🎧 Crisi Lactalis, Nardini: “Attendiamo una risposta dal Mise”

🎧 Crisi Lactalis, Nardini: “Attendiamo una risposta dal Mise”

Toscana e Calabria hanno chiesto insieme la convocazione di un tavolo al Mise per discutere della crisi di Lactalis, che vede 160 lavratrici e lavoratori coinvolti.

Prosegue l’impegno di Regione Toscana per la situazione del gruppo multinazionale francese Lactalis, noto leader mondiale nel mercato dei prodotti lattiero caseari. In una nota congiunta con la regione Calabria, i due assessori alle politiche del lavoro Giusi Princi e Alessandra Nardini, hanno indirizzato una lettera al Ministero dello Sviluppo Economico, per chiedere l’urgente costituzione di un tavolo nazionale.

In totale, sono coinvolte 160 persone oltre le centinaia di operatori dell’indotto economico legati alla filiera del latte. In Toscana è stata annunciata la chiusura degli stabilimenti siti rispettivamente in Ponte Buggianese (Pistoia) e Cinigiano (Grosseto). In totale sono 80 i dipendenti nella nostra regione.

In podcast le parole dell’assessora toscana Alessandra Nardini. 

La decisione di coinvolgere l’unità di crisi del ministero e di chiedere l’apertura di un tavolo nazionale è stata presa a seguito dell’incontro del tavolo regionale, convocato nei giorni scorsi dall’assessora Nardini insieme con il consigliere del presidente per le crisi aziendali Valerio Fabiani. Un incontro, il primo convocato a livello regionale, al quale l’azienda non si è presentata.

“Avevamo chiesto ad Alival di essere presente al tavolo regionale che, come sempre – ha affermato Nardini -, abbiamo attivato fin da subito insieme alle amministrazioni comunali coinvolte e alle organizzazioni sindacali. Purtroppo l’azienda ha deciso di non partecipare a questo tavolo, una scelta che non abbiamo condiviso: abbiamo chiesto, insieme all’assessore al Lavoro della Regione Calabria, l’attivazione del tavolo al Mise. Attendiamo una risposta dal Mise in questo senso, noi continuiamo a tenere alta l’attenzione su questa vicenda: quando si parla di lavoro la Regione Toscana è in prima linea”.

Lactalis che ha comunicato, nei giorni scorsi, la chiusura degli stabilimenti in Toscana e in Calabria e il licenziamento di tutti i 160 dipendenti, 80 dei quali nei siti di Ponte Buggianese (Pistoia) e Cinigiano (Grosseto).

L'articolo 🎧 Crisi Lactalis, Nardini: “Attendiamo una risposta dal Mise” da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi