Vaccini: Saccardi , normativa nazionale era necessaria

Vaccini: Saccardi , normativa nazionale era necessaria

Sui vaccini “era necessaria una normativa nazionale affinché su un tema come questo non ci fossero 10 tipi di disciplina diversi da una regione a un’altra”.

“Le malattie non si fermano con i confini regionali, ed era  necessario che su questo argomento ci fosse una normativa nazionale perché tutto il Paese si possa regolare in un unico modo”. Lo ha detto l’assessore toscano al diritto alla salute, Stefania Saccardi, parlando con i giornalisti che gli chiedevano un commento dopo il via libera al decreto vaccini.

A chi chiedeva se questo risultato possa essere considerato una
vittoria anche per la Toscana visto l’impegno della regione a normare questo fronte, Saccardi ha risposto: “Direi di sì”, in Toscana “avevamo già approvato, in Giunta, a gennaio scorso una proposta di legge che sostanzialmente ricalca il provvedimento
sulle vaccinazioni obbligatorie che il Governo ha fatto in relazione agli asili nido e alle scuole materne. Noi avevamo incluso naturalmente anche la vaccinazione contro la meningite considerati anche i dati che riguardano la nostra regione”.
Secondo l’assessore “siamo contenti che la nostra idea sia stata diffusa a livello nazionale e che risponda anche a un criterio di razionalità, perché su un tema così delicato come le vaccinazioni e la salute, i confini regionali non esistono”.

L'articolo Vaccini: Saccardi , normativa nazionale era necessaria proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi