Toscana fuori Expo, a Milano di scena le eccellenze della Regione

FIRENZE - Un meraviglioso chiostro del XV secolo a due passi dal Duomo di Milano. E' qui che l'Expo della Toscana sta proseguendo. Dopo la chiusura dello stand all'interno dell'esposizione universale, che ha ricevuto oltre 35.000 visitatori  da tutto il mondo, la nostra regione con "Toscana fuori Expo" presenta le sue eccellenze nel cuore del capoluogo lombardo, presso i Chiostri dell'Umanitaria, nella centralissima via Daverio. 
 
Fino al 2 novembre questo suggestivo complesso  è la cornice di degustazioni, incontri, cooking show, mostre e convegni che metteranno in mostra non solo le tipicità toscane, dal lampredotto al vino, dall'artigianato al pecorino toscano, ma anche l'eccellenza della ricerca universitaria e le imprese più innovative del mondo del food.
 
In uno spazio di circa 300 metri quadrati e con una porzione del giardino antistante  il "Buon vivere Toscano",  continuerà a essere rappresentato a "Toscana fuori Expo" attraverso le iniziative organizzate dai vari territori e da associazioni di categoria, imprese, Università e Poli scientifici. Lo spazio è stato inaugurato a inizio maggio e da allora registra un costante successo in termini di presenze e di interesse.  
 
In questi giorni protagoniste sono le eccellenze dalla città di Prato: fino a domenica il territorio pratese sarà raccontato attraverso il doppio binario di cibo e moda e con una vetrina di aziende impegnate nei settori più diversi, dal restauro all'high tech.  Dal 16 al 23 giugno  toccherà a Volterra con una proposta a largo raggio intitolata "Dagli etruschi alla Geotermia", quindi dal 23 al 28 giugno salirà in cattedra il Gallo nero: per una settimana  l'area del chianti classico metterà in mostra le sue eccellenze enogastronomiche. 
 
"Fuori expo Toscana" proseguirà in luglio con la ceramica toscana, le vallate aretine, e le terre di Siena, e ad agosto con la settimana della salute,  la Toscana dei parchi e delle aree protette e con il territorio della Valdinievole. Il programma dettagliato può essere consultato sul sito di Expo Toscana (www.expotuscany.it).

I commenti sono chiusi