Firenze, strade senza rumore: arriva l’asfalto fonoassorbante

Firenze, strade senza rumore: arriva l’asfalto fonoassorbante

Una grande novità per l’assetto urbanistico a Firenze: arriva l’asfalto mangia-rumore. Tutti i decibel degli autobus, dei motorini, delle auto, saranno come inghiottiti dalla strada.

Non si tratta di un sogno, ma dell’asfalto fonoassorbante; figlio  di un progetto sperimentale europeo che vede il capoluogo toscano capofila, che ha l’obiettivo di garantire la replicabilità dell’esperienza fiorentina anche in altri contesti urbani. Grazie al finanziamento comunitario di 187mila euro Firenze volge lo sguardo al futuro. Strade più silenziose, più sostenibili, grazie all’asfalto fonoassorbente.

Un nuovo modo di concepite l’inquinamento acustico e – come riporta anche il quotidiano La Nazione – che potrebbe migliorare molto la vita in città. Il tutto sarà pensato nella migliore combinazione possibile per gli pneumatici. Questa iniziativa, inoltre guarda, in prospettiva, anche al mondo dell’elettrico attraverso iniziative di comunicazione per tutto il periodo del progetto.

“Sulla questione è intervenuta l’assessore all’Ambiente Cecilia del Re. “Nel disegno della nostra Firenze come città sempre più sostenibile – dice l’assessore –, vogliamo puntare anche su temi importanti come quello dell’inquinamento acustico, con la sperimentazione e lo sviluppo di tecnologie innovative, e della mobilità elettrica sempre in chiave di riduzione dell’inquinamento acustico e di tutela ambientale. Felici di essersi aggiudicati questo progetto europeo, che ci vedrà lavorare con altri partners di rilievo internazionale con il ruolo di capofila”.

L'articolo Firenze, strade senza rumore: arriva l’asfalto fonoassorbante proviene da www.controradio.it.

Meteo, codice giallo su costa e Toscana centro-settentrionale

Meteo, codice giallo su costa e Toscana centro-settentrionale

Firenze, condizioni di tempo instabile interessano la Toscana.

Dalla tarda serata, e per tutta la notte, possibilità di temporali di forte intensità sulla costa della Toscana centro-settentrionale e aree adiacenti e sulle zone interne centro-settentrionali.

Dalla tarda mattina di domani, e fino a tutto il pomeriggio, possibili temporali in Appennino, accompagnati da occasionali colpi di vento e grandinate.

Per questo la Sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un codice giallo, con validità dalle ore 21 di oggi, domenica 7 luglio, fino alle ore 10 di domani, lunedì 8 luglio, che interessa la costa e le zone interne della Toscana centro-settentrionale.

Dettagli e consigli sui comportamenti da adottare si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione, all’indirizzo

http://www.regione.toscana.it/allertameteo

L'articolo Meteo, codice giallo su costa e Toscana centro-settentrionale proviene da www.controradio.it.

Eurospin ritira licenziamento lavoratrice malata di sclerosi

Eurospin ritira licenziamento lavoratrice malata di sclerosi

Vinci, Eurospin ha ritirato il licenziamento della donna affetta da sclerosi multipla diagnosticata, per la quale è iscritta alle categorie protette, e con un figlio di 11 anni, che lavora come cassiera in un supermercato della catena della città toscana.

Lo si apprende da un tweet della stessa Eurospin, ricordiamo che la donna si era vista recapitare nei giorni scorsi una lettera di licenziamento perché, con l’aggravamento della malattia, ha superato i sei mesi di congedo per malattia.

“Abbiamo contattato la Signora Stefania fissando un incontro per annullare il licenziamento – si legge -, che era partito al raggiungimento dei termini di legge. Non avendo ricevuto alcuna richiesta di aspettativa, non abbiamo approfondito la sua situazione. Di questo ci scusiamo”.

“L’amministratore dell’azienda ha contattato direttamente il segretario nazionale della Filcams Cgil Giovanni Dalò per comunicargli la notizia – spiega Massimiliano Fabozzi della Filcams-Cgil -. Attendiamo l’incontro di ufficializzazione e fino a allora continueremo la nostra mobilitazione”.

“Bella notizia. Un’iniquità è stata sanata grazie a un’ampia mobilitazione di sindacati, forze politiche e cittadini. Fa piacere anche dare atto all’azienda di essere corsa ai ripari. Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso. In questo caso abbiamo lottato e abbiamo vinto. Sui diritti fondamentali dei lavoratori non abbasseremo mai la guardia”. Lo dice il senatore Pd Dario Parrini nel corso dei lavori di Italia Riformista a Montecatini Terme.

L'articolo Eurospin ritira licenziamento lavoratrice malata di sclerosi proviene da www.controradio.it.

‘Tintoria Superlativa’, operai bloccano tangenziale, interviene polizia

‘Tintoria Superlativa’, operai bloccano tangenziale, interviene polizia

Prato, continuato anche ieri lo sciopero dei lavoratori della Tintoria Superlativa, dove da alcuni giorni i lavoratori stanno picchettando i cancelli contro “lavoro nero, turni di 84 ore settimanali e paghe misere”.


Nella giornata di ieri, documentato da un video diffuso da Si Cobas Firenze, un intervento della polizia che è intervenuta con le maniere forti nei confronti dei lavoratori della Tintoria Superlativa, per fermare un tentativo di blocco della tangenziale.

Il sindacato ‘Si Cobas’, aveva denunciato 12 ore di lavoro per turno imposti dall’azienda, che tra l’altro era già stata chiusa dalla squadra interforze per precarie condizioni igienico sanitarie e per la presenza di lavoratori clandestini.

Da un paio di giorni, i lavoratori, circa una trentina tutti pachistani, hanno iniziato il presidio ai cancelli dell’azienda per rivendicare la regolarizzazione dei contratti.

“Già nel 2016 e nel 2018 l’azienda era stata pizzicata dai controlli che avevano rilevato un uso massiccio di lavoro a nero – dice Luca Toscano di Si Cobas – Alcuni lavoratori hanno contratti a due ore e ne lavorano 10-12 al giorno senza ferie, senza malattia riconosciuta e per 1000 euro al mese. La proposta dell’azienda è stata di fare i contratti a due ore. A questo punto le trattative si sono interrotte”.

Nell’azienda lavorano una cinquantina di persone prevalentemente pakistani, cinesi ed africani.

L'articolo ‘Tintoria Superlativa’, operai bloccano tangenziale, interviene polizia proviene da www.controradio.it.

Caldo, Firenze: resta allerta rossa fino a sabato

Caldo, Firenze: resta allerta rossa fino a sabato

Il codice rosso sarà in vigore da oggi fino a sabato 6 luglio. Lo stablisce il nuovo bollettino elaborato dal dipartimento di epidemiologia SSR Regione Lazio. Secondo le previsioni la temperatura massima percepita sarà di 36° oggi, domani e sabato. Ecco alcune semplici regole che il ministero della salute consiglia per ridurre gli effetti negativi delle ondate di calore.

USCIRE DI CASA NELLE ORE MENO CALDE DELLA GIORNATA – Evitare di uscire all’aria aperta nelle ore più calde cioè dalle ore 11.00 alle 18.00. Se si esce nelle ore più calde non dimenticare di proteggere il capo con un cappello di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole; inoltre proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.

INDOSSARE UN ABBIGLIAMENTO ADEGUATO E LEGGERO – Sia in casa che all’aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, preferibilmente di fibre naturali per assorbire meglio il sudore e permettere la traspirazione della cute.

RINFRESCARE L’AMBIENTE DOMESTICO E DI LAVORO – Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende, ecc.. Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata (la sera e la notte). Se si utilizza l’aria condizionata, ricordarsi che questo efficace strumento va utilizzato adottando alcune precauzioni per evitare conseguenze sulla salute e eccessivi consumi energetici. In particolare, si raccomanda di utilizzarli preferibilmente nelle giornate con condizioni climatiche a rischio; di regolare la temperatura tra i 24°C – 26°C; di coprirsi nel passaggio da un ambiente caldo ad uno più freddo; di provvedere alla loro manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri; di evitare l’uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia.

RIDURRE LA TEMPERATURA CORPOREA – Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca. In casi di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca.

RIDURRE IL LIVELLO DI ATTIVITÀ FISICA – Nelle ore più calde della giornata evitare di praticare all’aperto attività fisica intensa o lavori pesanti.

BERE CON REGOLARITÀ ED ALIMENTARSI IN MANIERA CORRETTA – Bere almeno 2 litri di acqua al giorno (salvo diversa indicazione del medico curante). Gli anziani devono bere anche se non ne sentono il bisogno. Evitare di bere alcolici e limitare l’assunzione di bevande gassate o troppo fredde. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua (frutta e verdura). Porre particolare attenzione alla conservazione degli alimenti ed evitare di lasciarli all’aperto per più di 2 ore.

ADOTTARE ALCUNE PRECAUZIONI SE SI ESCE IN MACCHINA – Se si entra in un’auto parcheggiata al sole, prima di salire aprire gli sportelli, poi iniziare il viaggio a finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione. Prestare attenzione nel sistemare i bambini sui seggiolini di sicurezza, verificare che non siano surriscaldati. Quando si parcheggia la macchina non lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell’abitacolo.

CONSERVARE CORRETTAMENTE I FARMACI – Leggere attentamente le modalità di conservazione riportate sulle confezioni dei farmaci e conservare tutti i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta. Conservare in frigorifero i farmaci per i quali è prevista una temperatura di conservazione non superiore ai 25-30°C.

ADOTTARE PRECAUZIONI PARTICOLARI IN CASO DI PERSONE A RISCHIO – Quando arriva il gran caldo, le persone anziane, con patologie croniche (cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, diabete ecc) e le persone che assumono farmaci, devono osservare le seguenti precauzioni: consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio (ad esempio per i diabetici è consigliabile aumentare la frequenza dei controlli glicemici); segnalare al medico qualsiasi malessere, anche lieve, che sopraggiunga durante la terapia farmacolgica; non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso.

SORVEGLIARE E PRENDERSI CURA DELLE PERSONE A RISCHIO – Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli e, ove possibile, aiutarli a svolgere alcune piccole faccende, come fare la spesa, ritirare i farmaci in farmacia, ecc. Segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento, come persone che vivono in situazioni di grave indigenza o di pericolo per la salute (ad esempio i senza tetto in condizioni di grave bisogno).

L'articolo Caldo, Firenze: resta allerta rossa fino a sabato proviene da www.controradio.it.