Open Week a Villa La Pietra

Sabato 12 e dal 14 al 18 aprile 2014 Open Week a Villa La Pietra con visite guidate gratuite (in italiano o in inglese) su prenotazione. In occasione delle celebrazioni del ventesimo anniversario dellA della scomparsa di Sir Harold Acton , verrà mostrata per la prima volta ai visitatori la camera e la sala studio, dove sarà allestita una piccola mostra di oggetti orientali appartenuti alla famiglia, esposti per l’occasione.

File:Villa la pietra 01.JPG

In un angolo del giardino che circonda la villa, verrà inoltre ricreato il rito del tè pomeridiano ed il ricevimento degli ospiti come era abitudine degli Acton in passato.
Nel ventesimo anniversario dalla morte di Sir Harold Acton, New York University organizzerà anche una serie di incontri, mostre e spettacoli su tematiche care agli Acton, quali il collezionismo, il giardino, la musica e lo spettacolo, la cultura italiana e sistemi educativi. Per maggiori informazioni e per le prenotazioni telefonare allo 0555007210 oppure scrivere a villa.lapietra@nyu.edu. Villa La Pietra è aperta al pubblico gratuitamente durante due settimane l’anno, per l’Open Week. I tour per l’Open Week includono una introduzione alla collezione d’arte della famiglia Acton e la storia della Villa. I tour proseguono poi nel Giardino formale costruito all’inizio del ventesimo secolo, in stile Rinascimentale Italiano. Le Open Week sono organizzate durante la terza settimana di Aprile e di Ottobre.

Il cinema italiano e la Guerra in Libia

Oggi Martedì 1 Aprile, ore 18.00, Luca Mazzei, ricercatore del dipartimento di Beni Culturali dell’ Università di Tor Vergata a Roma, tiene la conferenza “Prima della Grande Guerra. Il cinema italiano e la Guerra in Libia” presso la New York University di Firenze (Villa La Pietra, via Bolognese).

La Guerra per la Libia insieme a quella per l’Egeo( 1911-1912) rappresenta una delle più dimenticate tra le guerre coloniali. Nonostante ciò fu molto accentuata la sua rappresentazione mediale dettata dal racconto bellico- fotografico ma, soprattutto, la copertura cinematografica dell’evento che fu seguito fin dalle prime fasi da operatori di case cinematografiche che contribuirono quindi a stimolare un nuovo tipo di percezione della Guerra. Non solo, ma nel periodo tra il Natale 1911 e la Pasqua 1912 furono inviate a Tripoli cinematografie collettive, a spese del Governo, delle vere e proprie cine- cartoline da proiettarse per dar conforto ai soldati. Di fatto iniziò l’era delle guerre mediatiche.
Per informazioni: www.nyu.edu

Florence International Autumn School

A Firenze si impara cos’è la democrazia, con la prima scuola internazionale di alta formazione politica pensata per i giovani amministratori di ogni parte del mondo che si candidano a diventare la classe dirigente di domani. È la Florence International Autumn School, il “laboratorio” globale per le nuove generazioni di leader nato nel capoluogo toscano da un’idea dell’associazione Eunomia e del Florence Institute on Democracy and Innovation, in collaborazione con la New York University Florence. La prima edizione si sta svolgendo  da lunedì 18 a sabato 23 novembre 2013 a Villa “La Pietra” a Firenze, sede della NYU, e avrà il titolo “Building Democracy” ed ospiterà come professori di eccezioni i ministri Carrozza e Bonino,il sindaco Renzi e Lucia Annunziata.

File:Villa la pietra 01.JPG
La Florence International Autumn School è rivolta a tutti i giovani politici e amministratori provenienti dai cinque continenti con un’età inferiore ai 35 anni. Tutte le lezioni della scuola si svolgeranno in lingua inglese e saranno suddivise in due sezioni. La sessione mattutina sarà riservata ai corsisti, che potranno seguire le “open lectio” di relatori di eccellenza tra cui Francesco Galtieri, portfolio manager per il programma delle Nazioni Unite UN Volunteers a Bonn, l’economista Miroslav Jovanovic, docente all’Università di Ginevra e membro della United Nations Economic Commission for Europe e Fred H. Lawson, massimo esperto della questione siriana. Nel pomeriggio invece si svolgeranno “lectio magistralis” aperte a tutti. Fra le personalità invitate per gli special event compaiono il ministro degli Esteri Emma Bonino, il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza,il sindaco Matteo Renzi, esponenti ed analisti di primo piano della politica e dell’economia europea e statunitense, autorevoli firme di testate internazionali tra cui il direttore dell’Huffington Post Italia Lucia Annunziata e giornalisti di Le Monde, Newsweek e The Guardian. Oltre a fornire agli aspiranti governanti, con un approccio rigorosamente bipartisan, un’occasione di approfondimento accademico di alto profilo per ampliare le proprie competenze a stretto contatto con docenti di spicco, la Florence International Autumn School ha l’obiettivo di creare un network globale permanente che metta in rete le idee e le proposte più innovative degli amministratori in erba per costruire, come traspare dal titolo dell’edizione, una migliore democrazia e quindi un futuro migliore. In quest’ottica, la FIAS ha già attivato contatti con le organizzazioni giovanili mondiali, dai giovani repubblicani e democratici Usa alle organizzazioni giovanili russe, scandinave, sud europee e orientali. La settimana di lezione sarà divisa in macro topics: Global Governance, International Law, Alternatives for Governments, What is Democracy. Se la democrazia sarà il costante punto di partenza della riflessione, ampia sarà la varietà dei temi trattati, nella convinzione che non può esserci esperienza formativa se non la si intende in modo totalizzante. Crisi finanziaria ed economica, rapporto tra banche e politica, ruolo e influenza dei media nella società contemporanea, cambiamenti climatici ed economia, governance locale e globale e antipolitica saranno solo alcune delle “materie” affrontate dalla scuola di alta formazione internazionale.