo anche se, si spiega dagli stessi pompieri, dalle testimonianze raccolte sembrava che nessuno sia rimasto all’interno ed infatti l’esito delle verifiche dei vigili del fuoco è stato negativo.

L’intervento dei Vigili del Fuoco è proseguito per rimuovere le parti bruciate cadute sul solaio dell’appartamento sottostante a quello interessato dalle fiamme, per prevenire cedimenti strutturali.

L’intervento dei vigili del fuoco di Prato è scattato alle 6:45: sul posto al lavoro due squadre impegnate, oltre all’autoscala e a una botte inviata in via precauzionale, per un totale di 14 unità. I residenti della palazzina e quelli degli appartamenti vicini sono stati fatti evacuare in via precauzionale.

La palazzina interessata è composta da due piani fuori terra. L’abitazione posta al piano primo, interessata dall’evento, risultava disabitata mentre gli occupanti di quella al piano terra al momento sono stati evacuati in attesa del ripristino delle condizioni di sicurezza.

Sul posto intervenuti anche personale sanitario del 118 e i Carabinieri di Prato.

L'articolo Crollo del tetto di una palazzina per un incendio proviene da www.controradio.it.

Morta carbonizzata una donna in un incendio

Morta carbonizzata una donna in un incendio

Piombino, in provincia di Livorno, una donna è morta carbonizzata questo pomeriggio a Piombino, in un appartamento di via Bellini.

Piombino, in provincia di Livorno, una donna è stata ritrovata morta carbonizzata, questo pomeriggio, durante un incendio che si è sviluppato in un appartamento di via Bellini, nel centro della città.

A fare la macabra scoperta sono stati gli uomini di una squadra dei Vigili del Fuoco del comando di Livorno, distaccamento di Piombino, che sono intervenuti intorno alle ore 18:00, chiamati sul posto per domare un incendio sviluppatosi in un appartamento. I Vigili del Fuoco, dopo aver domato le fiamme hanno rinvenuto, all’interno dell’abitazione, il corpo una donna morta carbonizzata.

Per quanto riguarda le cause dell’incendio gli accertamenti sono ancora in corso, mentre sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco, sono accorsi unità del personale sanitario del 118, dei Carabinieri e della Polizia di Stato.

È stato avvisato il Magistrato di turno per le pratiche di rito. Al momento in cui stiamo scrivendo i vigili del fuoco stanno ancora lavorando per liberare l’appartamento dal fumo per poter permettere alle forze dell’ordine di entrare e fare un sopralluogo.

La tragedia è avvenuta in una zona residenziale del centro di Piombino in una traversa del viale Amendola che corre parallelo al mare.

L'articolo Morta carbonizzata una donna in un incendio proviene da www.controradio.it.

La neve continua a cadere in Toscana

La neve continua a cadere in Toscana

Firenze, la neve caduta in questi giorni ha provocato forti disagi alla cittadinanza, soprattutto sulla Montagna Pistoiese ed in Garfagnana, dove in alcuni casi si è verificata l’interruzione delle forniture elettriche, un disagio che ha coinvolto inizialmente circa 5.000 persone, numero che si è notevolmente ridotto a ieri sera grazie al lavoro senza sosta della task force di E-Distribuzione.

I Vigili del Fuoco sono stati impegnati nella zona dell’Abetone per far fronte ai danni causati dalle abbondanti nevicate. Le squadre sono intervenute, e probabilmente dovranno ancora intervenire, con idonei mezzi e con la fresa per rimuovere la neve dalle strade di collegamento tra le zone di Abetone e Cutigliano, e per la messa in sicurezza numerose piante ed alberi danneggiati dal peso della neve.

L’assessore regionale all’ambiente Monia Monni ha seguito in tempo reale la situazione: “Sono in contatto con la Sala operativa unificata della Protezione Civile della Regione Toscana, che sta monitorando la situazione insieme alle Amministrazioni locali. In caso di necessità siamo pronti ad attivare la nostra struttura regionale. Siamo anche in contatto con Enel e-distribuzione per il ripristino della fornitura elettrica alle famiglie coinvolte. Inoltre, i Comuni insieme al volontariato locale stanno operando per il monitoraggio e l’assistenza alla popolazione. Nel pistoiese la situazione dovrebbe normalizzarsi nel pomeriggio di oggi, mentre nella lucchesia si prevede la normalizzazione entro la tarda serata”.

La neve caduta abbondantemente sulle strade e il crollo di  molte piante ha provocato inoltre svariati problemi alla viabilità locale: diverse le strade provinciali e comunali che nella giornata di ieri sono state temporaneamente chiuse per consentire la liberazione del manto stradale.

In Garfagnana, a ieri sera risultavano chiuse al traffico le SC San Rocco in Turrite-Gragliana a Pescaglia, Livignano Caprignana a San Romano, peraltro interventi in via di conclusione. Inoltre, le SP 71 di San Pellegrino a Castiglione di Garfagnana, SP 13 di Valdarni a Careggine, con interventi attualmente in corso.

La neve

Per quanto riguarda il pistoiese, vi sono rallentamenti con filtraggi operati dalle forze di polizia sulla SS 12 del Brennero a causa delle auto parcheggiate a bordo strada. In particolare, risulta impraticabile la strada fra Cutigliano e La Doganaccia, oggetto di intervento con bobcat e frese.

Ma non è tutto, perché in Toscana esteso fino alla mezzanotte di domenica 3 gennaio, il codice giallo per pioggia e neve; quello per pioggia riguarda tutta la regione, quello per neve soltanto le aree di nord-ovest (Lunigiana e Garfagnana).

Una vasta zona depressionaria sul mar Ligure e Tirreno porterà ancora maltempo sulle regioni tirreniche. Per domenica previste precipitazioni diffuse più frequenti sulla costa, zone adiacenti e Appennino. Localmente le precipitazioni potranno assumere il carattere di rovescio o temporale che tenderanno a interessare principalmente le zone costiere e di nord-ovest (province di Massa Carrara e Lucca). Occasionali rovesci o temporali potranno interessare l’Arcipelago.

Inoltre, deboli nevicate a quote di montagna (oltre 800 m di quota), possibili anche sull’Amiata oltre i 900 metri. Venti meridionali con raffiche fino a 40-60 km in particolare su costa, Arcipelago e zone sottovento all’Appennino. Mare molto mosso con tendenza ad attenuazione.

L'articolo La neve continua a cadere in Toscana proviene da www.controradio.it.

Maltempo, Elsa in piena, ancora neve in montagna ed altro ancora

Maltempo, Elsa in piena, ancora neve in montagna ed altro ancora

Manciano, in provincia di Grosseto, l’ufficio di Protezione civile del Comune sta monitorando in queste ore caratterizzate dal maltempo, la situazione delle strade comunali secondarie e, a causa della forte perturbazione e della piena del fiume Elsa, è stato chiuso dagli operai del Comune anche il passo del Molino Onteo.

Stamattina il Comune di Manciano a causa del maltempo ha ordinato anche la chiusura della strada con attraversamento a scivolo presso Piano di Cirignano, sempre a causa del fiume Elsa in piena. Monitorate anche le vie comunali secondarie con attraversamenti a scivolo sempre sul torrente Elsa ma, in questi altri casi, non si segnalano criticità alla viabilità.

Pistoia, ancora critica la situazione sulla Montagna Pistoiese, a causa dell’abbondante nevicata caduta nelle ultime ore, che ad Abetone ha ormai raggiunto quasi due metri di altezza, creando problemi alla viabilità e alle linee elettriche della zona.

I vigili del fuoco sono ancora impegnati per far fronte ai danni causati dalla neve, che ha fatto crollare diverse piante nella sede stradale. Le squadre stanno intervenendo con diversi mezzi, tra cui una turbina e una fresa per rimuovere la neve dalle strade di collegamento tra le zone di Abetone e Cutigliano, e per la messa in sicurezza degli alberi danneggiati dal peso della neve.

Anche la Provincia di Pistoia è al lavoro da ieri per coordinare gli interventi. “Ringrazio l’Ufficio viabilità che sta lavorando al meglio e lo invito a proseguire nello sforzo per continuare a coordinare e a mettere in campo le azioni necessarie per fronteggiare l’emergenza – scrive in una nota il presidente Luca Marmo, che è anche sindaco di San Marcello Piteglio -. Ringrazio anche la macchina della protezione civile della Provincia, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, i volontari ed i cittadini”.

L'articolo Maltempo, Elsa in piena, ancora neve in montagna ed altro ancora proviene da www.controradio.it.