Toscana – Corsica, presto un accordo per futuri rapporti di collaborazione

FIRENZE – Corsica chiama Toscana e Toscana risponde. Il presidente Enrico Rossi a breve si recherà per una giornata nell'isola francese per incontrare il presidente del consiglio esecutivo Gilles Simeoni che ha chiesto di incontrarlo e siglare un accordo per futuri, proficui rapporti.

 

"L'intesa con il presidente Simeoni è che farò una breve visita in Corsica per discutere temi di comune interesse e per vagliare le risorse possibili – ha spiegato Enrico Rossi - Poi il presidente Simeoni verrà a Firenze per stipulare un accordo tra le due Regioni. Mi pare un fatto importante. E' un messaggio che possiamo mandare alle popolazioni che abitano questo mare, a chi è interessato alla tutela del paesaggio ma anche all'utilizzo di un'economia del mare che può dare risultati di rilievo".

 

Gli argomenti sul tavolo vanno dai collegamenti, ai traffici, dallo sviluppo economico, allo sviluppo di pacchetti turistici fino alla tutela del mare che compone il nostro arcipelago toscano e che ci distanzia così poco dalla Corsica.

 

"Anche in questo caso saranno importanti i fondi europei che stanno sull'asse dello sviluppo delle regioni del Mediterraneo sui cui stiamo già lavorando" ha specificato il presidente.

 

"Se noi  - ha concluso Rossi - come regioni che sono di fatto vicine, riusciremo a metterci insieme e riscoprire quelle relazioni che in passato ci sono state e che poi la nascita degli stati nazionali per troppo tempo ha separato faremo Europa. Europa è anche questo: è la possibilità che le regioni hanno di incontrarsi e sviluppare iniziative insieme, anche a prescindere dai propri confini e dalle rigidità che gli stati nazionali mostrano di avere rendendosi incapaci talvolta di andare oltre la linea segnata sulla carta geografica".

 

 

 

 

I commenti sono chiusi