Coppia di anziani trovata morta a Prato

Coppia di anziani trovata morta a Prato

Prato, una coppia di anziani coniugi è stata trovata priva di vita stamani nella abitazione dove viveva in via Filizi.

Secondo una prima ricostruzione fatta dagli investigatori, l’uomo, un pratese di 72 anni, avrebbe sparato alla moglie di 76 anni con un fucile da caccia e poi avrebbe rivolto l’arma contro di se togliendosi così la vita. Sul posto, oltre che ai carabinieri, sono intervenuti anche i vigili del fuoco. La scoperta della coppia di cadaveri è stata fatta poco prima delle 8:00 dai vigili del fuoco, entrati nell’abitazione di via Filzi dopo l’allarme lanciato da familiari dell’uomo di 76 anni che erano preoccupati perché, prima cercandola al telefono poi recandosi stamani alla casa di via Filzi, non riuscivano ad avere risposte dalla donna.

Il decesso risalirebbe alla giornata di sabato, forse a dopo pranzo. La coppia sarebbe stata trovata in cucina, con la tv accesa, la donna seduta su una sedia, l’uomo a terra al suo fianco e con accanto il fucile.

Una ipotesi, formulata per spiegare l’atto inconsulto, sarebbe il fatto che l’uomo negli ultimi tempi sarebbe entrato in uno stato di ansia e depressione causato dal fatto che nel marzo dello scorso anno un incendio, scoppiato nel garage della coppia, aveva costretto i condomini a lasciare il palazzo per diverse settimane e l’uomo avrebbe dovuto quindi risarcirli entrando così in difficoltà economiche.

L'articolo Coppia di anziani trovata morta a Prato da www.controradio.it.

Collesalvetti, incendio raffineria Eni, Prot. civile, tenere finestre chiuse

Collesalvetti, incendio raffineria Eni, Prot. civile, tenere finestre chiuse

Collesalvetti, in provincia di Livorno, una colonna di fumo nero preceduta da alcuni forti rumori, che hanno fatto pensare ad alcune esplosioni, si è sollevata intorno nella raffineria Eni di Stagno.

Il fumo è visibile da molta distanza. Il sindaco del vicino comune di Collesalvetti Adelio Antolini riferisce: “Eravamo in consiglio comunale e ci hanno avvertito della cosa. È visibile una colonna di fumo nero che si vede anche da Collesalvetti, dopo che si sono sentiti ci dicono almeno tre forti rumori”, simili a scoppi.

La Protezione civile del Comune di Livorno, a livello precauzionale, invita la cittadinanza di tenere le finestre chiuse. Lo fanno sapere dal Comune in merito all’incendio in corso in un impianto che è in manutenzione dentro lo stabilimento Eni. Il sindaco Luca Salvetti si è recato alla raffineria per seguire la situazione da vicino.

Secondo prime informazioni, sarebbe un incendio scoppiato all’interno di un impianto della raffineria Eni. L’impianto era in manutenzione e forse erano presenti residui di idrocarburi che hanno preso fuoco. Al momento non risultano persone coinvolte.

“Ho parlato con il direttore dello stabilimento – ha confermato il sindaco di Livorno Luca Salvetti andato sul posto – Al momento non risultano persone coinvolte nell’incendio di un impianto in manutenzione. Nel frattempo, sembra che i vigili del fuoco siano riusciti a domare le fiamme”.

AGGIORNAMENTO dei Vigili del Fuoco: Intervento alla raffineria ENI di Stagno, nel comune di Collesalvetti: l’incendio ha coinvolto l’ impianto forno hot oil all’ interno allo stabilimento. L’Incendio è stato estinto e sono in atto le operazioni di raffreddamento e bonifica.
Al momento non risultano coinvolte persone. Sul posto stanno operano squadre del comando di livorno, di pisa, di lucca e di firenze.
La viabilità stradale è stata ripristinata.

L'articolo Collesalvetti, incendio raffineria Eni, Prot. civile, tenere finestre chiuse da www.controradio.it.

Calenzano: crolla muro, donna in prognosi riservata

Calenzano: crolla muro, donna in prognosi riservata

È ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Careggi ,dove è stata portata in elisoccorso, la donna di 49 anni travolta questa mattina dal crollo di un muro alla base di una collinetta a Calenzano (Firenze)

Una porzione di circa 60 metri, alta 2 e mezzo: sono le misure del muro crollato questa mattina alla base di una collinetta a Calenzano (Firenze). La  persona ferita è una passante di 49enne  trasferita al pronto soccorso di un ospedale. Secondo quanto ricostruito, quando è stata colpita dai detriti stava camminando a piedi lungo la strada.

Il crollo ha interessato un muro di contenimento di un terreno privato.  Il muro circonda il parco di una villa che in questa fase non è abitata. La strada, solitamente dedicata solo al transito di ciclisti e pedoni, di recente era stata aperta anche al traffico veicolare a causa di lavori che interessavano la viabilità della zona.

Secondo i primi accertamenti a causare il crollo potrebbero essere state le abbondanti piogge  cadute negli ultimi giorni anche nel territorio di Calenzano,   e forse anche proprio le vibrazioni del traffico.  Sul posto i vigili del fuoco hanno lavorato tutta la mattina per mettere in sicurezza l’area e sgomberare le macerie, inoltre sono stati avviati gli accertamenti per definire le cause del danneggiamento.

La  donna ferita è ora  ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Careggi ,dove è stata portata in elisoccorso, Secondo quanto appreso, i controlli dei vigili del fuoco avrebbero escluso la presenza di altre persone sotto le macerie.

L'articolo Calenzano: crolla muro, donna in prognosi riservata da www.controradio.it.

Incendio in un appartamento in Versilia, 20 evacuati

Incendio in un appartamento in Versilia, 20 evacuati

Pietrasanta, in provincia di Lucca, un incendio è scoppiato questa notte intorno alle 2 in un appartamento di una palazzina di quattro piani a in via Ficalucci, in Versilia.

L’incendio è stato estinto e 20 persone sono state momentaneamente evacuate mentre otto appartamenti sono stati al momento dichiarati inagibili. Due occupanti dell’appartamento andato a fuoco sono stati portati in ospedale per accertamenti, per avere inalato fumo.

Una donna, abitante al terzo piano della palazzina, ha riportato ustioni di primo e secondo grado agli arti inferiori e superiori e un trauma facciale ed è stata portata all’ospedale Versilia. Ustionato, a una mano, anche un vigile del fuoco intervenuto.

La donna ustionata è una 80enne che sarà trasferita a Pisa, dove è presente un centro per grandi ustionati. Sono invece già stati dimessi altri due abitanti della palazzina che erano stati portati in ospedale per accertamenti.

Il Comune di Pietrasanta spiega che sono otto le famiglie evacuate, per un totale di 17 persone, per le quali è stata trovata soluzione abitativa: due in hotel ed altre presso famiglie. All’interno di una delle abitazioni era in corso una veglia funebre per un 82enne deceduto il giorno prima dell’incendio.

La palazzina è di proprietà del Comune e adibita ad edilizia residenziale pubblica, in gestione all’Erp Lucca. A margine del rogo il sindaco Giovannetti ha spiegato che il Comune si è subito attivato “per rimettere a posto gli alloggi” e “sono in corso verifiche sul vano scale per accedere agli appartamenti non toccati dal fuoco.

L’incendio è scoppiato nella notte e alcuni inquilini hanno avvertito delle fiamme gli altri abitanti dello stabile che stavano dormendo, evitando così il peggio. Secondo i vigli del fuoco il rogo potrebbe essere partito dall’appartamento dove in quel momento c’era una veglia per un anziano morto il giorno prima”

Sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Lucca e dei distaccamenti di Pietrasanta e Viareggio, con il supporto dei colleghi di Pisa e Massa Carrara. Sul posto anche i carabinieri e il 118. Presente anche il sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti. Sono in corso accertamenti per capire le origini del rogo.

L'articolo Incendio in un appartamento in Versilia, 20 evacuati da www.controradio.it.

Incendio a Cecina, in fiamme oliveti, boschi e terreni incolti

Incendio a Cecina, in fiamme oliveti, boschi e terreni incolti

Cecina, in provincia di Livorno, un incendio è divampato nel primo pomeriggio di venerdì 10 settembre, in località Colle Mezzano.

Le fiamme, che si sono sviluppate molto velocemente perché alimentate dal forte vento proveniente dal mare, stanno interessando oliveti, alcune porzioni di bosco ma anche alcuni terreni incolti e l’incendio si sta propagando rapidamente ed in modo imprevedibile.

Sono bruciate anche alcune baracche che si trovavano in prossimità di abitazioni, per proteggere le quali dalle fiamme stanno intervenendo i vigili del fuoco.

Le squadre di terra stanno lavorando, con grande difficoltà proprio a causa delle avversità meteorologiche, oltre che i vigili del fuoco sono coinvolte anche squadre di volontari dell’antincendio regionale.

La sala operativa ha inoltre inviato sul posto due elicotteri che stanno concentrando gli sganci a protezione delle abitazioni, mentre un terzo elicottero è stato allertato ed è pronto a partire qualora la situazione dovesse ulteriormente peggiorare.

La Regione ricorda che su tutta la Toscana è stato prorogato fino a domenica 19 settembre il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali (potature, sfalci, ecc) e il divieto di effettuare qualsiasi accensione di fuochi. Resta esclusa la cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze o all’interno delle aree attrezzate.

L'articolo Incendio a Cecina, in fiamme oliveti, boschi e terreni incolti da www.controradio.it.