Vaccino antinfluenzale, in rete notizie vecchie e fuorvianti

FIRENZE - Stanno circolando in queste ore sui canali social (Facebook e Twitter) notizie vecchie e fuorvianti sul vaccino antinfluenzale, secondo le quali Aifa (Agenzia italiana del farmaco) avrebbe vietato l'utilizzo dei vaccini, in quanto responsabili di decessi.

Sul suo sito, Aifa smentisce decisamente queste notizie: "Gli articoli citati - si legge sul sito dell'Agenzia del farmaco - risalgono in realtà al 2014 e riportano notizie di decessi che in nessun caso sono stati correlati alla somministrazione dei vaccini, come è emerso dagli approfondimenti scientifici condotti in seguito dalle autorità nazionali ed europee".

"Si tratta dunque - chiarisce ancora Aifa - di una notizia fuorviante, che rischia di arrecare danno alla campagna di vaccinazione antinfluenzale in corso. Aifa ribadisce l'importanza di vaccinarsi contro l'influenza stagionale, in particolare per le categorie più a rischio (soprattutto anziani e persone di tutte le età con patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso d'influenza), e di non lasciarsi condizionare da false notizie circolanti in rete".

La Regione Toscana riprende e rilancia l'invito di Aifa a ignorare queste bufale e a vaccinarsi. Ad oggi, il servizio di farmacovigilanza della Regione non ha ricevuto alcuna segnalazione di eventi avversi da vaccino, né tantomeno di decessi.

Guarda la smentita sul sito di AIFA

Guarda le pagine dedicate alla Campagna di vaccinazione antinfluenzale sul sito della Regione

I commenti sono chiusi

Vaccino antinfluenzale, in rete notizie vecchie e fuorvianti

FIRENZE - Stanno circolando in queste ore sui canali social (Facebook e Twitter) notizie vecchie e fuorvianti sul vaccino antinfluenzale, secondo le quali Aifa (Agenzia italiana del farmaco) avrebbe vietato l'utilizzo dei vaccini, in quanto responsabili di decessi.

Sul suo sito, Aifa smentisce decisamente queste notizie: "Gli articoli citati - si legge sul sito dell'Agenzia del farmaco - risalgono in realtà al 2014 e riportano notizie di decessi che in nessun caso sono stati correlati alla somministrazione dei vaccini, come è emerso dagli approfondimenti scientifici condotti in seguito dalle autorità nazionali ed europee".

"Si tratta dunque - chiarisce ancora Aifa - di una notizia fuorviante, che rischia di arrecare danno alla campagna di vaccinazione antinfluenzale in corso. Aifa ribadisce l'importanza di vaccinarsi contro l'influenza stagionale, in particolare per le categorie più a rischio (soprattutto anziani e persone di tutte le età con patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso d'influenza), e di non lasciarsi condizionare da false notizie circolanti in rete".

La Regione Toscana riprende e rilancia l'invito di Aifa a ignorare queste bufale e a vaccinarsi. Ad oggi, il servizio di farmacovigilanza della Regione non ha ricevuto alcuna segnalazione di eventi avversi da vaccino, né tantomeno di decessi.

Guarda la smentita sul sito di AIFA

Guarda le pagine dedicate alla Campagna di vaccinazione antinfluenzale sul sito della Regione

I commenti sono chiusi