Tappa a Livorno con l’assessore Grieco del Tour per la sicurezza sul lavoro dell’Anmil

FIRENZE – "La sensibilizzazione sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro che si propone il Tour per la sicurezza sul lavoro, l'iniziativa dell'Associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro, è una questione di centrale importanza ed urgenza, considerando i dati allarmanti registrati negli ultimi anni anche nella nostra regione". Portando il saluto del presidente Enrico Rossi, impossibilitato a essere presente per impegni inderogabili, la neo assessore al lavoro, Cristina Grieco, ha così sintetizzato il senso dell'incontro e della tappa stamani a Livorno, presenti anche gli studenti dell'istituto per geometri Buontalenti.

Un momento di formazione e una esperienza educativa che ha permesso  loro di comprendere l'importanza di non sottovalutare mai la sicurezza quando si lavora. Per questo l'assessore ha voluto ricordato Nedo Santini, presidente onorario dell'Anmil livornese scomparso recenetemente, "un uomo che ha fatto tanto e con dedizione per i temi della sicurezza sul lavoro".

"Nel 2015 in Toscana gli infortuni sul lavoro sono calati complessivamente del 2,5 per cento, da oltre 44mila a poco più di 43mila – ha proseguito Grieco -; ma sono purtroppo aumentati quelli mortali.  Sono stati infatti 76 nel 2014 e 109 nel 2015  segnando un incremento del 33per cento! Negli ultimi mesi, solo nelle cave della provincia di Massa Carrara si sono registrati ben sei infortuni mortali".

"Si deve riaffermare con forza che di lavoro non si può, non si deve più morire. Ogni infortunio, ogni morto, per noi è una sconfitta. Per dare una risposta concreta a questa situazione, per ribadire che il lavoro sicuro è una necessità, un modo di rispettare i lavoratori, la Regione Toscana ha approvato recentemente il Piano strategico regionale 2016-2020 per la sicurezza sul lavoro, e destinato a tutte le azioni previste quasi 8 milioni di euro nei prossimi cinque anni".

I commenti sono chiusi