Tecnici superiori ed educazione degli adulti, due sfide per la crescita

FIRENZE -  Le competenze necessarie al mondo del lavoro che verrà, alla luce della rivoluzione dell'industria 4.0 e del potenziamento del sistema degli Istituti tecnici superiori ma anche dell'educazione permanente che consente di aggiornare continuamente il proprio patrimonio di conoscenze e professionalità. Ruota attorno a questi due grandi temi la giornata dell'assessore all'istruzione formazione e lavoro Cristina Grieco che ha partecipato oggi, in qualità di coordinatrice della IX Commissione della Conferenza delle Regioni,  a due appuntamenti  nazionali. Il primo, organizzato a Roma, dal ministero dell'Istruzione (conferenza nazionale ITS Day) , ha visto un dibattito con esperti  e imprese per analizzare prospettive e cambiamenti del mondo produttivo alla luce del nuovo piano nazionale per l'industria 4.0.  


"Gli Its, istituti tecnici superiori, sono scuole ad alta specializzazione tecnologica – ha detto l'assessore nel suo intervento - nate per rispondere alla domanda delle imprese e sono quindi un punto chiave della strategia regionale per l'industria 4.0, che ha un punto di forza nella formazione, ma passa poi trasversalmente in tutte le filiere strategiche per lo sviluppo dell'economia regionale. Grazie ad un recente monitoraggio sappiamo che gli ITS possono vantare risultati  di non  poco conto: quasi tutti gli studenti che li frequentano trovano velocemente un posto di lavoro, appena finiti gli studi".

L'assessore ha ricordato che la giunta toscana ha definito un documento di indirizzi che orienta verso l'obiettivo del paradigma 4.0 tutti gli strumenti di intervento a disposizione della Regione e che è già uscito un primo bando per la formazione 4.0 dei manager.

Nel pomeriggio Cristina Grieco ha partecipato, a Napoli, alla giornata di lavoro organizzata nell'ambito di "FierIda", prima fiera in Italia sul tema dell'educazione degli adulti.

"La Regione Toscana  - ha spiegato - è impegnata nel valorizzare uno strumento il cui ruolo è essenziale per raggiungere gli obiettivi di Europa 2020. Per rimanere competitva la società europea ha bisogno di incrementare le opportunità di apprendimento, per tutti i cittadini".

Grieco ha quindi ricordato che la Toscana, insieme ad altre 50 regioni e autorità locali,  aderisce alla Rete Earlall, l'associazione europea delle regioni per il Lifelong learning e ha sottolineato la necessità di fare rete e il ruolo di interlocutore costituito dai Cpia per una governance integrata del nuovo sistema di istruzione degli adulti.     

I commenti sono chiusi