Giornate F.A.I. a Villa Corsini

Giornate F.A.I. a Villa Corsini.Giornate del F.A.I.: Villa Corsini aperta
con il nuovo percorso tattile per non vedenti
Sabato 21 e domenica 22 marzo, Villa Corsini a Castello (Firenze) sarà aperta dalle 10 alle 17 nell’ambito dell’iniziativa  delle Giornate di primavera del F.A.I.

http://www.polomuseale.firenze.it/areastampa/files/55019a602964454000000029/DSCN4311.jpg
L’ingresso è gratuito e i visitatori potranno avvalersi dell’assistenza culturale degli apprendisti ciceroni, studenti delle scuole medie e superiore che hanno aderitto all’iniziativa di FAI.
Con l’occasione sarà per la prima volta visitabile l’itinerario tattile di opere lapidee, per ipo e non vedenti.
Infatti, il progredire dei lavori dei Grandi Uffizi, ormai estesi al piano terra del lato occidentale del complesso vasariano, ha reso necessaria la rimozione delle sculture antiche sino ad oggi lì sistemate. Le opere, 34 in tutto fra busti ed are di età romana, sono state trasferite in massima parte in tre locali, appositamente recuperati, posti al primo piano dell’Antiquarium di Villa Corsini a Castello. Si è così evitata la collocazione nei depositi di questi importanti esempi dell’arte scultorea romana tardo repubblicana e imperiale, garantendo la loro fruibilità al pubblico per tutto il periodo dei lavori.
Dieci fra i busti trasferiti a Villa Corsini erano parte integrante dell’itinerario tattile per non vedenti e ipovedenti inaugurato in Galleria ormai tre anni or sono. Questa sezione del percorso rimarrà comunque utilizzabile come tale anche nella villa, dove le sculture, dotate di didascalie in braille, saranno interamente esplorabili con l’ausilio di guanti in lattice.
Considerata la prevedibile affluenza di pubblico si sconsiglia l’uso di mezzi privati.

Concerto a Villa Corsini

Con la sua briosa architettura barocca Villa Corsini farà da sfondo a un eccezionale concerto di musica antica che si terrà sabato 28 giugno alle ore 18.

http://www.polomuseale.firenze.it/areastampa/files/53aaa171296445ac02000029/Antiquarium%20di%20Villa%20Corsini.jpg
Il Consort baroque Laurentia, composto da musicisti di varie nazionalità, proporrà un ricercato programma dal titolo “Les goûts-réunis” che comprenderà composizioni vocali e strumentali di autori francesi e italiani del XVII e XVIII secolo, quali, tra gli altri, Michel Pignolet de Montéclaire, Pierre Guédron e Antonio Vivaldi.
L’ensemble, votato alla promozione della musica barocca e alla sua interpretazione secondo rigorosi criteri filologici, ha accuratamente selezionato un repertorio di brani composti negli anni che videro di Villa Corsini acquisire l’aspetto barocco ancor oggi visibile e che evocano, attraverso il mito, l’atmosfera dei divertimenti in villa.
Il concerto, a ingresso gratuito, sarà preceduto da una visita alle collezioni di archeologia e di scultura classica custodite nell’Antiquarium di Villa Corsini.

Villa Corsini

Orario più lungo per la Villa Corsini di Castello,infatti da oggi fino al 30 settembre, la Villa arà aperta alle visite durante l’intero fine settimana. Sarà infatti visitabile il primo e il terzo venerdì e tutti i sabati di ogni mese dalle ore 14 alle ore 18; la seconda e la quarta domenica di ogni mese sarà aperta dalle 9 alle 14. La Villa Corsini o ‘I Rinieri’ (dal nome dei proprietari del XVI secolo), situata alle porte della città in direzione Ovest in località Castello, fu acquistata nel 1697 per la sua vicinanza alla Villa medicea della Petraia dal Consigliere del Granduca Cosimo III, Filippo Corsini, che ne affidò la ricostruzione a Giovan Battista Foggini (1652-1725), architetto e scultore granducale, oltre che direttore delle manifatture di corte.

Villa Corsini
Nel salone sono stati collocati alcuni fra i marmi più significativi della raccolta del Museo Archeologico fra cui spiccano la statua in porfido dell’imperatore Adriano, unica nel suo genere, e quella della Peplophoros da palazzo Cepparello, splendida replica d’età romana da un originale greco del V secolo a.C.
Lungo le pareti del cortile hanno trovato posto sia sculture marmoree, come il busto colossale di Ercole già nel palazzo Portinari Salviati di via del Corso, sia numerosi sarcofagi etruschi in nenfro da Tuscania, provenienti dalla tomba gentilizia degli Statlane, risalenti al III e al II secolo a.C., oltre ad un pregevolissimo sarcofago femminile da Tarquinia, decorato a bassorilievo con scene figurate cariche di valenze simboliche che alludono a riti e a culti salvifici.
L’esposizione è finalizzata non tanto alla realizzazione di un allestimento museale nel senso tradizionale del termine, quanto alla restituzione della visibilità di opere conservate in questa villa, che da anni svolge la funzione di deposito dei materiali lapidei del Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Apertura straordinaria dell’Antiquarium di Villa Corsini

Apertura straordinaria dell’Antiquarium di Villa Corsini a Castello.  Domenica 9 marzo, dalle 14 alle 18, l’Antiquarium di Villia Corsini a Castello sarà aperto
straordinariamente, in  ricordo della dott.ssa Antonella Romualdi, già direttrice del Dipartimento di Antichità Classiche della Galleria degli Uffizi e ideatrice del percorso espositivo dell’Antiquarium.

L’itinerario di meraviglie sarà visitabile in gruppi accompagnati da guide che illustreranno la storia della villa e le caratteristiche dei nuclei collezionistici cui appartengono gli oggetti esposti. Villa Corsini conserva una straordinaria collezione di antichità all’interno di una scenografica cornice architettonica realizzata da Giovan Battista Foggini agli inizi del XVIII secolo. Sarcofagi etruschi e statue marmoree romane accolgono il visitatore fin dal suo ingresso nel cortile del fastoso palazzo, mentre all’interno della villa i preziosi reperti provenienti dalla vicina città etrusca di Gonfienti e dalla tomba della Mula consentono un viaggio nella storia millenaria della Piana fiorentina, angolo dell’antica Etruria che non ha niente da invidiare al resto dell’Italia antica. L’ingresso è libero e sarà possibile effettuare una libera offerta da devolvere alle attività dell’associazione FILE (Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus).