Half Marathon Firenze Vivicittà

Tutto pronto per la con arrivo in piazza Santa Croce
assessorato allo sport
Presentata in Palazzo Vecchio la XXXV edizione che si correrà domenica 15 aprile

Domenica 15 aprile torna la XXXV Half Marathon Firenze Vivicittà. Quest’anno la gara celebra i 70 anni di Uisp e dello Sportpertutti e i cento anni dalla nascita di Nelson Mandela.

L’Half Marathon Firenze Vivicittà è organizzata dalla UISP di Firenze, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Firenze ed è stata presenta in Palazzo Vecchio da Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze, Maria Federica Giuliani, presidente della Commissione cultura e sport, Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale, Marco Ceccantini, presidente UISP Firenze e Paolo Bacciotti della Fondazione Tommasino Bacciotti.

“Una manifestazione appassionante e coinvolgente – ha spiegato Andrea Vannucci – che, ogni anno, ha visto crescere i partecipanti. Si corre sulla mezza distanza. Poco più di 21 chilometri nel centro della nostra bella città ed apre, grazie all’impegno della Uisp, il calendario primaverile delle manifestazioni podistiche. Ma non è solo mezza maratona: si potrà correre anche su percorsi intermedi dando così la possibilità, davvero a tutti, di potersi misurare in questa festa dello sport. Ed un grazie particolare va alla passione dei volontari che permetteranno a tutti di poter correre”.

“Un percorso nella bellezza – ha sottolineato Maria Federica Giuliani – che si snoda per le vie di Firenze. La Uisp, con il Vivicittà, coniuga sport a messaggi importanti perché si correrà ma si ricorderà anche Nelson Mandela ed i 70 anni dell’ente di promozione sportiva che ha sempre avuto come slogan Sportpertutti. La corsa è, inoltre, una disciplina che aiuta a mantenere psiche e fisico in equilibrio”.

L’Half Marathon Firenze Vivicittà è una classica della corsa su strada che vede ogni anno professionisti e appassionati di running correre la distanza dei 21,097 km tra le vie e le piazze di Firenze, con partenza da Lungarno della Zecca (ore 9.30) e arrivo in piazza Santa Croce. Gli atleti corrono attorno al Duomo e al Battistero vivendo emozioni uniche. Cinque le opzioni tra cui scegliere per chi si voglia cimentare nella corsa su strada: mezza maratona, mezzaperuno dove si corre in coppia la distanza di 21,097, non competitiva di 8 km, walking di 5 km con Milena Megli, Tommasino Run. (s.spa.)

LE RICORRENZE – La 35esima edizione ha scelto, anche quest’anno, la vignetta disegnata da Sergio Staino per rappresentare il tema della gara. Il lavoro di Staino celebra i 70 anni dell’ Uisp-Unione italiana sport per tutti e vede Bobo impegnato a correre con Dante e tanti altri personaggi per ribadire il concetto che praticare un po’ di sana attività fisica è un obiettivo alla portata di tutti.

Gli atleti che prenderanno parte alla mezza maratona troveranno nel pacco gara la maglia tecnica che celebra la ricorrenza. I partecipanti alla non competitiva di 8 km e al percorso di walking di 5 km riceveranno la maglia in cotone bianca: qui comparirà, insieme alla vignetta di Staino, anche il logo che ricorda il centenario della nascita di Nelson Mandela, da sempre impegnato nella lotta all’Apartheid e storico presidente del Sudafrica a cui è intitolato il palazzetto dello sport a Firenze. Da poco all’interno dell’impianto è stata inaugurata la riproduzione della cella in cui Mandela è stato detenuto.

LA MEZZA MARATONA – L’Half Marathon Firenze Vivicittà prende il via alle 9.30 di domenica 15 aprile con partenza da Lungarno della Zecca (training 8.45 in piazza Santa Croce con Filippo Galantini della Training Consultant) e arrivo in piazza Santa Croce-Vivicittà Village. Gli atleti indosseranno la maglia tecnica giallo fluo che, grazie al tessuto ultra light realizzato con microfibre sottili, compatte ed elastiche, garantisce performance di alto livello. La maglia è fornita da Diadora. Prosegue il sodalizio fra Half Marathon Firenze Vivicittà e la società di abbigliamento italiana che produce calzature, t-shirt, zaini, borse e altri articoli sportivi. Diadora è per il sesto anno consecutivo il main sponsor della manifestazione targata Uisp.

Le iscrizioni alla mezza maratona di 21,097 km si chiuderanno alle ore 19.30 del 12 aprile 2018.

LA MEZZAPERUNO – Torna la “mezzaperuno”. La partenza è fissata alle ore 9.30 dal Lungarno della Zecca. Coppie di concorrenti percorreranno mezza distanza per ciascuno. L’idea nasce per promuovere la pratica sportiva ed in particolare il podismo, invogliando a una più ampia partecipazione le coppie costituite da amici, familiari o innamorati. I concorrenti avranno lo stesso numero di pettorale, salvo per le lettere A e B a indicare chi corre la prima e chi la seconda frazione di gara, e potranno scambiarsi il chip solo nell’area allestita in Corso dei Tintori. Le iscrizioni alla mezzaperuno si chiuderanno alle ore 19.30 del 12 aprile 2018.

8 KM, WALKING E TOMMASINO RUN – Anche i partecipanti alla corsa non competitiva di 8 km si ritroveranno alle ore 9.30 al via, pronti a partire subito dopo gli atleti della mezza maratona. Accanto alla corsa non competitiva di 8 km, la walking di 5 km guidata dalla campionessa mondiale di marcia Milena Megli e la Tommasino Run, corsa di 1,5 km riservata ai bambini in collaborazione con la Fondazione Tommasino Bacciotti con partenza da piazza Santa Croce alle 9.45. Per la non competitiva la quota d’iscrizione è di 5 euro ed è prevista la presentazione del certificato medico per attività non agonistica. Per il walking la quota d’iscrizione è di 5 euro ma non è richiesto nessun certificato. I partecipanti alla non competitiva e alla 5 km di walking potranno iscriversi anche al punto iscrizioni in piazza Santa Croce nei seguenti orari: sabato 14 aprile dalle 9.30 alle 19.30 e domenica 15 aprile dalle 7.00 alle 9.00.

Per coloro che vogliono partecipare alla Tommasino Run l’iscrizione è gratuita e da effettuare domenica 15 aprile direttamente in Piazza Santa Croce dalle 7.00 alle 9.00.

LE CURIOSITÀ – Tanti gli atleti provenienti dall’estero. 40 le nazioni rappresentate tra le quali Spagna, Francia, Germania, Gran Bretagna, Usa, Brasile, Messico, Australia, Israele. Il concorrente più giovane è del 2000 (nato l’8 aprile) e quello più anziano del 1940. L’età media è 45 anni.

IL VIVICITTÀ VILLAGE – Com’è tradizione nel fine settimana della gara sarà allestito il Vivicittà Village in piazza Santa Croce. Sabato 14 e domenica 15 aprile migliaia di persone potranno assistere agli eventi e alle iniziative organizzate da Uisp. Il village sarà il punto di riferimento e il ritrovo per gli atleti.

Half Marathon Firenze Vivicittà

Sport, ambiente, sostenibilità, solidarietà, diritti e impegno sociale  sono  i valori che ogni anno, da 31 anni, Half Marathon Firenze Vivicittà promuove. Domenica 6 aprile (partenza ore 9.30 in lungarno della Zecca e arrivo in piazza Santa Croce) torna l’appuntamento organizzato da Uisp Firenze in collaborazione con l’assessorato allo sport del Comune, che apre il ciclo delle grandi classiche di primavera del podismo fiorentino.

header vivicitta 2014

La Half Marathon è uno degli appuntamenti più attesi dagli atleti che ogni anno invadono le strade di Firenze per una corsa entusiasmante e competitiva. Professionisti del fondismo e appassionati di running corrono insieme la distanza dei 21,097 km tra le vie e le piazze di Firenze. Un’occasione per i professionisti di gareggiare in un contesto urbano suggestivo e unico al mondo: un percorso pianeggiante che si dipana nel  centro storico fino a raggiungere le suggestive atmosfere delle strade d’Oltrarno.
Half Marathon Firenze Vivicittà ha visto crescere negli anni il numero dei partecipanti anche grazie agli sforzi organizzativi che offrono agli atleti e ai loro accompagnatori le condizioni migliori di gara e di soggiorno a Firenze. Tutte confermate le opzioni della gara: la mezza maratona (21,097 km); la non competitiva di 10 km; la walking 5 km con la campionessa del mondo di marcia Milena Megli; una special race per bambine e bambini con la fondazione Tommasino Bacciotti senza dimenticare il challenger che unisce la gara fiorentina a quella pratese del 21 aprile.
Vivicittà 2014 è dedicata ad una maggiore presenza attiva delle donne nello sport anche attraverso la bellissima vignetta disegnata da Sergio Staino e presente sulle magliette inserite nei pacchi gara dei partecipanti alla corsa.
Altro tema forte di questa edizione sarà la sostenibilità ambientale che si tradurrà concretamente nella messa al bando dei materiali usa e getta, i contenitori e gli imballaggi superflui (la scorsa edizione la raccolta differenziata durante la corsa ha toccato il 92%), i materiali che hanno un costo ambientale in termini di impronta idrica (consumo di acqua per produrli) e carbonica (grandi consumi di energia con conseguente produzione di CO2) non sostenibile. Quest’anno, oltre a riconfermare la progettazione sostenibile dell’evento e l’attenzione sui temi della mobilità, della vivibilità delle città, degli spazi pubblici destinati allo sport ed alla socializzazione, della qualità dell’aria e del diritto alla salute, il tema trasversale delle manifestazioni nazionali 2014 sarà “Riduco, riciclo, riuso”.
Half Marathon Firenze Vivicittà si impegna a sostenere la pace, i diritti umani, il rispetto ambientale, l’uguaglianza sociale e la solidarietà tra i popoli. Da un paio d’anni Uisp opera all’interno dei campi profughi palestinesi in Libano. Grazie al progetto “Sport & Dignity” e ai fondi raccolti nelle edizioni di Vivicittà del 2012 e del 2013, sono stati organizzati dei corsi di formazione per istruttori di soft-boxe e allestite delle palestre con il materiale necessario per consentire ai ragazzi, che vivono nei campi profughi, di praticare una disciplina che promuove il rispetto della persona e dell’avversario. La solidarietà ha molti volti come quello della Onlus “Regalami un Sorriso”, che organizza e collabora a manifestazioni sportive per promuovere la cultura del defibrillatore. Durante l’edizione 2013 è stata sorteggiata una società sportiva cui è stato destinato un defibrillatore: una buona pratica che proseguirà anche nell’edizione del 2014, per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della salute di chi pratica sport.