Toscana, consiglieri Lega abbandonano l’aula dopo battibecco con Giani

Toscana, consiglieri Lega abbandonano l’aula dopo battibecco con Giani

Battibecco in Consiglio regionale tra il presidente dell’Assemblea Eugenio Giani e i consiglieri della Lega nord che in segno di protesta hanno abbandonato l’aula mentre era in votazione una risoluzione sul tema dei rifiuti.

Alla base della polemica la richiesta da parte del portavoce dell’opposizione Jacopo Alberti (Lega nord) di intervenire per esprimere le intenzioni di voto sulla risoluzione. Giani, pur concedendogli la parola, ha richiamato il consigliere del Carroccio visto che il tema dei rifiuti aveva già impegnato l’aula per l’intera mattina e che nella riunione di preparazione dei lavori della seduta non erano stati previsti interventi sulla votazione delle risoluzioni.
Ne è nata una polemica per cui i consiglieri leghisti hanno lasciato l’Aula. “Volevamo discutere alcuni atti collegati alla comunicazione sul ciclo dei rifiuti in Toscana quando, inspiegabilmente, ci siamo visti negare la parola dal presidente Giani”, commenta in una nota il capogruppo della Lega nord Elisa Montemagni.
“Dopo le rimostranze di Alberti, il presidente mi ha concesso la parola esclamando: ‘Sentiamo cosa ha da dire di così importante’, sminuendo di fatto il contributo delle opposizioni al dibattito”.
Per Montemagni, “nella prima metà della legislatura Giani ha gestito con imparzialità i lavori d’Aula, ma dopo aver ottenuto la conferma di metà legislatura qualcosa è cambiato” e “oggi si supera nuovamente il limite del rispetto istituzionale che si deve alle minoranze. Ci chiediamo se Giani senta aria di campagna elettorale. Non capiamo altrimenti cosa possa essere cambiato”.

L'articolo Toscana, consiglieri Lega abbandonano l’aula dopo battibecco con Giani proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi