‘Lucca Magico Natale’ installazioni luminose, mercatini e cultura

‘Lucca Magico Natale’ installazioni luminose, mercatini e cultura

Lucca, con l’accensione delle installazioni luminose in piazza del Giglio e piazza San Michele in Foro, è stato inaugurato Lucca Magico Natale, il nuovo brand che raccoglie e promuove gli eventi e l’immagine della città nel periodo natalizio, con installazioni luminose, mercatini, appuntamenti culturali e della tradizione.

Dopo l’accensione della ‘palla di Natale’ e dell’illuminazione del Teatro del Giglio, l’inaugurazione di ‘Lucca Magico Natale’ è continuata con il sindaco Mario Pardini che, assieme agli assessori della Giunta comunale, si è recato in piazza Napoleone per inaugurare il ‘Winter Village’. Poi il piccolo corteo si è spostato in piazza San Michele in Foro per l’accensione della grande stella e dell’albero di Natale.

“Siamo molto felici di poter inaugurare questa sera Lucca Magico Natale – afferma Pardini – abbiamo lavorato molto perché desideravamo dare a Lucca per il periodo natalizio una veste di installazioni luminose all’altezza della bellezza della città e un calendario di appuntamenti capace di far vivere ai cittadini e alle famiglie quell’atmosfera di allegria e serenità che tutti ci aspettiamo da questo periodo. Abbiamo fatto tutto questo risparmiando risorse rispetto agli anni passati e abbiamo utilizzato tecnologie luminose a basso consumo”.

“Voglio ringraziare gli assessorati al commercio, al turismo, alla cultura per la passione e l’impegno messi nel progetto di Lmn, i molti sponsor che ci hanno aiutato, dando appuntamento nelle prossime settimane alle nuove installazioni e performance che presenteremo progressivamente nel percorso di avvicinamento a un 25 dicembre che per la città da quest’anno potrà finalmente essere un momento davvero unico e speciale”.

L'articolo ‘Lucca Magico Natale’ installazioni luminose, mercatini e cultura da www.controradio.it.

Emergency apre un negozio per i regali di Natale a Firenze

Emergency apre un negozio per i regali di Natale a Firenze

Firenze, Emergency aprirà un negozio per i regali di Natale, da giovedì 1° dicembre a sabato 24 dicembre in via Vincenzo Gioberti 61 (Nove Botteghe).

Tappeti tessuti a mano e tavolini intarsiati realizzati da artigiani afgani, accessori creati grazie a materiale di recupero, manufatti provenienti da tutto il mondo, prelibatezze natalizie e tante altre idee regalo per garantire il diritto alla cura a chi è vittima di guerra e povertà. Sono solo alcuni dei regali di Natale da acquistare nel negozio di Emergency.

Lo spazio sarà aperto da lunedì a domenica dalle ore 10 alle ore 19.30, e la Vigilia di Natale dalle ore 10 alle ore 13. Qui sarà possibile trovare più di 70 idee regalo con il logo di Emergency, ma anche tanti prodotti provenienti dai Paesi in cui lavora l’Ong o da realtà solidali.

Le cooperative che collaborano con i negozi di Emergency operano in condizioni rispettose dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori e spesso realizzano i loro prodotti con materiali riciclati o di recupero, si spiega in una nota. Anche quest’anno uno spazio è riservato ai prodotti di artigianato proveniente dall’Afghanistan, dove la popolazione continua ad avere bisogno dell’aiuto internazionale.

Nei negozi di Natale di Emergency si possono acquistare dolci artigianali come quelli di Cotti in Fragranza alla mandorla e al pistacchio, realizzati dai ragazzi del carcere minorile di Malaspina a Palermo; articoli di cartoleria tra cui penne riciclate, matite ecosostenibili e taccuini realizzati con scarti alimentari riciclati; monili decorati con inchiostri a base d’acqua e privi di solventi chimici, ma anche collane in bronzo e ceramica con simboli che evocano la pace.

Una novità di quest’anno sono gli accessori in pelle di Cartiera, laboratorio di moda etica che realizza borse e marsupi recuperando pelle e tessuti di alta qualità, creando opportunità di lavoro per giovani immigrati ed ex richiedenti asilo.

Come ogni anno, non mancano t-shirt e felpe: dalle classiche rosse con logo Emergency a quelle con le illustrazioni contro la guerra. Nel negozio di Firenze sarà possibile trovare anche il ‘Panettone fatto per Bene’ che sarà in vendita anche nelle piazze di tutta Italia da giovedì 8 a domenica 11 dicembre.

L'articolo Emergency apre un negozio per i regali di Natale a Firenze da www.controradio.it.

Aule di un liceo di Pontedera, all’interno di un edificio dove è allestito punto vaccinazioni anti Covid

Aule di un liceo di Pontedera, all’interno di un edificio dove è allestito punto vaccinazioni anti Covid

Pontedera, alcune aule del liceo linguistico, scienze umane ed economico sociale Eugenio Montale, si trovano all’interno di un edificio dell’Asl Toscana nord ovest dove è allestito e funzionante il punto vaccinazioni anti Covid.

Lo ha denunciato un servizio di Striscia la notizia che ha raccolto una segnalazione degli studenti che hanno a lezione in quelle aule, e la capogruppo della Lega in consiglio regionale, Elena Meini, ha reso noto di aver segnalato il caso al ministro dell’Istruzione e del merito Giuseppe Valditara e preannunciato un’interrogazione in Consiglio regionale.

Le immagini tv documentano una situazione di promiscuità tra l’attività didattica e quella sanitaria, con insegnanti e studenti che accedono alla scuola dalla sala d’aspetto dove transitano utenti in attesa della vaccinazione e personale sanitario.

“È innegabile – sottolinea Meini – che ci sia qualcosa di strano in questa forzata convivenza fra chi va a farsi esami o visite mediche e la presenza, nello stesso stabile, di studenti e professori. Una palese promiscuità che trattandosi di una struttura dell’Asl è, almeno potenzialmente, preoccupante. Ci auguriamo che tale situazione abbia realmente una spiegazione logica, anche se, obiettivamente, ci pare difficile comprendere come un istituto scolastico debba trovare ospitalità in un luogo dedicato all’assistenza sanitaria dei cittadini pontederesi”.

L'articolo Aule di un liceo di Pontedera, all’interno di un edificio dove è allestito punto vaccinazioni anti Covid da www.controradio.it.

Black Friday, Confartigianato Firenze: bene anche per “gli acquisti di persona”

Black Friday, Confartigianato Firenze: bene anche per “gli acquisti di persona”

Firenze, secondo Confartigianato Firenze il Black Friday costituisca un anticipo del Natale che offre la possibilità di contenere i costi e fare regali utili, non solo per coloro che fanno gli acquisti online, ma anche per chi sceglie di andare ad iniziare la ricerca dei doni natalizi nei negozi e botteghe.

I primi riscontri del “Black Friday”, secondo Paolo Gori, vicepresidente di Confartigianato Imprese Firenze, sono infatti “positivi e in linea con la crescita dell’anno scorso, con almeno un 15-20% in più; tuttavia, questi altri due giorni di offerte possono portare a riscontri ancora migliori”.

A trascinare le vendite al momento sono “elettrodomestici, articoli per cucina, cosmetici e ovviamente l’abbigliamento e tecnologia. Tutti oggetti utili o regali di Natale che possono essere acquistati a prezzi più bassi”.

E, nel mare magnum del web e delle truffe online, l’importanza dell’acquisto di persona e anche la capacità di adattamento di pmi e artigiani alle nuove richieste del consumatore: “Le abitudini e le modalità di acquisto cambiano. Il cliente cambia. Noi rimaniamo una garanzia di affidabilità e di qualità del prodotto, ma anche di tutto ciò che c’è a monte del prodotto stesso, in termini di qualità e dignità del lavoro. Con noi si può valutare il prodotto, con noi c’è un acquisto meno impulsivo e più commisurato. Non parliamo poi del poter cambiare o sostituire un prodotto, che con noi è molto più semplice”.

L'articolo Black Friday, Confartigianato Firenze: bene anche per “gli acquisti di persona” da www.controradio.it.

Stefano Di Puccio nominato consigliere speciale del sindaco per il carcere di Sollicciano

Stefano Di Puccio nominato consigliere speciale del sindaco per il carcere di Sollicciano

Firenze, il consigliere comunale Stefano Di Puccio è stato nominato dal sindaco, Dario Nardella, suo consigliere speciale per il carcere di Sollicciano. L’incarico è a titolo gratuito.

“Il tema di Sollicciano riguarda molto la comunità locale – ha detto il sindaco Dario Nardella nel conferira la nomina a Stefano Di Puccio -. Anche se il sistema penitenziario è gestito dallo Stato, le città sono direttamente coinvolte dalla vita delle carceri. Le strutture penitenziarie devono assolvere al compito di rieducare i detenuti, mentre invece finiscono per renderli molto peggiori alla fine della pena, quando escono. Tutto questo ha dei costi altissimi, dal punto di vista della sicurezza, dell’economia e della socialità”.

“Per questo vogliamo intensificare gli sforzi nei programmi di collaborazione con Sollicciano – ha continuato Nardella -, al fine di dare ai detenuti strumenti concreti per essere reinseriti nella società dopo aver pagato per le proprie colpe e di conseguenza vivere il periodo carcerario in modo non disumano. Allo stesso modo siamo impegnati per aiutare l’amministrazione penitenziaria a migliorare la struttura e quindi le condizioni di lavoro di tutti coloro che vi lavorano, a partire dagli agenti della polizia penitenziaria”.

“Il carcere non è un corpo estraneo della città – ha proseguito – e per questo abbiamo bisogno di una squadra coesa di persone impegnate a migliorare il rapporto tra Sollicciano e la nostra comunità. Al lavoro egregio condotto dall’assessore Sara Funaro e dal garante dei detenuti Eros Cruccolini si affianca quello del consigliere Stefano Di Puccio, che in questi anni si è distinto per la sensibilità e l’attenzione mostrata ai temi del carcere e alle condizioni dei detenuti in particolare. Faccio a Di Puccio i miei più sinceri auguri di buon lavoro”.

“Ringrazio il Sindaco per questo importante riconoscimento – spiega Stefano Di Puccio – che mi permetterà di lavorare con più libertà di azione a fianco del garante dei detenuti Eros Cruccolini con cui collaboro già dal 2009 quando anche lui era consigliere comunale. Ho sempre svolto questo lavoro con passione perché ritengo che vada rispettata la dignità della persona, anche se privata della libertà. Con questa nomina adesso lavorerò con maggiore impegno per portare a compimento gli atti approvati in Consiglio comunale”.

L'articolo Stefano Di Puccio nominato consigliere speciale del sindaco per il carcere di Sollicciano da www.controradio.it.