Carrara: ‘focolaio’ covid coinvolge 21 persone

Carrara: ‘focolaio’ covid coinvolge 21 persone

 C’e’  anche una donna incinta tra le 21 persone positive al covid scoperte a Carrara. Si tratta, secondo fonti qualificate, di un focolaio scoppiato in una struttura di accoglienza che ospita per lo piu’ di migranti nigeriani di eta’ media sui 40 anni.

La donna in stato interessante e’ stata ricoverata nel reparto di cure intermedie dell’ospedale di Carrara mentre gli altri contagiati sono tenuti in quarantena nella stessa struttura di accoglienza secondo i protocolli di vigilanza attiva dell’autorita’ sanitaria.
la notizia del ‘focolaio’ è stata comunicata ieri pomeriggio dal sindaco.  ‘L’azienda sanitaria mi ha comunicato questo pomeriggio che sono stati individuati 21 casi positivi al covid 19 sul nostro territorio’ dice il sindaco di Carrara (Massa Carrara), Francesco de Pasquale che in una nota aggiunge: ‘Le persone sono gia’ state tutte isolate e sono in quarantena sotto il monitoraggio dell’azienda sanitaria e delle forze dell’ordine. La situazione
in questo momento dunque e’ sotto controllo. Con la mia amministrazione vigileremo quotidianamente sull’evolversi di questa delicata vicenda. Nel frattempo invito tutti i cittadini a rispettare le norme anti contagio con la massima attenzione’.

 

L'articolo Carrara: ‘focolaio’ covid coinvolge 21 persone proviene da www.controradio.it.

Dl Agosto: Nardella, ha norme molto importanti per Firenze

Dl Agosto: Nardella, ha norme molto importanti per Firenze

‘Il pacchetto di norme su turismo e cultura del Dl Agosto contiene misure di straordinaria importanza per Firenze’: lo ha detto il sindaco Dario Nardella, secondo cui queste misure saranno ‘utili a coprire una parte significativa del pesante potenziale disavanzo che e’ maturato in questi mesi nel bilancio comunale e a dare una spinta corposa al rilancio economico del comparto turistico e del centro storico della citta”.

Fra gli impegni mantenuti nel Dl, sostiene Nardella, l’incremento del fondo di ristoro del mancato introito dell’imposta di soggiorno da 100 a 300 milioni di euro che varrebbe per il Comune di Firenze circa 19 mln (a fronte di un ammanco stimato in 45 mln), ma ‘anche sulla cultura – ha commentato – sono da apprezzare le novita’ sull’estensione della Cig per le imprese culturali e relative alla cancellazione dell’Imu, che nel caso di Firenze si somma all’esenzione gia’ decisa della quota parte di spettanza del Comune’. Con queste misure, conclude il sindaco, ‘potremo affrontare con molta piu’ fiducia il prossimo settembre, facendo fronte all’emergenza sociale e lavorativa che gia’ si tocca con mano’.

L'articolo Dl Agosto: Nardella, ha norme molto importanti per Firenze proviene da www.controradio.it.

Autostrade, CGIL: dopo vendita ASPI serve Cabina di Regia Nazionale

Autostrade, CGIL: dopo vendita ASPI serve Cabina di Regia Nazionale

Per un lavoro e un servizio di qualità nelle autostrade contro incertezze e immobilismi. Il 9 e 10 agosto i lavoratori di Autostrade faranno sciopero anche in Toscana. Intervista con ALESSIO AMMANNATI della FILT CGIL

ASCOLTA L’INTERVISTA

Tra i motivi dello sciopero: ricorso immotivato alla CIGO senza integrazione salariale; tentazioni di stravolgere le regole contrattuali su orari, sicurezza ed organizzazione del lavoro; ambiguità delle Concessionarie su molti punti di discussione.

“I contorni, dell’ accordo con cui si è sancito il passaggio di ASPI sotto Cassa Depositi e Prestiti rimangono ancora nebulosi, a nostro avviso. Così come non si sta dando vita ad una Cabina di Regia Nazionale che monitori tutto il sistema concessorio e le Concessionarie su sicurezza, qualità del servizio e manutenzione” dice la CGIL.

 

L'articolo Autostrade, CGIL: dopo vendita ASPI serve Cabina di Regia Nazionale proviene da www.controradio.it.

Beirut: Firenze in aiuto, “noi ci siamo”

Beirut: Firenze in aiuto, “noi ci siamo”

“Ho parlato con il console del Libano Charbel Chbeir per trasmettergli le condoglianze del popolo fiorentino verso il popolo di Beirut. Il console, che è in costante contatto con il governo libanese, mi ha riferito che la situazione è drammatica e la capitale è praticamente distrutta. C’è bisogno di tutto: aiuti sanitari, macchine e squadre per la rimozione di macerie, cibo. Ho garantito il massimo impegno della città di Firenze attraverso la protezione civile”. Lo ha scritto, su Facebook, il sindaco di Firenze Dario Nardella.

“La vicesindaca Cristina Giachi – aggiunge Nardella – coordina gli interventi di aiuto in collegamento con le autorità nazionali. Ho anche inviato un messaggio al sindaco di Beirut Jamal Itani. Noi ci siamo. Ora più che mai dobbiamo dimostrare questa amicizia ai nostri fratelli cittadini di Beirut che stanno vivendo nell’inferno”.

L'articolo Beirut: Firenze in aiuto, “noi ci siamo” proviene da www.controradio.it.