Tpl, Ceccarelli: “La Regione ha agito per garantire utenti e lavoratori: i sindacati hanno altre idee?”

FIRENZE - "Pagare gli stipendi dei lavoratori e garantire le risorse per l'acquisto dei nuovi bus mi sembrano due buone ragioni per comprendere quanto sia importante il percorso avviato dalla Regione, per dare stabilità al sistema e qualificare il trasporto pubblico su gomma in regione. Mi sorprende che siano proprio gli addetti ai lavori a non comprendere il senso di questa operazione". L'assessore a trasporti e infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli, interviene così alle dichiarazioni dei rappresentanti dei sindacati degli autoferrotranvieri pisani.

"La Regione – prosegue - è intervenuta, in nome e per conto di tutti gli enti locali della Toscana, per sbloccare la situazione di stallo che, causa il contenzioso legale in corso, impedisce la conclusione della gara unica. L'attuazione della comunità tariffaria, che abbiamo condiviso con province e comuni, non è altro che il primo passo – sottolinea l'assessore – per dare attuazione ad una parte degli effetti previsti dal bando di gara, a cominciare dagli investimenti necessari per acquistare oltre 400 nuovi bus. L'alternativa sarebbe stata quella di lasciare tutto com'era, con bus sempre più vecchi e inadeguati e seri pericoli per l'occupazione del settore. A dimostrazione che la Regione è impegnata concretamente per l'attuazione degli impegni presi, segnalo la delibera assunta nei giorni scorsi dalla Giunta Regionale, con la quale sono state destinati 10 milioni al cofinanziamento per l'acquisto di una ottantina di bus extraurbani. In questo quadro, mi sembra grave che si pensi ad iniziative che andrebbero a penalizzare gravemente i cittadini, proprio in momento nel quale è in gioco la stabilità stessa del sistema dei trasporti in Toscana. Occorre, invece, che sindacati e aziende tornino a sedersi al tavolo delle trattative e trovino una intesa che sia funzionale al raggiungimento degli obiettivi comuni che vogliamo conseguire".

"I lavoratori – conclude Ceccarelli - hanno un ruolo fondamentale in questa fase,  come primi interlocutori rispetto all'utenza, per spiegare quanto è importante il percorso avviato per garantire un servizio qualificato e sicuro. Solo in questo modo potremo far comprendere agli utenti il senso dell'operazione che è in corso, per dare piena realizzazione alla nuova comunità tariffaria regionale". 

I commenti sono chiusi