Chiusi (SI), donna accoltellata: convalidato fermo per figlio 32enne

Chiusi (SI), donna accoltellata: convalidato fermo per figlio 32enne

Ci sarebbe un movente ‘economico’ dietro l’accoltellamento della donna di 61 anni avvenuto ieri sera a Chiusi (Siena) e per il quale il figlio rimane il principale indiziato.

È stato convalidato il fermo dell’uomo che nella serata dell’altro ieri ha accoltellato la mamma sessantunenne a Chiusi (Siena). Dopo le prime indagini coordinate dal Pm Silvia Benetti, era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio e portato fin dalla notte di ieri nel carcere Senese di Santo Spirito.
Con la convalida per il trentaduenne è scattata la misura cautelare della detenzione in carcere.

A quanto pare, dietro l’aggressione e l’accoltellamento, ci sarebbe un movente ‘economico’ Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti l’uomo, senza lavoro, avrebbe reagito accoltellando la madre di fronte al suo rifiuto di dargli altri soldi. Le richieste di denaro da parte del figlio sarebbero state numerose negli ultimi tempi.

Sarebbe stato proprio il figlio, incensurato, a chiamare i soccorsi.

La 61enne, che si trova ricovareta in prognosi riservata  è stata colpita più volte al volto, al collo, all’avambraccio che ha opposto per parare i colpi e ha subito anche la perforazione di un polmone. I militari parlano di un’aggressione di rara ferocia. Le indagini hanno consentito di raccogliere tutta una serie di elementi probatori che concordano nel definire come la vicenda
si sia svolta nel ristretto ambito domestico

 

 

L'articolo Chiusi (SI), donna accoltellata: convalidato fermo per figlio 32enne proviene da www.controradio.it.

Lavoro: Firenze, 2/a in Italia per tasso occupazione in 2018

Lavoro: Firenze, 2/a in Italia per tasso occupazione in 2018

Il tasso di disoccupazione 2018 si attesta al 5,7%, in diminuzione rispetto all’anno precedente, quando era al 9,4%. Lo rileva l’ufficio statistica di Palazzo Vecchio, su elaborazione di dati Istat

Nel 2018 Firenze ha registrato un tasso di occupazione del 71,9%, in crescita rispetto al 69,5% dell’anno precedente, per la prima volta superiore a quello del Comune di Milano (71,3%) e secondo solo a quello di Bologna (74,2%). Il tasso di disoccupazione 2018 si attesta al 5,7%, in diminuzione rispetto all’anno precedente, quando era al 9,4%. Lo rileva l’ufficio statistica di Palazzo Vecchio, su elaborazione di dati Istat. Nel 2018, spiega una nota, il tasso di occupazione medio per quanto riguarda i grandi comuni in Italia era al 58,4% (nel 2017 era il 57,8%). Per il Comune di Firenze si tratta, per il terzo anno di fila, del tasso di occupazione più elevato registrato negli ultimi 15 anni. L’ammontare di residenti occupati passa da circa 171mila nel 2017 a circa 175mila nel 2018 (+4mila occupati). Per quanto riguarda il tasso di disoccupazione, la media dei grandi comuni italiani è pari a 13,8%, in diminuzione rispetto al 14,4% del 2017.

A Firenze il dato del 2018 è al livello più basso dal 2010, quando era al 5,2%. I disoccupati fiorentini sono circa 11mila: 4mila in meno rispetto al 2014 e 7mila in meno rispetto al 2017. Per il sindaco Dario Nardella, “questi dati confermano un trend positivo che si è consolidato nel corso degli anni, nonostante la tendenza opposta a livello nazionale: Firenze ha ormai imboccato la strada della crescita, merito del dinamismo delle imprese e degli investimenti pubblici che hanno favorito l’occupazione”. La città, osserva, “ha raggiunto un tasso di disoccupazione che è praticamente la metà di quello nazionale, e si conferma come polo di attrazione di investimenti e di creazione di occupazione. Dove c’è buon governo i risultati concreti su economia e lavoro si vedono”.

L'articolo Lavoro: Firenze, 2/a in Italia per tasso occupazione in 2018 proviene da www.controradio.it.

Terremoti: scossa 2.5 nel Mugello, non si registrano danni

Terremoti: scossa 2.5 nel Mugello, non si registrano danni

L’epicentro è stato registrato a 4 chilometri a sud di Firenzuola, ad una profondità di 10 km. Al momento non si registrano danni a persone o cose

Un terremoto di magnitudo 2.5 è avvenuto questa notte, intorno alle 1:25, nell’alto Mugello. L’epicentro è stato registrato a 4 chilometri a sud di Firenzuola, ad una profondità di 10 km. Al momento non si registrano danni a persone o cose.

L'articolo Terremoti: scossa 2.5 nel Mugello, non si registrano danni proviene da www.controradio.it.

ARRESTI SANITA’: LA LEGA ALL’ATTACCO DEL ‘SISTEMA TOSCANO’

ARRESTI SANITA’: LA LEGA ALL’ATTACCO DEL ‘SISTEMA TOSCANO’

 “Mi auguro che anche in Toscana, se c’è un sistema di parentopoli in sanità emerga presto, qualche stana coincidenza l’abbiamo riscontrata, come concorsi interregionali con un solo partecipante” denuncia il consigliere regionale della Lega, e candidato alle europee nella circoscrizione centro, Jacopo Alberti. Rossi: pensino ai 49 milioni ” sottratti illegalmente allo Stato che la Lega nazionale di Salvini deve restituire”

“La Concorsopoli umbra, con le dimissioni della governatrice Pd Catiuscia Marini e il quadro dei nuovi indagati che coinvolge pure la sua presunta ‘favorita’, è uno scandalo che potrebbe a mio avviso avere strascichi in tutta l’Italia centrale, quella delle regioni rosse per intenderci. Per questo ho sostenuto la firma, da parte del gruppo consiliare della Lega, di una mozione di sfiducia a carico di Enrico Rossi”. Così, in una nota, Susanna Ceccardi, sindaco di Cascina (PI) e candidata della Lega nella circoscrizione Centro. “Un sistema ‘criminale’, come hanno spiegato gli inquirenti, maturato grazie alla mala gestio della sinistra che ha strangolato socialmente per decenni interi quei territori che adesso hanno tutto il diritto di chiedere ‘libertà’, ricambio, alternanza – prosegue Ceccardi -. Sono certa, come ha annunciato Matteo Salvini, che Donatella Tesei saprà rappresentare tutto questo in Regione Umbria e che la Lega, come sta già facendo su scala nazionale, dal 26 maggio porterà il ‘buonsenso’ e le ragioni dell’Italia in Europa.

A Ceccardi fa eco Alberti che aggiunge ” Stiamo lavorando su alcuni aspetti, e se avremo gli elementi, faremo un esposto alla magistratura”.

“Non commento le associazioni deliranti di Susanna Ceccardi. Noi toscani abbiamo una curiosità e le saremmo grati se volesse soddisfarcela: qual è la quota parte della Lega Toscana dei 49 milioni sottratti illegalmente allo Stato che la Lega nazionale di Salvini deve restituire come stabilito da sentenze definitive?” ha affermato  il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.
“Dalla lettura dei giornali ci sono fatti che sicuramente sono deprecabili, però è la lettura dei giornali. Poi bisogna vedere davvero gli addebiti, le situazioni, questo io non saprei dirlo. Sono cose nelle mani delle procure, e poi saranno anche nelle mani della magistratura giudicante” ha aggiunto Rossi   “Io penso che bisogna vedere i risultati di tutte queste inchieste in sede processuale – ha sostenuto il presidente  Rossi -. Mi sono formato l’opinione che essere sottoposti ad una verifica di legalità è normale per chi svolge dei ruoli pubblici, che si possono fare affermazioni di vario genere, a volte francamente discutibili, poi però bisogna guardare l’effettività dei fatti”. “Io stesso – ha ricordato il governatore – sono stato indagato per tre anni circa, con reati pesanti, anche io ho avuto delle intercettazioni che avevano un significato opposto rispetto a quelli che sono stati riportati sui giornali. Alla fine di questa indagine è risultato che la sanità toscana era ben governata in generale, che i bilanci erano veritieri, e che il mio comportamento, a detta del procuratore che mi aveva indagato, era stato corretto e rigoroso”.

 

L'articolo ARRESTI SANITA’: LA LEGA ALL’ATTACCO DEL ‘SISTEMA TOSCANO’ proviene da www.controradio.it.

Adesca bambino su chat videogioco, denunciato fiorentino

Adesca bambino su chat videogioco, denunciato fiorentino

Dopo l’episodio scoperto alcuni mesi fa dalla polizia postale di Cagliari avvenuto sulla chat di Fortnite, un’altra operazione condotta dagli stessi specialisti ha portato alla denuncia del 32enne fiorentino che ha adescato un bambino di 8 anni sulla chat di un videogioco.

Denunciato per corruzione e adescamento di minorenne un 32enne di Firenze. L’uomo ha adescato un bambino di soli otto anni sulla chat del videogioco “Clash of Clans” e poi su whatsapp gli ha chiesto delle foto nudo. Le indagini della Polpost, coordinate dal dirigente Francesco Greco, sono iniziate alcune settimane fa quando la madre del bambino ha scoperto il messaggio che il 32enne aveva inviato al piccolo. Ha chiesto subito spiegazioni al figlio che ha raccontato di aver conosciuto il 32enne sulla chat del videogioco.

La donna ha subito segnalato l’episodio alla polizia postale che individuato l’uomo. Gli agenti di Firenze hanno perquisito la sua abitazione, trovando il telefonino con i messaggi. Tutto il materiale informatico è stato sequestrato.

L'articolo Adesca bambino su chat videogioco, denunciato fiorentino proviene da www.controradio.it.