Treni regionali, Ceccarelli replica al contro-sondaggio dei pendolari Valdarno

FIRENZE – Secondo l'indagine condotta su Facebook dal Comitato Pendolari Valdarno Direttissima, i risultati di quella regionale sulla customer satisfaction del servizio regionale sarebbero stati ribaltati, con una percentuale del 92,5% di utenti insoddisfatti. Pronta la replica dell'assessore a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli.

"Su alcuni quotidiani – spiega l'assessore - ho letto che i risultati ottenuti dall'indagine condotta dall'Ufficio regionale di statistica sarebbero stati ribaltati da quella realizzata su Facebook dal Comitato Pendolari Valdarno Direttissima. La prima osservazione che mi viene in mente è che l'esito di questo sondaggio è molto più positivo di ogni più rosea aspettativa per la Regione: se, come leggo, soltanto 81 persone si sono dichiarate insoddisfatte, rispetto alle migliaia che utilizzano i treni regionali ogni giorno per spostarsi o andare a lavoro, significa che la percentuale di scontenti rispetto all'indagine regionale, che è risultata del 17%, e che si riferisce all'autunno scorso, adesso sarebbe ulteriormente e drasticamente diminuita".

"Trovo poco serio, strumentale e scorretto - conclude Ceccarelli - sbandierare i risultati di un sondaggio condotto su una piattaforma social con modalità, definiamole, poco scientifiche e prendere per buona la risposta di un campione che difficilmente può essere considerato rappresentativo. Stiamo parlando delle risposte di un centinaio di persone, a fronte di un'indagine realizzata prendendo come campione 4.750 utenti del servizio ferroviario regionale di età superiore ai 14 anni".

I commenti sono chiusi