“Toscana Accessibile”, Saccardi presenta il nuovo portale per la disabilità

FIRENZE - Nove bottoni colorati. Una grafica accattivante. Una consultazione facile e intuitiva da parte dell'utente. Ecco "Toscana accessibile", il portale regionale per la disabilità, nuovo strumento attivato sul sito della Regione Toscana per rendere accessibili a cittadini e istituzioni le politiche sulla disabilità promosse e implementate dalla Regione e la regia complessiva delle azioni e progetti di questo settore.

"Con questo nuovo portale, impostato graficamente per facilitare la fruibilità da parte dei cittadini, la Regione fa un altro passo avanti nella promozione della cultura dell'inclusione sociale, dell'accoglienza, del rispetto verso il prossimo e la diversità, contrastando la discriminazione e la marginalizzazione di qualsiasi individuo, al fine di migliorare la qualità di vita, l'accessibilità e l' usabilità degli ambienti. E si conferma una istituzione sempre più accessibile e a misura di cittadino, che cliccando sui vari bottoni troverà risposte alle proprie esigenze".

Lo ha affermato oggi l'assessore Stefania Saccardi (diritto alla salute, sociale e sport) presentando "Toscana accessibile", "una piattaforma di servizio, frutto della collaborazione trasversale tra le varie direzioni regionali, da quella dei Diritti di cittadinanza e coesione sociale all'Agenzia di informazione Toscana notizie. E che conferma la nostra volontà e ambizione di mantenere un alto livello di servizi, oltre a promuovere politiche per l'inclusione e l'autonomia delle persone disabili, in coerenza con i principi della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità".

L'assessore Saccardi ha parlato di un "grande risultato, che attua uno dei 25 punti programmatici del presidente Enrico Rossi, verso una cultura dell'accessibilità e dell'inclusione. Il portale sarà una ulteriore opportunità per supportare e facilitare l'accesso alle prestazioni sui percorsi socio/sanitari, che la nostra Regione offre attraverso il lavoro quotidiano delle Asl, dei diversi settori della Regione Toscana, anche in collaborazione con le associazioni e cooperative presenti sul territorio. Quello che auspico è che il portale riesca a diventare un vero punto di incontro e di dialogo tra tutti i soggetti sociali, istituzionali e singoli cittadini coinvolti nel mondo della disabilità".

I commenti sono chiusi