Terremoto, dalla comunità cinese di Firenze 46 mila euro per Amatrice

FIRENZE – Anche la comunità cinese di Firenze ha voluto dare un segno della propria vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto che il 24 agosto si è abbattuto sul Centro Italia.

Un assegno da 46mila 330 euro, frutto delle donazioni di sei associazioni cinesi è stato consegnato questo pomeriggio dal console generale della Repubblica popolare cinese a Firenze Wang Fuguo alla vicepresidente Monica Barni, all'assessore alla Protezione civile Federica Fratoni.

A ricevere la delegazione cinese in palazzo Strozzi Sacrati anche il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi e il vicesindaco di Prato Simone Faggi.

La somma sarà versata sul conto corrente di solidarietà che la Regione e Anci Toscana hanno attivato il giorno dopo il sisma. Il conto è il n. 8888.32 "Toscana per l'emergenza terremoto centro Italia", attivato presso la Banca Mps ag.17 in via Novoli a Firenze. Le coordinate bancarie sono Bban Q 01030 02818 000000888832, Iban IT 43 Q 01030 02818 000000888832, Bic PASCITM1F17

Dopo il benvenuto nella casa della Regione Toscana dato dalla vicepresidente Monica Barni, ha preso la parola il console Fuguo spiegando che "Per la comunità cinese immigrata, l'Italia è il secondo paese. Quindi – ha detto - tutto quello che succede qua ci coinvolge e ci riguarda. Il contributo che abbiamo raccolto vuole mostrare il nostro amore per l'Italia e la nostra amicizia per il popolo italiano. Speriamo, in questo modo, di poter essere un aiuto utile alle popolazioni colpite".

"Siamo di fronte a un gesto straordinario di generosità – ha commentato poi l'assessore Fratoni - ma credo soprattutto sia questo il segno tangibile di una integrazione possibile che in Toscana abbiamo. Volersi mobilitare per un evento drammatico che ha colpito il nostro paese in territori periferici credo sia un segno di grande fiducia e speranza per il futuro. Ringrazio dunque il console cinese di aver voluto questo momento di consegna ufficiale nel palazzo della Regione in modo che abbiamo potuto esprimere a pieno la gratitudine dell'istituzione che poi è la gratitudine di tutto il popolo toscano e delle popolazioni colpite che riceveranno questo grande beneficio".

Il vicesindaco Cristina Giachi ha ringraziato la comunità cinese che si è dimostrata cittadina del nostro paese, essendo la solidarietà il primo mattone della cittadinanza. Il vicesindaco Faggi ha voluto ricordare la generosità che muove la comunità cinese che, in varie circostanze difficili, ha avuto sempre modo di portare il proprio contributo materiale.

I commenti sono chiusi