Un progetto Ente CRF, Comune, Prefettura, Canon. 64 ‘occhi’ intelligenti per la sicurezza di sei importanti piazze monumentali fiorentine

‘Occhi’ intelligenti per la sorveglianza e il controllo di sei importanti piazze monumentali fiorentine e del loro prezioso patrimonio storico. E’ il progetto di videosorveglianza messo a punto da Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Canon Italia, Comune e Prefettura che ha coordinato l’operazione attraverso il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Interessa le piazze Duomo, Signoria, Santo Spirito, Santa Croce, Santissima Annunziata, Santa Maria Novella nelle quali saranno collocate complessivamente 64 telecamere, tra fisse e mobili, collegate alle centrali di emergenza di vigili urbani e forze dell’ordine.

La giunta comunale ha dato via libera all’operazione che richiederà alcuni mesi per l’espletamento delle procedure amministrative e tecniche. Le apparecchiature di controllo e di riconoscimento sono fornite da Canon Italia all’Ente Cassa per uno scopo che ha un’alta valenza sociale e culturale. E’ nato per rispondere all’esigenza sollevata dalla Presidenza del Consiglio in merito al programma di attività sui temi di sicurezza e cultura ed ha l’obiettivo di introdurre sul territorio nuove tecnologie che aiutino le forze dell’ordine ad aumentare la percezione di sicurezza del cittadino e, al contempo, a trovare nuove strade per tutelare il patrimonio artistico. L’operazione ha messo in campo risorse pari a 483.000 euro tra Ente Cassa, Comune e Canon Italia.

“Grazie a Canon Italia e all’Ente Cassa di Risparmio di Firenze – dichiara il sindaco Dario Nardella – aggiungiamo un tassello molto importante al nostro ambizioso piano cittadino delle telecamere che complessivamente riguarda l’arrivo di 350 nuovi apparecchi fra quest’anno e il 2018 con il quale andiamo a raddoppiare la dotazione di telecamere presenti in città che, ad oggi, sono 286. Queste nuove telecamere Canon, che saranno posizionate in piazze importanti e molto frequentate a partire dal primo trimestre del prossimo anno, saranno utilissime per integrare il lavoro della Polizia municipale e delle forze dell’ordine e sono un’ulteriore risposta alle esigenze di sicurezza dei fiorentini. Per noi la sicurezza in città è fondamentale e cerchiamo di garantirla con azioni concrete tra cui c’è anche la videosorveglianza, che è una buona forma di prevenzione e un buon deterrente per i male intenzionati e per eventuali indagini da compiere’’.

’Questo intervento – spiega il Presidente Ente Cassa di Risparmio di Firenze Umberto Tombari – è emblematico del nuovo ruolo della Fondazione che vuole essere sempre più un attrattore di risorse per il territorio oltre a co-protagonista e co-ideatore di quei progetti di alta qualità nei quali convergono una pluralità di attori che portano ciascuno il proprio contributo con un obiettivo comune. Così è avvenuto lo scorso anno per la nuova illuminazione intelligente alle Cascine e così sarà per altre importanti operazioni che sono in cantiere. Il progetto si inserisce inoltre in una nostra riflessione più ampia sul modello di smart city che vede l’Ente Cassa coinvolta nel comitato interno alla Città Metropolitana’’.

“Questa Prefettura  – osserva il Prefetto Alessio Giuffrida – già da tempo ha avviato una fase di ulteriore sensibilizzazione ed incremento di ogni misura di difesa passiva, ed in particolare dei sistemi di videosorveglianza. Nel capoluogo come in tanti altri Comuni della provincia. Non posso pertanto che essere lieto che aumentino gli ‘occhi’ in alcuni luoghi nevralgici della città. Un altro tassello verso una sempre maggiore sicurezza di Firenze”.

“Siamo molto orgogliosi – sottolinea Enrico Deluchi, Amministratore Delegato e Presidente di Canon Italia – di supportare questo importante progetto dedicato alla sicurezza di alcune delle piazze più belle d’Italia, parte integrante del nostro patrimonio artistico e culturale. Canon, attraverso il progetto IOX, Imaging of Italian Xellence,  è da tempo in prima linea per tutelare e promuovere le eccellenze del nostro paese. Un percorso che abbiamo intrapreso per supportare iniziative di elevato valore culturale e artistico, attraverso soluzioni che variano dalla video-proiezione alla stampa fine art, dalla digitalizzazione dei documenti storici fino alla produzione di contenuti video. Il dialogo intrapreso con gli Enti della città di Firenze, ed in particolare con Ente Cassa di Risparmio di Firenze, ci ha permesso di offrire le nostre soluzioni di videosorveglianza, per garantire non solo la tutela dei monumenti, ma anche la sicurezza dei cittadini e dei milioni di turisti che da ogni parte del mondo ci raggiungono per ammirare le bellezze del Belpaese”.

I commenti sono chiusi