Festival di Cultura Giapponese

Dal 14 al 16 novembre, nell’incanto della Limonaia di Villa Strozzi, si ripropone l’appuntamento con il Festival di Cultura Giapponese, organizzato dall’Ass.Lailac e giunto alla sedicesima edizione.


Ormai gli appassionati del Giappone conoscono questa manifestazione che dal 1999 torna puntuale ogni anno in autunno per portare a Firenze artisti ed artigiani giapponesi che fanno scoprire agli italiani qualcosa di più del Paese del Sol Levante.
Saranno presenti ancora una volta i Manjushaka, un gruppo di danza che fonde il teatro tradizionale kabuki a ritmi e coreografie moderni creando spettacoli di grande impatto che, attraverso la musica e i bellissimi costumi, trasmettono la storia della danza giapponese. Anche il suono del tamburo taiko arriverà dritto al cuore degli spettatori che avranno l’imperdibile possibilità di provare a suonare questo strumento che in Giappone è considerato divino.
Sempre direttamente dal Giappone intervengono anche artisti ed artigiani che daranno dimostrazione di alcune tecniche di grande interesse come l’Etegami, la bellissima usanza giapponese di corrispondere con i propri amici attraverso lettere disegnate.
Sarà inoltre possibile osservare da vicino e provare in prima persona altri importanti aspetti della cultura giapponese come l’origami, la calligrafia giapponese, la tintura su seta dello yuzen e l’antica tecnica del moku-hanga (stampa con blocchi di legno incisi).
Verranno naturalmente proposti anche cibi e prodotti della gastronomia giapponese per far scoprire i sapori che solitamente in Giappone si degustano durante le feste e le gite all’aperto.
Non mancheranno i maestri di arti marziali e chi è affascinato dal tradizionale abito giapponese, il kimono,  avrà a disposizione quest’anno un seminario specifico.
Da non perdere l’appuntamento con la cerimonia del Tè che evoca le atmosfere di una antichissima arte che riassume in semplici gesti tutta la cultura e le usanze di un antico popolo. (s.spa.)

14-16 novembre, ore 11-20, Limonaia di Villa Strozzi, via Pisana 77

INFO: Lailac, Associazione Culturale Giapponese, tel  055.702870   info@lailac.it
www.lailac.it – www.facebook.com/LailacFirenze – twitter.com/ACGLailac
www.festivalgiapponese.it – www.facebook.com/events/

Festa Tanabata a Villa Strozzi

Sabato 5 e domenica 6 luglio 2014, dalle ore 17.00 alle ore 23.00, presso la Limonaia di Villa Strozzi (via Pisana, 77 – Firenze) in occasione della rassegna “FirenzEstate 2014″ l’Associazione Culturale Giapponese di Firenze Lailac in collaborazione con Officine Creative e Q4 Comune di Firenze organizza la “Festa Tanabata”, tradizionale Festa dei Desideri giapponese.

http://www.lailac.it/wp-content/uploads/et_temp/LogoTanabata2014-51934_140x140.jpg

 
Legata ad una antichissima leggenda che parla di una Principessa che può incontrare il suo amato in questo unico giorno dell’anno, si dice che le Stelle siano più favorevoli ad esaudire i Vostri sogni!
Per l’occasione Lailac organizza due giornate dedicate al Tanabata giapponese con:

Angolo per scrivere i Vostri desideri
Angolo dell’Oracolo della Fortuna
Bazar di prodotti giapponesi
Ristoro con street food giapponese
Giochi estivi tradizionali, per piccoli e grandi
Angolo per imparare a piegare un Origami
Angolo per imparare a scrivere un ideogramma
Dedica una Cerimonia del te
Quiz Tanabata
Noleggio e Vestizione del Kimono estivo Yukata.
Danza con noi il tradizionale Bon-odori!

Tempo Reale Primavera 2014

Tempo Reale Primavera 2014. Suoni e musica di ricerca. Come ogni anno tornano le attività di primavera di Tempo Reale.  Una serie di appuntamenti in collaborazione con istituzioni toscane d’eccellenza con la consueta triangolazione musica-ambiente-spazio con percorsi musicali, passeggiate sonore e due importanti novità: un nuovo format musicale Maggio Elettrico in collaborazione con il Teatro del Maggio Musicale che mette in rapporto tradizione e innovazione, artisti affermati e giovani musicisti nell’ambito della musica tecnologica e il primo campo estivo per bambini completamente dedicato al suono.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si scoprono luoghi chiusi al pubblico come il carcere di Sollicciano insieme ai detenuti dell’Orkestra Ristretta o le botteghe artigiane dove risuona un patrimonio in via di estinzione. Il tema del paesaggio sonoro è protagonista nel workshop curato dal francese Bernard Fort nell’Oasi WWF di Focognano, dedicato al canto degli uccelli, come nel Summer Camp per i bambini delle scuole primarie volto all’educazione all’ascolto.

Il programma:
19 maggio 2014
“Leitmotiv Sollicciano” – Massimo  Altomare / Orkestra Ristretta
Casa Circondariale di Sollicciano

29 maggio – 1 giugno 2014
“Field Recording Workshop” – Corso di registrazione del paesaggio sonoro
Oasi WWF Stagni di Focognano / Villa Strozzi

30-31 maggio 2014
“Maggio Elettrico / Tree” – Festival del Maggio Musicale Fiorentino
Limonaia di Villa Strozzi

7 giugno 2014
“Come suonava Firenze? / Artigiani”
Spazio Arti e Mestieri (SAM)

9-14 giugno 2014
“Scopri il suono / Bambini” – Campo estivo per la scuola primaria
Parco di Villa Strozzi

Per informazioni: www.temporeale.it

 

 

 

 

 

 

I profumi di Boboli a Villa Strozzi

Dal 22 al 25 maggio  ottava edizione di I profumi di Boboli a Villa Strozzi.
Il percorso espositivo/commerciale ideato dall’Associazione I profumi di Boboli, in collaborazione con il Quartiere4 del Comune di Firenze e Officine Creative, attraverso luoghi di grande  prestigio iniziato nel 2007 nel Giardino di Boboli, si terrà quest’anno nella Limonaia di Villa Strozzi.

Logo - Elisa Nesi e I Profumi di Boboli

Rassegna 2014: fragranze e design
Una formula che coniuga l’essenza al di-segno della mente, del cuore e delle mani, in grado di rievocarla, design autoprodotto ma anche fashion design.Ecco la collaborazione con Blog Savage Blender, fashion blog all’avanguardia per professionalità, stile e rete di relazioni nel mondo del fashion made in Italy in grado di presentare, anche attraverso fashion shows, giovani stilisti in possesso di tutte le prerogative per emergere.Presenze storiche come Tusca creatrice di una linea di cosmetici all’olio di oliva del Chianti o le Magie di sapone di Christian e Silvia Travaglini si confrontano con new entry di eccellenza come l’Azienda agricola biologica di Roberta Capanna e la sua linea di piante aromatiche ed officinali con i preziosi derivati per la cura del viso e del corpo.
Nel panorama della creatività che la manifestazione è orgogliosa di presentare fra gli altri la poltrona ideata da Giuseppe Mancuso, il design autoprodotto di Beatrice Bernocchi, titolare di 2G2 su metallo prezioso e quello di Elvira Keller su ceramica o i graffiti su tela di Anna Chiriano.

Una chicca, meglio un chicco… di caffè.
L’Istituto Agronomico per l’Oltremare, istituzione del Ministero degli Esteri che dal 1904 è fiore all’occhiello a Firenze nel mondo, anche quest’anno patner della manifestazione, è artefice della sezione “profumo di caffè”: un progetto per la conoscenza e la valorizzazione del caffè organico di eccellenza a filiera corta che l’Associazione L’Albero del caffè documenta in mostra sotto forma di “scuola” e relativa degustazione: un prodotto ad alto contenuto etico, biologico e solidale, perché è fatto nel rispetto dell’ambiente e delle persone coinvolte nell’intero processo produttivo, dalla coltivazione alla lavorazione finale.

Vi ricordate le Fragranze… di vino di antica memoria?
Ebbene Alessandro Cicali, il suo mitico creatore e ospite di I profumi di Boboli dalla sua prima edizione, ha voluto scegliere proprio questa ottava edizione per presentare la sua linea di prodotti, tutti da scoprire, “Giglio”: un brand che pofuma di Firenze, in Italia e in Europa, per ora. Molti, originali e di alto profilo gli eventi collaterali, fra gli altri i fashion shows, il laboratorio interattivo sulla bellezza e cura delle mani di Mary Anny Florence, il laboratorio di finger design di Susanna Arcangioli e quello di decoro a mano su porcellana di Giovanni Murtas.

Opportunità straordinaria in occasione della manifestazione I profumi di Boboli di visite guidate gratuite al Giardino tropicale dell’Istituto Agronomico per l’Oltremare (per informazioni e prenotazioni mgstudio@mariagalassini.it, tm 335 5918458).
Preziosa come sempre la sinergia con ATAF che nell’obiettivo di offrire ai propri abbonati sempre più numerose opportunità di servizio ha permesso di concordare una serie di benefit in occasione della manifestazione.
L’ingresso al parco, alla Limonaia di Villa Strozzi e alla manifestazione I profumi di Boboli è gratuito per tutti; attivo, per l’intera durata della manifestazione, un servizio gratuito di navetta da Piazza Pier Vettori.
L’orario si prolunga nella serata: la presenza di un punto di ristoro fornito di lounge bar e pizzeria, aperto con orario continuato tutti i giorni dalle 10,00 alle 24,00, rappresenta sicuramente un elemento efficace per il godimento dei luoghi e della manifestazione.

 

 

Firenze Short Film Festival

La Limonaia di Villa Strozzi ospita quest’anno la prima edizione del Firenze Short Film Festival, rassegna di cortometraggi provenienti sia dal territorio nazionale che dall’estero, organizzata da Tuttafirenze, Arseniko ed Officine Creative. Gli occhi delle telecamere saranno puntati su Firenze: i lavori in concorso avranno in comune l’abilità di scoprire le molte anime della città, di catturarne aspetti insoliti, originali e suggestivi. Tra i principali intenti del Festival, quello di dare spazio alla creazione di qualità, con una speciale attenzion al mondo delle piccole produzioni.

some image

Il Firenze Short Film Festival vuole essere infine un catalizzatore e un laboratorio di idee, sollecitando accanto a realizzazioni di alto livello anche forme di creatività più “libera” ed estemporanea.Il Festival, alla sua prima edizione, si propone come punto d’incontro tra la città di Firenze e il cinema, con una speciale attenzione al mondo del cortometraggio e con il desiderio di favorire e stimolare la creatività in ogni sua forma. L’idea è quella di scoprire, assieme ad autori di ogni provenienza, le facce nascoste e inattese di Firenze, e i differenti punti di vista sulla città, restituiti attraverso la lente di una macchina da presa. Per prendere visione del bando di concorso andare alla pagina   http://www.firenzeshortfilm.it/regolamento.html#concorso .