Fi-Pi-Li: da lunedì 27 maggio al via lavori tra Montelupo e Ginestra

Fi-Pi-Li: da lunedì 27 maggio al via lavori tra Montelupo e Ginestra

Inizieranno il prossimo lunedì, 27 maggio, i lavori per la messa in sicurezza della sgc Fi-Pi-Li nel tratto compreso tra gli svincoli di Montelupo e Ginestra Fiorentina.

Il cantiere sulla Fi-Pi-Li sarà attivo per circa 8 mesi e comporterà la riduzione della carreggiata ad una corsia per senso di marcia nel tratto interessato dai lavori. Grazie a questo intervento saranno sostituite le barriere laterali ed il new jersey centrale con altri a norma, verrà rifatta la pavimentazione con asfalto drenante e fonoassorbente, l’infrastruttura sarà dotata di cavidotti per il passaggio della fibra ottica e di altre migliorie tecnologiche.

La messa in sicurezza della Fi-Pi-Li, la più importante tra tutte le strade di competenza regionale, è una priorità della Regione Toscana. Per questo la Giunta regionale ha messo a punto, finanziato ed avviato un piano dal valore di oltre 20 milioni di euro, che sarà presentato mercoledì prossimo, 22 maggio dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dall’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli.

L'articolo Fi-Pi-Li: da lunedì 27 maggio al via lavori tra Montelupo e Ginestra proviene da www.controradio.it.

Aeroporto, al via lavori sicurezza idraulica, buoni anche per la nuova pista

Aeroporto, al via lavori sicurezza idraulica, buoni anche per la nuova pista

🔈Firenze, questa mattina è stato dato il via presso l’aeroporto Amerigo Vespucci di Peretola ai lavori di realizzazione delle casse di laminazione che metteranno lo scalo al riparo dalle inondazioni.

Al taglio del nastro il Sindaco di Firenze Dario Nardella e l’Assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, quest’intervento è sia a servizio dell’attuale pista dell’aeroporto, ma metterà in sicurezza anche quella da realizzare.

Secondo i progettisti si tratterebbe di un’opera ambientalmente rilevante poiché le acque saranno raccolte, trattate e depurate per poi essere reimmesse in rete.

Si tratta di lavori per un importo di circa 2 milioni di euro e della durata di circa 7 mesi.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il vicepresidente di Toscana Aeroporti, Roberto Naldi:

L'articolo Aeroporto, al via lavori sicurezza idraulica, buoni anche per la nuova pista proviene da www.controradio.it.

L’allarme della Regione: Governo blocca opere in Toscana

L’allarme della Regione: Governo blocca opere in Toscana

Viene il sospetto che dietro le azioni tattiche del Governo che accusa di ritardi infondati la Regione per lo scavalco ferroviario a Livorno o che addirittura propone di rivedere il progetto di tracciato della Tirrenica, ci sia la vera natura del Ministero: quella di bloccare le grandi opere in Italia e soprattutto in Toscana. Questa la posizione espressa dall’assessore regionale alle infrastrutture in risposta agli articoli di stampa usciti oggi.

A proposito dei quali, l’assessore commenta, per quanto riguarda lo scavalco fra porto e interporto, ci vuole un bel coraggio ad accusare di ritardi la Regione Toscana, quando è dal 13 settembre scorso, data dell’incontro con il ministro alla infrastrutture, che la Regione sta aspettando le risorse promesse. In quell’incontro, fra le priorità per le infrastrutture della Toscana, c’era la richiesta di 2 milioni e mezzo del Ministero per lo scavalco che si sommavano ai fondi regionali di 19 milioni.

Ad oggi, dopo sette mesi e numerose sollecitazioni a Roma, arriva la risposta che bisogna rivedere il protocollo d’intesa a suo tempo siglato, fra l’altro con proposte di modifiche che nulla hanno di significativo se non l’unica motivazione di prendere tempo perché forse non ci sono le risorse.

Ad ogni modo, la Regione, che ha già mandato quanto richiesto al Ministero, ha avuto la lungimiranza di fare una variazione di bilancio e anticipare lei i 2 milioni e mezzo statali nella speranza che poi vengano restituiti. Stessa storia per la Tirrenica, prosegue l’assessore, perché leggere oggi che il ministro dice di rivedere il progetto non significa buttare la palla in calcio d’angolo, ma direttamente in tribuna. Le risorse per realizzare un progetto che vedeva in accordo tutti i soggetti, da realizzare con le risorse previste dalla legge di stabilità del Governo precedente e 300milioni di Sat, ritirandosi quest’ultima dal ruolo di attuatore, c’erano.

Oggi si doveva andare alla chiusura della conferenza dei servizi aperta dal gennaio 2017 e riattivare un tavolo con Sat per concordare la sua fuoriuscita, portando in approvazione un progetto concordato con gli attori del territorio da passare ad Anas. Invece, quest’uscita del ministro sui giornali fa pensare che si voglia far saltare la conferenza dei servizi insieme a tutta l’operazione, forse perché le risorse in Finanziaria 2019 non sono state previste. Si sollecitano pertanto, ha aggiunto l’assessore regionale, tutti i rappresentanti parlamentari del territorio, oltre che quelli sociali e socioeconomici perché si guardino le cose come sono nella realtà e non come qualcuno vuole farle apparire.

Occorre un’azione decisa, ha concluso, e coordinata perché la realizzazione di opere necessarie per la Toscana e per il Paese non siano ulteriormente ritardate se non proprio accantonate.

L'articolo L’allarme della Regione: Governo blocca opere in Toscana proviene da www.controradio.it.

Tramvia Firenze: al via progetto linea 4 “Leopolda-Piagge”

Tramvia Firenze: al via progetto linea 4 “Leopolda-Piagge”

Via libera del Cipe al progetto della linea 4 del sistema tranviario di Firenze, che collegherà la stazione Leopolda con Le Piagge.

Lo rende noto la Regione Toscana rilevando che “con questa decisione compie un ulteriore e decisivo passo in avanti il progetto di dotare l’area metropolitana fiorentina di una rete infrastrutturale di livello europeo, che punti sullo sviluppo della intermodalità e della mobilità ‘dolce'”.
La nuova linea – che come tutto il progetto tramvia rientra tra le priorità del Priim, il Piano regionale della mobilità -, aumenterà, si spiega, “la capacità di servire aree a forte carattere produttivo e collegherà i più importanti centri urbani del sistema metropolitano. Contribuirà a migliorare il rendimento energetico complessivo del sistema della mobilità e ridurrà le emissioni di CO2 e di altre sostanze climalteranti”.
L’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli ha sottolineato che dopo il pronunciamento del Cipe le risorse messe a disposizione dal precedente Governo sono spendibili e che sarà possibile procedere con la costruzione di una rete per la mobilità sostenibile importante per l’area metropolitana e per tutta la Toscana, compiendo un altro passo in avanti nella direzione giusta.

La linea 4 “Leopolda – le Piagge”, si ricorda, fa parte di un sistema intercomunale che collega il comune di Firenze con il comune di Campi Bisenzio interconnettendosi alla linea 1 in corrispondenza della stazione Leopolda-Porta al Prato.

Dal punto di vista progettuale la linea 4.1 si sviluppa per circa 6,2 km dalla interconnessione con la Linea 1, fino alle Piagge in corrispondenza del Centro Commerciale Coop e della stazione ferroviaria Le Piagge. Per circa 3448 m è in sovrapposizione della ex linea ferroviaria Empoli – Firenze e per circa 2712 m è in nuova sede (212 m di interconnessione con la linea 1 e 2500 m dall’Indiano alle Piagge in adiacenza al rilevato esistente).

Il tempo di percorrenza previsto è di circa 16 minuti con una frequenza nell’ora di punta di circa 6 minuti; la frequentazione stimata è di oltre 4,5 milioni di passeggeri/anno.

Il costo complessivo dell’opera è di circa 166 milioni ed è tutto coperto da fondi nazionali.

Le linee attuali
Il sistema tranviario fiorentino finora realizzato e in esercizio ha uno sviluppo complessivo di circa 16,9 km con 40 fermate; i dati di frequentazione della linea 1, in servizio dal 2010, sono ben al di sopra delle previsioni. Con la linea 2 in esercizio è presumibile un numero di passeggeri/anno che supererà la stima di oltre 39 ml di passeggeri/anno già prevista all’interno dello studio trasportistico, con oltre 14 ml di passeggeri che rinunceranno all’uso dell’auto.

I benefici ambientali conseguenti sono stimati in un abbattimento della produzione di CO2 di oltre 12 mila tonnellate/annue.

Le estensioni tranviarie: Bagno a Ripoli; Sesto Fiorentino; Campi Bisenzio
La Regione ha destinato, mediante il programma comunitario POR FESR 2014-2020, 80 milioni di euro per la realizzazione della linea 3.2 “Piazza della Libertà – Bagno a Ripoli”. Lo studio trasportistico prevede un numero passeggi/anno di oltre 11 milioni. Il costo dell’opera ad oggi previsto è di circa 305 milioni di euro. Allo stato attuale è in corso la conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto definitivo, finanziato dalla Regione con 2,5 ml di euro.

Sono invece 2,4 i milioni messi a disposizione dalla Regione per finanziare la progettazione di fattibilità tecnico ed economica delle linee verso Sesto Fiorentino (estensione della linea 2 “Aeroporto – Polo Scientifico”) e verso campi Bisenzio (linea 4 estensione “Le Piagge – Campi Bisenzio”).

L'articolo Tramvia Firenze: al via progetto linea 4 “Leopolda-Piagge” proviene da www.controradio.it.

Aggiornata app “Muoversi in Toscana”

Aggiornata app “Muoversi in Toscana”

Aggiornata la app ‘Muoversi in Toscana’ con una nuova veste grafica aggiunte funzioni come il controllo in tempo reale dei ritardi, l’integrazione in un’unica piattaforma di tutte le comunicazioni ufficiali riguardanti la viabilità e la possibilità di accedere ai principali canali social.

La app ‘Muoversi in Toscana’ si aggiorna. Rispetto alle versioni precedenti, sono state aggiunte ulteriori importanti funzioni, come il controllo in tempo reale dei ritardi, l’integrazione in un’unica piattaforma di tutte le comunicazioni ufficiali riguardanti la viabilità e la possibilità di accedere ai principali canali social dell’ecosistema digitale di “Muoversi in Toscana”. E una nuova veste grafica ed un restyling anche strutturale l’hanno resa di più semplice utilizzo, per aiutare pendolari, turisti e viaggiatori occasionali a pianificare i propri spostamenti, ma anche per tenerli informati riguardo ad eventuali criticità e per ‘dialogare’ con loro attraverso feedback e segnalazioni.

“Il dialogo con l’utenza è fondamentale – spiega l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – così come lo è la capacità di informare in tempo reale i viaggiatori di ritardi e possibili disagi. Il progetto MuoversinToscana, che si è sviluppato negli ultimi anni ed oggi si articola in portale, social, app, web tv e notiziari radiofonici, nasce da questa profonda convinzione, oltre che dalla volontà di agevolare chi si sposta con i mezzi pubblici indicando loro le combinazioni intermodali più favorevoli. Presentiamo un’evoluzione della app, più semplice, più completa e meglio funzionante. Credo che strumenti come questo possano concretamente migliorare la quotidianità delle persone e rappresentino uno dei migliori utilizzi possibili della possibilità di connessione in tempo reale che oggi tutti, o quasi, abbiamo”.

La app gratuita di “Muoversi In Toscana”, già scaricabile su Play Store per Android e su App Store per iOS, è realizzata e messa a disposizione da Regione Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e con le aziende e-Lios e Phoops.

L’applicazione è stata profondamente ripensata per aiutare i pendolari in primis, ma anche i viaggiatori/turisti tout-court nella ricerca – in ambito regionale – di mezzi pubblici e percorsi ad hoc (non solo casa/lavoro). In particolar modo, l’attenzione è posta sull’utilizzo integrato di vettori differenti per raggiungere la destinazione desiderata, abituale o meno, coprendo autobus, treni e traghetti in tempo reale.

L’obiettivo dell’innovativo restyling grafico e strutturale è stato quello di ridisegnare l’app per semplificarne e ottimizzarne la cosiddetta user-experience, mettendo al centro l’utente e la semplicità di navigazione e fruizione delle informazioni, dei servizi e dei contenuti presenti.

Fin dalla prima schermata sono mostrate le funzionalità cardine messe a disposizione dal nuovo servizio in maniera intuitiva e diretta. I campi della ricerca (“Da: qui” e “Dove vai?”), posti in grande evidenza, accompagnano da subito l’utente nell’individuare rapidamente i luoghi dello spostamento per poi selezionare e seguire il percorso più consono, con la presentazione delle singole tratte e dei mezzi pubblici disponibili.

Il nuovo disegno progettuale della app risponde alla necessità degli utenti di accedere a gran parte delle funzionalità senza doversi registrare effettuando contestualmente il minor numero possibile di operazioni per ricevere le indicazioni necessarie. Con questa modalità semplificata, gli utilizzatori ottengono immediati feedback e valore informativo dall’applicazione stessa, senza il bisogno di ulteriori operazioni o step di registrazione.

A mano a mano che l’utente acquisirà familiarità con l’app e si troverà ad utilizzarla sempre più spesso per le proprie esigenze, il sistema offrirà la possibilità di registrarsi e ottenere ulteriori funzionalità avanzate. Tra queste la possibilità di memorizzare le proprie preferenze e ricevere notifiche in relazione alle tratte di interesse.

L’utente avanzato potrà gestire e monitorare con più facilità le proprie preferenze, ricevere notifiche push sui mezzi e percorsi di interesse, condividere sui social, su app di messaggistica o via mail.

Riguardo all’attività sui social, su Fb, al 16 marzo 2019 sono oltre 21.600 i like e 21.630 i follower, con una crescita costante di entrambi dall’inizio del 2018 ad oggi. Sempre su Fb sono oltre 25 mila le persone raggiunte, 12.200 le condivisioni e commenti e oltre 33 mila le visualizzazioni video. Per quanto invece riguarda twitter, il numero totale dei follower al 19 marzo 2019 supera le 9 mila unità (+13,1% rispetto a un anno prima) mentre su telegram il numero degli iscritti è di 155. Infine youtube, dove i video sul canale sono 461 ai quali vanno aggiunti gli oltre 10 mila dedicati all’infomobilità giornaliera prodotti da Florence Tv.

L'articolo Aggiornata app “Muoversi in Toscana” proviene da www.controradio.it.