Torna in edicola L’Unità. Gli auguri del presidente Rossi

FIRENZE – "E' sempre una buona notizia quando un quotidiano riesce a ripartire, dopo che tante voci sono scomparse. Ma lo è ancora di più se si tratta dell'Unità, la testata fondata da Antonio Gramsci, che è parte importante delle nostre radici, ma che sono convinto sarà parte importante anche del nostro futuro"· Con queste parole il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi saluta il ritorno in edicola, a partire da domani, de L'Unità e formula i migliori auguri di buon lavoro a tutti coloro che, giornalisti e non, animeranno la nuova iniziativa editoriale. 
 
"Abbiamo un grande bisogno di giornalismo intelligente, che sappia raccontare il nostro paese con curiosità, pacatezza, professionalità, rifuggendo a slogan e demagogia – sottolinea Rossi. Sono convinto che quella dell'Unità sarà una voce importante per spiegare quello che sta succedendo nel Mediterraneo e in Europa, per combattere la xenofobia, per rimettere al centro dell'attenzione le grandi questioni del lavoro e per mettere a fuoco le idee buone per guardare oltre la crisi".
 
"Allo stesso tempo - conclude Rossi, con un augurio particolare al direttore Erasmo D'Angelis e al vicedirettore Vladimiro Frulletti - auspico che L'Unità, quotidiano che tanto ha rappresentato per l'informazione toscana, possa tornare a riannodare i fili con la nostra regione, raccontando anche per essa, come per l'Italia intera, il cambiamento di cui abbiamo bisogno".

I commenti sono chiusi