Uccisa nel 1996, procura Pistoia riapre caso e punta sul Dna

Uccisa nel 1996, procura Pistoia riapre caso e punta sul Dna

Carabinieri risentono conoscenti della vittima 24 anni dopo

Si torna a indagare a Pistoia sul caso dell’omicidio irrisolto di Romana Bonacchi, 55 anni, trovata uccisa il 9 febbraio 1996 nella sua villetta di Quarrata con 27 coltellate. La procura della Repubblica di Pistoia ha riaperto le indagini e le ha affidate ai carabinieri del nucleo investigativo. Le indagini rispetto al passato potranno avvalersi dell’esame del Dna sui campioni e sulle tracce che a suo tempo sono state repertate sulla scena del crimine.

I militari sono già al lavoro da alcune settimane e, al momento, stanno ascoltando nuovamente tutte le persone che conoscevano o che avevano avuto rapporti di qualsiasi natura con la vittima.

All’epoca dei fatti, dopo quasi tre anni di indagini, il caso venne archiviato senza individuare chi uccise la donna.

L'articolo Uccisa nel 1996, procura Pistoia riapre caso e punta sul Dna proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi