Ventiduesima edizione del meeting dei diritti umani, conferenza stampa il 10 dicembre

FIRENZE - Torna il Meeting dei diritti umani, iniziato nel 1997 e che festeggia quest'anno la sua ventiduesima edizione. Il titolo e tema scelto dagli organizzatori per questa edizione è "Nessuno è nato per odiare". L'appuntamento è ancora una volta al Mandela Forum di Firenze, martedì 11 dicembre, ed anche quest'anno arriveranno più di ottomila gli studenti e insegnanti da tutta la Toscana.

La presentazione del programma avverrà a Palazzo Strozzi Sacrati in piazza del Duomo 10 a Firenze, sede della presidenza della Regione Toscana, durante la conferenza stampa in programma lunedì 10 dicembre 2018 alle ore 13, nel giorno del settantesimo anniversario della proclamazione da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani.

A quell'atto il meeting toscano con i ragazzi si ispira: è un modo per ricordarne ogni anno l'adozione. Già nel 1948 l'Onu chiese chiese di far leggere e commentare il testo nelle scuole. Poi il 10 dicembre è diventata la Giornata mondiale dei diritti umani. E così è nato, ventuno anni fa, l'appuntamento toscano: un meeting e un tema diverso ogni anno, preceduto e seguito da un lavoro condotto nelle classi assieme agli insegnanti, partendo da un dossier ricco di numeri e con una partecipazione attiva degli studenti.

Alla conferenza stampa in programma il 10 dicembre interverranno la vicepresidente della Toscana Monica Barni, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, l'assessore allo sport e alle politiche giovanili di Firenze Andrea Vannucci, il direttore di Fondazione Sistema Toscana Paolo Chiappini e Donatella Diamanti, regista dell'evento fiorentino e sceneggiatrice che per la televisione più volte si è occupata di integrazione e pregiudizi, come con il telefilm "Nero a metà" ora sugli schermi Rai.   

I commenti sono chiusi