Un libro e un docufilm dedicati alla strage di militari italiani internati a Treuenbrietzen

FIRENZE - Il 23 aprile 1945, a guerra quasi finita, nel campo di prigionia di Treuenbrietzen (Germania) truppe tedesche trucidarono 127 soldati italiani prigionieri, dei quali quattro sopravvissero miracolosamente.

Uno di loro, l'ultimo ancora in vita, è il fiorentino Antonio Ceseri, alla cui storia straordinaria è stato appena dedicato un libro. Un documentario web di produzione italo-tedesca si è invece concentrato sulla strage avvenuta, come cita il titolo, nella Sabbia del Brandeburgo.

Il prossimo venerdì 27, nella nuova sala delle conferenze alla Biblioteca delle Oblate in via dell'Oriuolo, verranno presentati dalla vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni sia il volume che il docufilm.

I contenuti dell'iniziativa saranno illustrati domani, mercoledì 25 maggio, nel corso di una conferenza stampa, alle ore 12.30, a Palazzo Strozzi Sacrati, in Piazza del Duomo 10.

I commenti sono chiusi