Firenze: camuffa targa per aggirare Ztl, individuato e denunciato

Firenze: camuffa targa per aggirare Ztl, individuato e denunciato

Nei guai un 65enne fiorentino: con del nastro adesivo nero trasformava una “E” in una “F”. L’archiviazione di numerosi verbali, che arrivavano a una ditta di Pescara, ha insospettito un agente.

Aveva studiato uno stratagemma per transitare sotto le porte telematiche della ztl con il furgone del figlio senza le necessarie autorizzazioni. Ma è stato individuato dalla Polizia Municipale che l’ha denunciato. Si tratta di un 65enne fiorentino. L’uomo dal 2012 ingannava le telecamere grazie alla trasformazione della lettera E presente nella targa del Daily Iveco in una F. Così aveva collezionato verbali per 1.500 euro che però arrivavano al titolare del mezzo con la targa “fotografata”. Da allora il furgone era passato diverse volte dai varchi della ztl e, non essendo autorizzato, scattavano i relativi verbali che però venivano notificati all’intestatario della targa “copiata”, una ditta con sede a Pescara.
E il legale rappresentante dell’impresa negli anni infatti si era visto arrivare multe per oltre 1.500 euro: l’uomo aveva fatto ricorso dimostrando che il proprio mezzo non corrispondeva né alla marca né al modello di quello effettivamente immortalato nel passaggio sotto la telecamera. I verbali contestati sono stati tutti archiviati ma non senza diversi passaggi burocratici. Ma il numero elevato di multe archiviate tutte con la stessa motivazione hanno insospettito un agente di Polizia Municipale in servizio all’ufficio verbali delle Cascine. Questi si è messo a controllare le diverse combinazioni di numeri e lettere della targa e, sostituendo la lettera E con la F, ha individuato un furgone uguale come colore e modello a quello fotografato dalle telecamere. Il mezzo è risultato intestato a un’impresa di pulizie e multiservizi con sede nel Mugello. Dall’ufficio verbali la pratica è passata al reparto anticrimine della Polizia Municipale che ieri sono passati all’azione convocando presso il Comando il titolare dell’impresa proprietaria del veicolo, un 26enne residente nel Mugello. L’uomo ha indicato il padre come unico utilizzatore del furgone essendo un dipendente regolarmente assunto dalla ditta.
E subito ieri mattina gli agenti hanno richiesto la collaborazione dei colleghi di Vicchio che sono andati direttamente alla sede dell’impresa. Qui hanno trovato il padre del titolare utilizzatore del veicolo “incriminato” e per lui sono cominciati i guai. Prima di tutto gli hanno contestato la violazione prevista dal codice della strada per l’utilizzo della targa contraffatta. Per questa la sanzione amministrativa va da 2.006 a 8.025 euro ma, non essendo ammesso il pagamento in misura ridotta, il verbale viene inoltrato al prefetto che deciderà l’importo; intanto il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo per 3 mesi e le targhe sono state sequestrate. Ma soprattutto per l’uomo sono scattate le denunce per diversi reati: uso di targa falsa perché manomessa e alterata, falsità materiale commessa da privato, uso di atto falso, truffa e reato continuato (i passaggi sono iniziati nel 2012 e l’ultimi risale allo scorso febbraio).

L'articolo Firenze: camuffa targa per aggirare Ztl, individuato e denunciato proviene da www.controradio.it.

Stella (FI): “Ztl notturna serve solo a riempire i posti della Firenze Parcheggi”

Stella (FI): “Ztl notturna serve solo a riempire i posti della Firenze Parcheggi”

Il provvedimento, afferma Marco Stella, vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana,  “penalizza le attività economiche del centro. Non si amministra così una città, con provvedimenti frettolosi e privi di logica”.

“Da stasera a Firenze torna in vigore la Ztl notturna estiva. Si tratta del solito provvedimento inutile che viene ripresentato da anni. Poteva avere un senso se si fosse realizzato un adeguato sistema di parcheggi scambiatori, con navette a servizio del centro storico. Ma soprattutto, se ne sarebbe anche potuto fare a meno, o mitigarla, se fossero stati costruiti i parcheggi interrati al Carmine e in piazza Brunelleschi, a cui Palazzo Vecchio ha rinunciato”. Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, e coordinatore fiorentino di Forza Italia, Marco Stella.
La Ztl notturna – osserva Stella in una nota – serve soltanto a riempire i parcheggi di prossimità della zona a traffico limitato, quelli della Firenze Parcheggi. Ed è grave che non venga prevista neppure una sola staffa di penetrazione per consentire la sosta breve, quella di cui potrebbe avere bisogno un genitore per riprendere un figlio in centro, ad esempio”. Per Stella, “in passato, almeno, era possibile individuare alcune ‘finestre’ che consentivano a chi vive in centro di poter condurre una vita normale, senza restrizioni eccessive. Purtroppo, siamo di fronte a un’amministrazione che cede alla volontà di comitati che non rappresentano le istanze della popolazione, di cui si autoproclamano paladini”. Il provvedimento, conclude, “penalizza le attività economiche del centro. Non si amministra così una città, con provvedimenti frettolosi e privi di logica”.

L'articolo Stella (FI): “Ztl notturna serve solo a riempire i posti della Firenze Parcheggi” proviene da www.controradio.it.

Dal 5 aprile torna la ZTL estiva

Dal 5 aprile torna la ZTL estiva, lo stop serale nel finesettimana
Da giovedì prossimo alla prima domenica di ottobre

Giovedì 5 aprile torna la ztl estiva notturna. Come previsto infatti dal disciplinare integrato che raccoglie tutte le regole della zona a traffico limitato fiorentino, la ztl notturna estiva scatta il primo giovedì di aprile per terminare la prima domenica di ottobre. Il divieto sarà in vigore le sere del giovedì, venerdì e sabato (dalle 23 alle 3 del giorno successivo) e per tutelare il rispetto dei divieti saranno riattivate le porte telematiche poste ai confini della ztl. E saranno predisposti controlli assidui e specifici della Polizia Municipale. Come consueto sono interessati tutti i settori della ztl diurna, ovvero A, B e O cui si aggiungono i settori G e F validi solo per il provvedimento estivo. Si tratta rispettivamente delle aree di piazza Cavalleggeri-lungarno della Zecca Vecchia-piazza Piave e di quella dell’area di San Niccolò. A causa del senso unico in vigore in viale Poggi in direzione via dei Bastioni la porta telematica posta sulla stessa via non può essere attivata: per questo sarà sospesa la ztl in una piccola porzione, da via dei Bastioni verso il viale dei Colli. In dettaglio si tratta delle strade del settore F comprese all’interno del seguente perimetro: via dei Bastioni (tratto via Ser Ventura Monachi-viale Poggi escluso), viale Poggi (escluso), viale Galilei (tratto viale Poggi-via San Leonardo, escluso), via San Leonardo (tratto viale Galilei-Schiaparelli inclusa), via Schiaparelli (inclusa), via San Leonardo (tratto via Schiaparelli-Costa San Giorgio inclusa), via di Belvedere (inclusa).

I furbetti della ztl

Ri-striciano le patenti, la Polizia Municipale pizzica 15 furbetti della ztl: 60 punti decurtati
polizia municipale
Sanzionata e rimossa anche un’auto in sosta in area pedonale con il permesso invalidi intestato a una persona deceduta

Continuano i controlli della Polizia Municipale contro i furbetti della ztl. Gli agenti della zona centrale da inizio settimana hanno fermato 15 conducenti che, per entrare nella zona a traffico limitato evitando il dispositivo di via dell’Agnolo, transitavano contromano in via dei Macci.
Complessivamente sono state elevate sanzioni per quasi 2.500 euro e decurtati 60 punti dalle parenti. Gli agenti, in abiti civili, continueranno i controlli nei prossimi giorni anche in altri varchi della ztl.
Sempre una pattuglia della zona centrale ieri ha fermato un 63enne alla guida dello scooter intestato a suo figlio: il mezzo è risultato senza revisione e assicurazione e per questo sequestrato ai fini della confisca. Gli agenti hanno poi elevato i relativi verbali con sanzioni da 169 e 849 euro.
Rimanendo nella zona centrale, una pattuglia durante un controllo delle soste ha trovato nell’area pedonale di piazza del Limbo un’auto con targa straniera che esponeva un contrassegno invalidi rilasciato dal Comune di Firenze e intestato a una residente in città. Dai controlli è emerso che però l’intestataria è deceduta nel 2016: per il veicolo è scattata la sanzione da 41 euro oltre alla rimozione. Adesso il mezzo è in depositeria e quando il proprietario dell’auto andrà a riprenderla dovrà dare spiegazioni dell’utilizzo non autorizzato del contrassegno che dovrà essere riconsegnato alla SAS.

Furbetti Ztl: pizzicati in 15, decurtati 60 punti

Furbetti Ztl: pizzicati in 15, decurtati 60 punti

Continuano i controlli della municipale contro i furbetti della ztl. Fermate auto con contrassregno disabili intestati a perone decedute. Elevate multe per un complesso di 2.500 euro.

 

Complessivamente sono state elevate sanzioni per quasi 2.500 euro e decurtati 60 punti dalle parenti. Gli agenti, in abiti civili, continueranno i controlli nei prossimi giorni anche in altri varchi della ztl. Sempre una pattuglia della zona centrale ieri ha fermato un 63enne alla guida dello scooter intestato a suo figlio: il mezzo è risultato senza revisione e assicurazione e per questo sequestrato ai fini della confisca. Gli agenti hanno poi elevato i relativi verbali con sanzioni da 169 e 849 euro.

Rimanendo nella zona centrale, una pattuglia durante un controllo delle soste ha trovato nell’area pedonale di piazza del Limbo un’auto con targa straniera che esponeva un contrassegno invalidi rilasciato dal Comune di Firenze e intestato a una residente in città. Dai controlli è emerso che però l’intestataria è deceduta nel 2016: per il veicolo è scattata la sanzione da 41 euro oltre alla rimozione. Adesso il mezzo è in depositeria e quando il proprietario dell’auto andrà a riprenderla dovrà dare spiegazioni dell’utilizzo non autorizzato del contrassegno che dovrà essere riconsegnato alla SAS.

L'articolo Furbetti Ztl: pizzicati in 15, decurtati 60 punti proviene da www.controradio.it.