Lavoro a Firenze: ecco come cercarlo grazie al web

firenzelavoroA Firenze e su tutto il territorio provinciale grava un periodo grigio in termini occupazionali, ed anche i giovani in cerca di un primo impiego, subiscono una trasformazione nella ricerca stessa del lavoro. In termini pratici, quando un tempo si faceva la fila all’ufficio del lavoro per valutare eventuali candidature, oggi l’asse domanda-richiesta si è spostato decisamente più sul web.
Ecco perché, i più e meno giovani fiorentini in cerca di un occupazione devono cominciare ad aumentare sempre più il loro know-how in termini di ricerca di lavoro online.
Oggi quello che conta è avere contatti email di aziende da tenere sempre sott’occhio per eventuali proposte di lavoro, e per fare ciò c’è un vecchio metodo che cambia nome ma non tramonta mai; avere un database dei contatti corretti per la selezione del personale, che non sempre si trovano nei siti delle aziende. Infatti, utilizzando un indirizzo email errato, il CV inviato può non esser ricevuto o ignorato.
Suggeriamo a tal proposito il sito di Paginemail, un ottimo sito internet dove si può trovare un fornito database di email delle aziende presenti sul territorio fiorentino e nel resto dell’Italia, ed in questo modo si può avere l’esatto riferimento a cui inviare una propria candidatura con annesso il curriculum vitae.

Stabilito che una buona ricerca online a Firenze può dare i suoi frutti, va anche aggiunto che questo di per sè è un lavoro che va fatto con costanza e con una presentazione ben definita; In sostanza è bene tenere sempre aggiornati i propri profili Facebook e Linkedin, perché la maggior parte delle aziende che oggi ricerca personale lavora molto con i social network, quindi è preferibile aggiornare il proprio profilo con degli scatti professionali, ed eliminare le eventuali foto che non vorremmo mai che il nostro futuro datore di lavoro scoprisse; dopo di ché, mettere online un video di presentazione non sarebbe neanche un brutta idea. Ricordare sempre, chi offre un posto di lavoro vuole sempre vedere bene con chi ha a che fare.

Altri siti che a Firenze permettono di trovare posti di lavoro sono Jobrapido e Vivastret; in questi siti sono pubblicate una marea di annunci di ricerca personale,e, nell’area fiorentina si ricerca personale che ricopra svariate mansioni lavorative, soprattutto in ambito ristorativo, aziendale e commerciale. Inoltre questi siti permettono di inscriversi, e di poter lasciare online il proprio curriculum vitae in attesa che qualche azienda possa tenerlo presente.


Il motore di ricerca che usiamo più frequentemente è Google, e semplicemente ricercando parole come “offerte di lavoro Firenze”, possono saltare fuori molti altri siti e proposte; ma sfruttando meglio Google possiamo risparmiare anche parecchio tempo ed energie. Basta infatti inscriversi al servizio Google Alert, e saremmo avvisati via mail ogni volta che sul web uscirà fuori un nuovo annuncio, con parole chiavi precedentemente impostate da noi, quali ad esempio “offerta lavoro pizzaiolo o programmatore firenze”.
Va ricordato infine che online c’è un altro sito da tener sempre presente, “clicklavoro” il portale del Ministero del Lavoro, dove si possono trovare bandi e offerte di lavoro molto interessanti.

 

Web e lavoro

Dal 25 marzo proseguono i “Seminari del martedì” al Novolab presso il Polo Universitario delle Scienze Sociali, in via Lelio Torelli, dalle ore 11.00 alle 13.00. La serie di incontri sarà dedicata a Web e lavoro , ovvero al lavoro ed alla conoscenza degli strumenti digitali.


Ecco il programma:
Il curriculum 2.0 – 25 Marzo
strutturare una campagna di personal branding, con linkedin e il web 2.00
Affrontare il colloquio di lavoro – 1 Aprile
identificare lo scopo del colloquio e le sue fasi
Web marketing e Professioni 2.0 – 8 Aprile
conoscere gli strumenti del marketing digitale e i nuovi sbocchi lavorativi
Realizzare siti in WordPress – 15 Aprile
imparare ad installare e utilizzare un software per la creazione di siti.

Per partecipare all’incontro è necessario compilare la scheda all’indirizzo:
www.provincia.fi.it/lavoro/novolab/ o telefonando a Novolab 055/0517002

Museums and the web

Museums and the web, a Firenze evento unico in Italia sulla comunicazione culturale 2.0.Dal 18 al 21 febbraio a Palazzo Vecchio e nei musei della città
Arriva per la prima volta in Italia, dal 18 al 21 febbraio prossimi, l’evento ‘Museums and the web’, la più grande community al mondo su musei e digitale. All’incontro parteciperanno oltre 250 ospiti da tutto il mondo, dagli Usa alla Russia, dall’Europa all’Estremo Oriente, per discutere della comunicazione dei musei e degli altri luoghi di cultura nell’epoca del web 2.0 con focus su open content, storytelling digitale, gamification, social media, mobile tour.

Museums and the web nasce nel 1997 negli Stati Uniti ed arriva ora in Italia e in Europa dopo aver toccato Hong Kong e Pechino. L’appuntamento è stato presentato a Palazzo Vecchio dall’assessore alla cultura Sergio Givone e dalle organizzatrici/ideatrici Laura Longo, Stefania Chipa e Ilaria D’Uva.
Il tema dell’appuntamento fiorentino (hashtag #MWF2014) è Open Museums and Smartcities: Storytelling and Connected Culture. Si tratta di quattro giorni di laboratori, conferenze, dimostrazioni sulle nuove modalità di inclusione di visitatori e cittadini rispetto ai musei e ai luoghi di cultura.
I temi spaziano dalla realtà aumentata allo storytelling digitale, dai social media ai mobile tour, toccando questioni come l’uso di strategie di gamification, gli open content, il 3D e le più recenti sperimentazioni con i Google Glass. Coinvolti sono circa 100 relatori internazionali, oltre 20 musei presenti, 170 circa fra aziende e operatori della cultura, oltre 50 progetti presentati. Museums and the Web prevede anche appuntamenti speciali dedicati all’uso del 3D nei musei e alle prime applicazioni dei Google Glass in ambiente museale.
Le iniziative avranno luogo in diversi spazi museali della città di Firenze, oltre a Palazzo Vecchio (Salone dei Cinquecento, dei Dugento, Sala D’Arme) Museums and the web animerà l’Auditorium di Sant’Apollonia, l’Istituto degli Innocenti, la Basilica di Santa Croce, il Centro Arte Cultura dell’Opera di Santa Maria del Fiore, il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze e il Museo Bardini.
Tra gli appuntamenti clou è con Cory Doctorow, scrittore di fantascienza di fama internazionale definito da Entertainment Weekly il “William Gibson della sua generazione”, giornalista, blogger co-redattore di Boing Boing, uno dei blog più popolari al mondo con oltre 100.000 post. Saranno inoltre presenti i responsabili delle strategie digitali del Louvre, di Tate Gallery, Science Museum e Museum of London di Londra, State Hermitage Museum di San Pietroburgo e MoMa e Metropolitan Museum di New York. L’evento è preceduto il 18 presso l’auditoriom di Santa Apollonia da una convention dei principali progetti europei nel settore.
“Occorre – ha sottolineato l’assessore alla cultura Givone – ripensare il museo e gli altri luoghi d’arte e cultura attraverso i nuovi strumenti comunicativi e digitali oggi a disposizione per far sprigionare tutte le loro potenzialità. I musei infatti non sono solo luoghi di conservazione del patrimonio ma anche territori di esplorazione e di vitalità”.
Museums and the web è realizzato dai Musei Civici Fiorentini in collaborazione con la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università di Firenze e il PIN – Polo Universitario Città di Prato.

Web Info point per le aziende fiorentine

Image

È operativo  nella sede fiorentina di Confartigianato,via Empoli 27-29, “Web Info point”: il nuovo sportello che Camera di Commercio di Firenze ha creato, su sollecitazione e progetto dell’associazione di categoria, per far sì che le imprese sfruttino a 360° e senza complicazioni le opportunità offerte da web e nuove tecnologie.
Per quanto si siano fatti passi avanti rispetto al passato (oggi il 71,9 degli imprese è dotata di personal computer, con connettività internet assicurata nel 72% dei casi e utilizzo della posta elettronica al 91,3%), l’imprenditore medio italiano continua a mantenere un rapporto difficile e deficitario con le nuove tecnologie.
Non sa creare presentazione powerpoint della sua azienda (60,1%), aggiornare un programma (70,1%), telefonare via Skype (67,9%), creare siti e blog (93,4%), aggiornarli (71,7%) e postare sui social network (56,5%). Preferisce mettersi in fila a sportelli bancari e postali piuttosto che ricorrere all’home banking (47%) e utilizza pochissimo la Posta elettronica certificata (l’Ufficio di statistica della Camera di Commercio informa che a Firenze, solo il 66,5% delle 107.000 imprese obbligate sono ad oggi dotate di Pec). Solo 1 su 5 sa (o può) inviare via internet un modulo compilato alla Pubblica amministrazione, in questo limitato anche dalla stessa P.A. (per l’interazione via web con gli uffici pubblici l’Italia è penultima in Europa, seguita solo dalla Romania). Costituisce il segmento della popolazione che compra di più on line (47,9%, 7 punti percentuali in più rispetto agli altri occupati), però, vende poco (le piccole imprese della Toscana realizzano on line solo il 22% del loro fatturato). Ad ostacolare il commercio elettronico la convinzione, tra i piccoli della nostra regione, che sia necessario un rapporto diretto con la clientela (62,8%) e che la rete sia poco sicura (48,3%). “
“Web Info point” nasce dunque con l’obiettivo di contrastare questo stato dell’arte e rendere l’impresa fiorentina più “2.0”, cioè innovativa e competitiva. Ogni impresa del territorio (piccola e grande, artigianale, commerciale e industriale) vi troverà consulenza gratuita per poter capire se e come sfruttare le potenzialità del web:  social e e-email marketing, home banking, e-commerce, Pec, configurazioni smartphone, grafica, traduzioni, servizi fotografici, sistemi di pagamento, Seo, Sem, linking strategies ecc.
Lo sportello è aperto ogni giorno, dal lunedì al venerdì, e riceve solo su appuntamento (tel. 055732691 e info@confartigianatofirenze.it).