Ustica, la strage del DC9 diventa un film con il contributo del Fondo Cinema della Regione

FIRENZE – Il 27 giugno 1980 un DC9 della compagnia aerea Itavia con 81 persone a bordo, tra passeggeri e membri dell'equipaggio, scompare dagli schermi dei radar di controllo senza dare alcun segnale di emergenza. Si era inabissato tra le isole di Ponza e di Ustica, nessun superstite.

Oggi questa tragedia, ben presto diventata uno dei misteri più fitti tra i tanti di cui purtroppo è ricco il nostro Paese, è un film: Ustica, del regista Renzo Martinelli, co-produzione italo-belga, con Caterina Murino, Marco Leonardi, Lubna Azabal, Tomas Arana e Federica Martinelli come interpreti principali. Il film, presentato stamani a Roma, è stato girato tra Toscana, Roma, Basilicata e Sicilia, ed ha ottenuto il Fondo Cinema della Regione Toscana, avvalendosi anche, per le riprese, della collaborazione di Toscana Film Commission.

"Oltre al valore artistico - ha affermato la vicepresidente della Toscana e assessora alla cultura Monica Barni intervenendo alla conferenza stampa – questo film racconta vicende che si avvicinano molto alla verità, come ha affermato il giudice Rosario Priore (presente alla conferenza stampa, ndr). Questo conferma la funzione civile che il cinema può esercitare. Sono orgogliosa che la Regione Toscana abbia sostenuto, con il suo Fondo Cinema e con il lavoro di Toscana Film Commission, una pellicola di tale rilevanza. La nuova verità prospettata dal film riaccenderà sicuramente il dibattito su questa strage che presenta ancora troppi lati oscuri".

In Toscana sono state fatte riprese a Poggio Ballone, il centro radar dell'Areonautica militare che controllava anche lo scorcio di cielo dove avvenne la tragedia del DC9 Itavia precipitato.La troupe diretta da Martinelli ha girato alcune scene anche in alcuni interni a Grosseto, e a Castiglione della Pescaia per le riprese alla Casa Rossa Ximenes nella Riserva Naturale Diaccia Botrona.

(Ha collaborato Elisabetta Vagaggini di Fondazione Sistema Toscana)

I commenti sono chiusi