Abbonamenti ATAF, Grassi: “Obbligati a recarsi all’unico sportello chi ha agevolazioni tariffarie. Errori nell’invio delle Carta Unica richieste per mail”

Abbonamenti ATAF, Grassi: "Obbligati a recarsi all'unico sportello chi ha agevolazioni tariffarie. Errori nell'invio delle Carta Unica richieste per mail"

d58265 28 Settembre 2018

"Pessima l'organizzazione. I disagi per chi deve fare l'abbonamento continuano ancora in questi giorni"

Queste le dichiarazioni del capogruppo di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi

"Dopo mesi dall'entrata in vigore della nuova carta unica necessaria per i nuovi abbonamenti al trasporto pubblico locale i problemi continuano. L'organizzazione di ATAF è stata e continua ad essere pessima e anche il richiamo del sindaco Nardella nei confronti dei vertici aziendali, dai toni molti aspri come se il Comune non avesse alcuna responsabilità in merito, non paiono aver sortito alcun risultato. Problemi si sono verificati sia a chi ha deciso di andare allo sportello di piazza stazione, l'unico aperto in tutta la città, che a coloro che hanno presentato la domanda per mail: i primi costretti a dover stare in coda per due o tre ore, i secondi che si sono visti arrivare a casa carte nominative sbagliate, intestate ad altri."
"ATAF continua a consigliare la richiesta per mail ma ci si dimentica che in tutti i casi in cui è prevista una tariffa agevolata dal piano regionale è obbligatorio andare all'ufficio di persona. Si tratta di migliaia di cittadini che si trovano costretti a fare una coda unica con chi vuole informazioni o presentare ricorsi. Troppo difficile pensare ad un aumento dei punti di accesso e al personale impiegato agli sportelli?"
"Cosa intende fare il Comune per risolvere questi problemi alla cittadinanza? In occasione della prossima seduta del Consiglio comunale presenteremo una interrogazione urgente alla giunta per chiarire, una volta per tutte, se intenda far permanere questa situazione in silenzio o solo rilasciando dichiarazioni alla stampa ad effetto ma senza alcun atto conseguente". (fdr)

I commenti sono chiusi