Talking about museums

Al via un ciclo di live su Instagram per parlare di musei al tempo del Coronavirus

In tempo di emergenza Coronavirus, che ha portato alla difficile decisione di chiudere tutti i musei e luoghi della cultura, anche MUS.E – nell’ottica di continuare a valorizzare il patrimonio artistico di Firenze e nella convinzione che in questo periodo, più che mai, la cultura possa offrire occasioni di riflessione, di educazione, di intrattenimento, di benessere nelle proprie case – ha aderito all’invito del MIBACT e alle campagne social #museichiusimuseiaperti, #laculturacura e #iorestoacasa, raccontando ogni giorno piccoli e grandi segreti dei Musei Civici Fiorentini su Facebook, Instagram e YouTube. Sebbene le proposte siano state, evidentemente, realizzate in urgenza e con gli strumenti disponibili, ne è derivato fino a oggi un affresco corale, composito e vivace, che ha preso spunto dalle infinite possibilità di lettura e di interpretazione del patrimonio civico offrendo alla comunità un’ampia serie di racconti, di approfondimenti e di attività intorno all’arte, dedicate sia agli adulti sia ai bambini.

A circa due settimane dal lockdown, dopo una produzione e una condivisione di contenuti testuali, foto e video realizzati nei musei prima della loro chiusura o direttamente nelle case di direttori, responsabili scientifici e mediatori culturali, MUS.E si propone di integrare il suo racconto ampliandone temi e modalità e diversificando le tipologie offerte dal digitale sui suoi profili social.

Per questo motivo, in alternanza ai contenuti che continueranno ad essere pubblicati e proposti al grande pubblico, sono in programma anche alcune dirette live speciali. La proposta nasce dalla volontà di condividere con i colleghi dei musei, che come MUS.E si sono trovati a reinventare in toto le proprie forme e modalità di dialogo con il proprio pubblico, interrogandosi su quale sia il ruolo della cultura in questo frangente e giungendo a definire formati innovativi e creativi, mai immaginati finora. 

Ecco perché, a partire da mercoledì 8 aprile, alla consueta programmazione si aggiungeranno alcune dirette live settimanali sul profilo Instagram @musefirenze con i colleghi di alcuni importanti musei italiani: chiacchierate informali per confrontarsi su come i musei possano e debbano ridefinire il proprio impegno nel contesto attuale, che ha stravolto le nostre vite e nel quale tuttavia continuiamo a cercare direzioni di orientamento, esperienze sociali, spunti di riflessione, occasioni di intrattenimento. 

Si tratterà di brevi “a tu per tu” (seppure filtrati da uno schermo) per fare rete tra le istituzioni, condividere le proprie esperienze e tessere trame di lavoro che potranno ispirare anche i mesi a venire. 

Tutti i mercoledì alle ore 16.00 si aprirà così un cantiere virtuale di discussione e condivisione, in cui mettere in circolo nuove idee perché ogni museo, istituto, centro culturale possa continuare ad assolvere, anche attraverso nuovi linguaggi, il proprio compito nella società. 

Il primo appuntamento è quindi in programma mercoledì prossimo 8 aprile alle h16: in dialogo con Valentina Zucchi, responsabile Mediazione MUS.E, avremo Michele Lanzingerdirettore del Museo delle Scienze di Trento, protagonista nel panorama museale italiano e luogo d’avanguardia in quanto a programmazione. 

Seguirà mercoledì 15, sempre alle h16, James Bradburne, direttore della Pinacoteca di Brera a Milano, fra gli innovatori dello scenario museale contemporaneo e fra i primi ad aver potenziato la presenza dei musei on line in questi tempi di chiusura. 

Per proseguire poi, a cadenza settimanale, con altri grandi personaggi dei musei e della cultura.

I commenti sono chiusi