Toscana: bando di finanziamento per start up

Toscana: bando di finanziamento per start up

In Toscana si può richiedere, attraverso un bando valido dal 20 settembre fino all’esaurimento risorse, un finanziamento da parte della regione per aiutare le start up e chi vuole avviare piccole e micro imprese.

Nuovo bando, cofinanziato dal Por Fesr 2014-2020, per aiutare le start up e chi vuole avviare piccole e micro imprese in Toscana. Il bando, che rientra nel programma della Regione Toscana Giovanisì, è partito il 20 settembre e rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse. A disposizione 20 milioni di euro.

Scopo degli aiuti è quello di agevolare l’avvio di nuove imprese artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario, attraverso lo strumento finanziario del microcredito e dare supporto a giovani, donne e cassintegrati.

Può essere presentata una sola domanda di finanziamento – esclusivamente online sul sito www.toscanamuove.it – e il valore totale del programma di investimento ammesso non potrà essere inferiore a 8 mila e superiore a 35 mila euro. Le spese ammissibili sono quelle per beni materiali (impianti, macchinari, attrezzature e funzionali all’attività) e immateriali (diritti di brevetti, licenze, know how o altre forme di proprietà intellettuale) e quelle per capitale circolante nella misura del 30% del programma di investimento ammesso (spese di costituzione, spese generali, scorte).

L'articolo Toscana: bando di finanziamento per start up proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi

Toscana: bando di finanziamento per start up

Toscana: bando di finanziamento per start up

In Toscana si può richiedere, attraverso un bando valido dal 20 settembre fino all’esaurimento risorse, un finanziamento da parte della regione per aiutare le start up e chi vuole avviare piccole e micro imprese.

Nuovo bando, cofinanziato dal Por Fesr 2014-2020, per aiutare le start up e chi vuole avviare piccole e micro imprese in Toscana. Il bando, che rientra nel programma della Regione Toscana Giovanisì, è partito il 20 settembre e rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse. A disposizione 20 milioni di euro.

Scopo degli aiuti è quello di agevolare l’avvio di nuove imprese artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario, attraverso lo strumento finanziario del microcredito e dare supporto a giovani, donne e cassintegrati.

Può essere presentata una sola domanda di finanziamento – esclusivamente online sul sito www.toscanamuove.it – e il valore totale del programma di investimento ammesso non potrà essere inferiore a 8 mila e superiore a 35 mila euro. Le spese ammissibili sono quelle per beni materiali (impianti, macchinari, attrezzature e funzionali all’attività) e immateriali (diritti di brevetti, licenze, know how o altre forme di proprietà intellettuale) e quelle per capitale circolante nella misura del 30% del programma di investimento ammesso (spese di costituzione, spese generali, scorte).

L'articolo Toscana: bando di finanziamento per start up proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi

Toscana: bando di finanziamento per start up

Toscana: bando di finanziamento per start up

In Toscana si può richiedere, attraverso un bando valido dal 20 settembre fino all’esaurimento risorse, un finanziamento da parte della regione per aiutare le start up e chi vuole avviare piccole e micro imprese.

Nuovo bando, cofinanziato dal Por Fesr 2014-2020, per aiutare le start up e chi vuole avviare piccole e micro imprese in Toscana. Il bando, che rientra nel programma della Regione Toscana Giovanisì, è partito il 20 settembre e rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse. A disposizione 20 milioni di euro.

Scopo degli aiuti è quello di agevolare l’avvio di nuove imprese artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario, attraverso lo strumento finanziario del microcredito e dare supporto a giovani, donne e cassintegrati.

Può essere presentata una sola domanda di finanziamento – esclusivamente online sul sito www.toscanamuove.it – e il valore totale del programma di investimento ammesso non potrà essere inferiore a 8 mila e superiore a 35 mila euro. Le spese ammissibili sono quelle per beni materiali (impianti, macchinari, attrezzature e funzionali all’attività) e immateriali (diritti di brevetti, licenze, know how o altre forme di proprietà intellettuale) e quelle per capitale circolante nella misura del 30% del programma di investimento ammesso (spese di costituzione, spese generali, scorte).

L'articolo Toscana: bando di finanziamento per start up proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi