Viabilità, mezzo milione a Calci per mettere in sicurezza l’accesso alla nuova scuola

FIRENZE - Un finanziamento regionale da mezzo milione di euro per migliorare e rendere più sicura la viabilità di accesso al nuovo polo scolastico di Calci, anche attraverso la realizzazione di una rotatoria. Questo è quanto previsto dall'Accordo di programma sottoscritto questa mattina a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione, dall'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli e dal sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti.

L'intervento avrà un valore complessivo di 525.000 euro e sarà finanziato quasi interamente dalla Regione (500.000 euro contributo regionale, 25.000 euro contributo comunale), in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale 73/2018.

"Il nostro contributo vuole risolvere un problema concreto e mettere in sicurezza l'accesso alla nuova area scolastica in un Comune che è stato pesantemente colpito dal devastante incendio dei Monti Pisani del settembre scorso. Calci ha subito danni ambientali ed economici che l'hanno fortemente penalizzata e la Regione Toscana è al suo fianco, per sostenerla in un percorso di ripresa nel quale anche questo intervento può fare la sua parte".

Visto il parere positivo espresso dalla Conferenza dei servizi e lo stato avanzato degli atti portati avanti dal Comune, i 500.000 euro per la messa in sicurezza delle infrastrutture di accesso alla  nuova scuola media nell'area di San Vito e la realizzazione della nuova rotatoria saranno a valere sul bilancio 2019. I lavori per la realizzazione dell'infrastruttura sono previsti tra settembre e dicembre 2019, nello stesso periodo dovrebbe iniziare anche il cantiere per la costruzione dell'edificio scolastico.

"Ringrazio la Regione per questo contributo - ha deto il sindaco Ghimenti - che è strategico per il nostro Comune visto che ci permetterà di realizzare la viabilità di accesso alla nuova scuola media e al tempo stesso darà maggiore fluidità a tutta l'area commerciale che si trova lì vicina. Il nostro territorio rinasce dai servizi e da un'opera che guarda al futuro".  

I commenti sono chiusi