Targetti, fissato il 22 agosto incontro azienda-istituzioni

FIRENZE - Doppio incontro in Regione sulla vicenda del personale delle portinerie delle sedi Trenitalia, questione che riguarda direttamente 11 lavoratori . L'incontro con Trenitalia ha peraltro permesso di affrontare anche la questione dell'appalto dei servizi di pulizia per treni e stazioni,  che coinvolgerà un totale di circa 500 dipendenti.

A seguito di una richieste delle organizzazioni sindacali, il consigliere per il lavoro del presidente della Toscana Enrico Rossi, Gianfranco Simoncini, ha incontrato prima il direttore regionale di Trenitalia Gianluca Scarpellini, poi i rappresentanti dell'azienda Sistemi di sicurezza/Pegaso, che si è aggiudicata l'appalto per il servizio di portineria.

Trenitalia ha manifestato la massima disponibilità a trovare una soluzione condivisa che superi le tensioni che si sono create sul tema del personale di portineria. Inoltre il direttore Scarpellini ha dato piena rassicurazione sul fatto che, pur nel rispetto dei volumi messi a gara, i futuri servizi in appalto per le pulizie dei treni prevederanno l'applicazione del ccnl della mobilita/ Area attivita ferroviarie, che comprende la clausola di salvaguardia sociale.


L'azienda Sistemi di sicurezza/Pegaso, pur confermando le proprie posizioni, si è detta disponibile ad avviare un confronto con le organizzazioni sindacali per cercare di dare una risposta sociale per i lavoratori che rischiano di perdere il posto.

 Un incontro tra azienda e sindacati sarà quindi organizzato a breve dalla Regione, con l'auspicio che presto si possa giungere ad una soluzione positiva che salvaguardi l'occupazione.

 

I commenti sono chiusi