SANITA’, SACCARDI: “IN TOSCANA SISTEMA REGGE”

 

Sanità Saccardi pazienti pasichiatici a Villa Guicciardini Saccardi vaccini“La Toscana presenta una sanità dinamica e longeva” ha detto assessore alla Salute Saccardi: “è cruciale legare insieme la sanità con il sociale.”  Presentati due rapporti su profilo di salute e welfare Regione: “aspettativa vita in Toscana cresce e più invecchiamento.”

“Se li presentiamo assieme, vuol dire che le questioni poste in questi due rapporti non possono stare distaccate le une dalle altre. Le politiche su sociale e sanità devono essere collegate e cruciale è la loro connessione. Nonostante i forti rivolgimenti del tessuto sociale ed economico, la Toscana ha reagito alle difficoltà ed ancora si colloca ai vertici nazionali nelle principali misure di benessere. E’ una regione che, rispetto al resto d’Italia, risulta dinamica e longeva, con minori povertà e maggiori possibilità lavorative e con un sistema di protezione sociale e sanitario più solido”. Lo ha detto l’assessore toscano a diritto alla salute e welfare Stefania Saccardi, intervenendo oggi alla presentazione dei rapporti “Profilo sociale regionale” e “Lo stato di salute dei toscani e del servizio sanitario regionale”.

I due rapporti, spiega una nota, elaborati dall’Ars e dall’Osservatorio regionale per il sociale, passano in rassegna aspettativa di vita, ma anche povertà, demografia e ruolo svolto dalle famiglie, il rapporto con alcol, fumo ed attività fisica, la mortalità e la diffusione di malattie infettive, i livelli essenziali di assistenza, le cure ospedaliere, l’assistenza territoriale e le risposte messe in campo dal servizio pubblico.

I dati dei due rapporti, spiega una nota, restituiscono l’immagine di una Toscana che, nonostante il periodo di forti rivolgimenti del tessuto sociale ed economico, ha reagito alle difficoltà e si conferma ai vertici nazionali nelle principali misure di benessere con una dinamicità sociale e una longevità più alta che altrove, con minori povertà e maggiori possibilità lavorative, con un sistema sociale e sanitario più solido e con uno spirito partecipativo più consistente. L’aspettativa di vita in Toscana cresce da oltre trent’anni più che altrove ma in presenza di bassa natalità e con il recente rallentamento dei flussi migratori, è a rischio il ricambio generazionale e si rafforza il processo di invecchiamento.

Secondo i rapporti le cure ospedaliere mostrano di essere efficaci e l’implementazione dei percorsi clinico assistenziali per le più importanti e diffuse malattie croniche ha dato risultati in termini di miglioramento degli esiti, continuità delle cure, educazione e partecipazione dei pazienti. La rete dell’emergenza territoriale ed ospedaliera è capillare e ha dimostrato tempestività ed efficacia degli interventi. La Toscana è stata costantemente ai vertici negli ultimi anni nella capacità di garantire i livelli essenziali di assistenza e anche livelli ulteriori. Sul fronte sociale, i confini mobili delle povertà, pur in un quadro assai migliore che nel resto d’Italia, interessano ormai molte categorie di cittadini e famiglie.

I recenti miglioramenti del mercato del lavoro toscano e le misure messe in campo per combattere il disagio economico ed abitativo sono degli aspetti confortanti ma occorre un rilancio per affrontare in maniera decisa le situazioni di esclusione sociale create dalla crisi economica in atto. Per il direttore Ars Andrea Vannucci “cruciale sarà il collegamento tra settore sociale e sanitario con maggior ricchezza e dettaglio di dati per avere un quadro completo di cosa accade alla persone durante i percorsi di cura e assistenza e per riuscire ad adottare in ogni occasione approcci più promettenti perché ugualmente efficaci ma meno costosi”.

The post SANITA’, SACCARDI: “IN TOSCANA SISTEMA REGGE” appeared first on Controradio.

Sportello Unico Disabilità

E’ attivo da ieri lo Sportello Unico Disabilità (SUD) della Misericordia di Firenze, un servizio gratuito d’informazione e orientamento sui servizi di area sanitaria, legale, sociale, scolastica, previdenza ed inclusione sociale a disposizione delle persone con disabilità residenti nel territorio fiorentino. Obiettivo del SUD diventare un punto di riferimento concreto per individuare il percorso da intraprendere per famiglie, medici di base, insegnanti, operatori e associazioni, spesso in difficoltà nell’orientarsi nelle spesso difficili procedure burocratiche. La nostra storia, l'organigramma e molto di piùIl nuovo servizio di Misericordia di Firenze si trova presso la Sezione Oltrarno in via del Sansovino 172, e si prefigge di orientare i disabili e le loro famiglie nel settore dei diritti sanitari, dei diritti legali e di integrazione sociale e dei diritti scolastici Un gruppo di volontari della Misericordia di Firenze è stato formato da professionisti ed esperti che hanno fornito loro le necessarie competenze per accogliere le persone, orientandole verso una rapida e funzionale risoluzione dei problemi. Lo sportello si trova nella sede degli Ambulatori della Misericordia di Firenze di via del Sansovino 176, ed è aperto al pubblico il lunedì dalle 9.30 alle 15.30 e il giovedì dalle 9.30 alle 19.30 con orario continuato. Sono stati 20 i volontari formati che hanno partecipato al corso durato due settimane. Per ulteriori informazioni www.misericordia.firenze.it nella sezione disabilità e nella sezione dedicata ai Servizi alla famiglia.